B. D. nr. 1047

(10. 08. 1939)

 

Le trasmissioni dall’alto sono date in un determinato ordine

Un unico insegnamento non porterebbe mai a un sapere fattivo

 

Sentite qual è la Volontà del Signore: le Trasmissioni dall’alto sono date in una determinata periodicità e successione, e quindi, trasmesse in un determinato ordine! Scoprirete questa successione, solamente, quando sarete nella pienissima conoscenza, perché le Sapienze sono state date progressivamente agli uomini, apparentemente senza connessione l’una con l’altra, e perciò tutti i doni dall’alto sono delle Sapienze chiuse in sé, ma assolutamente necessarie per rendere comprensibili le successive.

Tutto contribuisce unicamente a stimolare l’attività del pensare dell’uomo, e quindi a prendere contatto con tutto lo spirituale che vi circonda. Di conseguenza, gli insegnamenti devono essere offerti in modo che l’uomo possa dare uno sguardo in tutte le regioni e poi vi possa riflettere, e tutte le Comunicazioni devono essere offerte al ricevente, comprensibili in modo tale, che tutto ciò che egli riceve, lo comprenda e gli sia presentato in certo qual modo figurativamente davanti agli occhi, sia la Creazione, come anche l’attività degli esseri spirituali nell’aldilà! E questo avviene tramite degli Insegnamenti preparati provvidenzialmente, che si susseguano così da poter essere accolti dalla sua capacità di pensare e dalla facoltà di comprensione di ciò che gli è offerto.

Perciò, le rivelazioni, sono, di quando in quando, …apparentemente senza coesione. Ora è scelto l’uno, ora l’altro tema per dettagliate considerazioni, poiché la necessità la riconoscono in ogni tempo le essenze spirituali insegnanti, le quali poi, completano sempre la mancanza di conoscenza, se c’è questa necessità.

Devono continuamente essere offerte delle ripetizioni, fino a quando il figlio terreno non sia del tutto compenetrato e gli siano diventati chiari sia il significato che l’importanza del Patrimonio spirituale trasmesso. Sottoporre agli uomini un unico insegnamento, non condurrebbe mai a una tale conoscenza, …com’è necessario per l’azione didattica. E ad ogni domanda spirituale deve poter essere risposto nuovamente con la più estrema chiarezza e determinazione, se la Dottrina divina deve trovare accesso fra gli uomini, e per questo, …è necessaria la più grande e ampia conoscenza.

Perciò ti giungono spesso delle comunicazioni che credi di aver già ricevuto. E questo è necessario, affinché un giorno possa essere insegnato in modo chiaro e inequivocabile tramite te – a colui che ti chiede la spiegazione della Parola divina – che solo la massima attenzione ed un volenteroso accoglimento, procurano in breve tempo una determinata maturità, perciò ogni comunicazione è pensata ben saggiamente e, …ti giunge secondo la Volontà del Signore.    Amen!

 

*  *  *  *  *

Pagina precedente