B. D. nr. 1418

(14. 05. 1940)

 

Dio interviene su chi si affiderà a Lui, salvandolo dall’avvenimento

 

[nel tempo della fine …]

 

E’ una lotta inutile che il mondo condurrà reciprocamente, perché non porterà ad alcun risultato soddisfacente. Sarà deciso dal Signore del Cielo e della Terra, che questa sia terminata in altro modo di come il mondo lo spera, ma questa fine sarà indescrivibile! Il rumore della lotta sarà ancora superato dalla Voce di Dio, …che suonerà dall’alto! Essa provocherà uno smisurato caos tra gli uomini, perché nessun comando umano potrà incuterle un freno, e gli uomini dovranno lasciar passare su di loro – impotenti – l’invio del Signore.

E dunque sarà lasciato a ogni singolo, di riconoscere la mano di Dio e sottomettersi, oppure ribellarsi contro il destino che lo colpirà, perché il pensare dell’umanità deve essere rivolto violentemente su Dio! E benedetto colui che trova questa via e riconosce Dio come l’Artefice di tutto l’avvenimento e si raccomanda a Lui e alla Sua Grazia. Tuttavia, questi saranno solo pochi, perché lo spirito degli uomini sarà abbagliato! Le loro chiarificazioni del nuovo tempo1 avranno fatto perdere loro la fede in un Essere, il Quale decide tutto sulla Terra, e nella loro predisposizione d’animo arrogante, troveranno difficilmente la via del ritorno a Dio, e questa arroganza spirituale sarà la loro rovina!

 Solo chi si sente piccolo e impotente e chiede aiuto a Dio, costui conserverà la sua vita, …anche se la perderà sulla Terra; ma chi non crede di aver bisogno dell’aiuto di Dio, …si è giocata la sua vita in modo terreno e spirituale! E tuttavia, Dio gli lascia la vita terrena! Così, questo è soltanto un Atto della massima Misericordia, …affinché debba ugualmente conquistare la conoscenza sulla Terra! Il Signore, infatti, conosce i cuori! Egli vede negli angoli più lontani! Egli riconosce ogni moto, e non lascia andare in rovina ciò che è ancora possibile salvare!

E colui che in mezzo agli spaventi chiede aiuto a Dio – il Signore – nel cuore di costui entra una meravigliosa calma! Allora riconoscerà all’improvviso la vita terrena senza valore, se non è accompagnata da profonda fede, e questa riconoscenza lo indurrà a sacrificare ora volontariamente, ciò che prima gli sembrava desiderabile. Egli si riconcederà volonterosamente incontro al Signore, e ben dalla Sua mano, …prenderà: o vita, …o morte! Egli sacrificherà solo il suo corpo, per risvegliarsi nell’aldilà alla vita, e così il suo trapasso da questo mondo non sarà un fallimento, ma resurrezione a una vita migliore.

La Volontà divina assegna a ognuno il suo posto! Egli toglierà dal mondo colui il cui tempo è terminato, …e riconsegnerà al mondo, …colui il cui cammino terreno non è ancora completato, perché nulla è arbitrario di ciò che avviene, ma tutto è deciso dalla Saggezza e Amore di Dio. Ciò nonostante, chi poi non riconosce ancora la mano di Dio, la sua anima è in grave necessità, poiché per essa, …non c’è alcun mezzo di salvezza, essa ha enormemente ingrandito la distanza da Dio durante la sua esistenza terrena, e nuovamente, è attratta verso uno stato vietato. Quindi, il suo cammino sulla Terra è completamente inutile, dato che non ha riconosciuto Dio! E a tali anime, …Dio farà risuonare la Sua Potenza! Se però anche questa Chiamata si estinguerà inascoltata, allora, il destino di queste anime, …sarà solo eterna dannazione!    Amen!

 

________________

1nuovo tempo’ : il riferimento è al ‘tempo della fine’, innescato dall’asteroide caduto precedentemente.

 

*  *  *  *  *

Pagina precedente