B. D. nr. 1011

(19. 07. 1939)

 

Le invenzioni riconosciute, quali dono di Dio, saranno sempre benedette

Le forze della natura, alla fine, quali dimostrazioni dell’inutile agire dell’uomo materiale

 

Nell’era della moderna tecnologia le potenze della natura premeranno in fenomeni particolari piuttosto sensibili, perché occorre fornire agli uomini la dimostrazione che tutto il potere e la conoscenza terreni non servono a niente, se non è rispettata la Volontà di Dio! Quanto più l’uomo è convinto di sé e del suo potere, tanto più mette in dubbio la Forza divina e la propria dipendenza, e allora è ancor più necessario, che la Forza divina si manifesti! La formazione dell’uomo presuppone variegate istituzioni, per cui il divin Creatore dà la Sua benedizione, …quando queste sorgono per l’utilità e la religiosità dell’intera umanità! E ogni spirito che si manifesta nelle invenzioni tecniche, cerca di influire opportunamente sull’umanità, per facilitarle lo sforzo verso l’alto, mettendosi, in un certo qual modo, al suo servizio.

Tuttavia, esse sono anche delle forze inesplorate, le quali impongono un Alt’, là dove l’uomo diventa arrogante. E sono proprio queste forze a manifestarsi in catastrofi naturali, …che irrompono improvvisamente, indifferentemente di quale genere, dappertutto laddove l’uomo crede di aver trovato dei sistemi infallibili per catturare e sfruttare qualunque forza della natura; e questa, con forza propria, aggiungendosi anche come una forza non prevista della natura, fa fallire l’esperienza raggiunta.

A ogni uomo è stata data da Dio la facoltà di rendersi utile la Sua forza, ma sempre nella misura in cui egli stesso si predispone verso Dio; e colui che riconoscerà in ogni forza della natura Dio stesso, …potrà mostrare dei successi inaspettati! In un certo qual modo, qualsiasi lavoro intrapreso con forza per Dio, e che è per il bene dell’umanità, si estenderà su invenzioni d’ogni specie.

La ricerca e la sperimentazione saranno coronate da successo, e generalmente la forza divina traboccherà in determinate invenzioni (all’uomo che certamente lo richiederà, la forza di Dio non sarà preclusa); mentre chi crede di attingere da se stesso, e ne prende per così dire, indebito possesso, arrogandosi di escludere la Divinità, e quindi, …non sottoponendosi alla Volontà divina, là, si farà presto notare una corrente opposta; si metteranno quindi ostacoli su ostacoli, sulla via di chi lavora senza assistenza divina, e non ne diventerà padrone, perché egli fidandosi solo di se stesso, …non chiederà nessun aiuto per sé! E questi ostacoli saranno di nuovo da ricondurre alle potenze della natura, perché tutto ciò che agisce contro l’Ordine divino, ha anche generalmente da portarne le conseguenze!

 E così, nonostante il superamento di molteplici difficoltà tecniche, l’uomo sarà sempre retrogrado, finché non vedrà nell’agire degli elementi della natura una dimostrazione di ciò: che tutte le forze nella natura sono sottoposte a un Signore e Creatore, e che i suoi sforzi avranno successo solo quando lui stesso si inserirà nell’Ordine divino e, volontariamente, …eseguirà solo ciò che corrisponde alla Volontà di Dio!    Amen!

 

*  *  *  *  *

Pagina precedente