B. D. nr. 1887

(13. 04. 1941)

 

La catastrofe del mondo si svolgerà in modo naturale per non ledere la fede

 

Per quanto minimo possa anche sembrare a voi uomini che nella natura si svolgano dei cambiamenti, tuttavia questo è di così grande importanza, poiché questi sono i pre-segni di grandi avvenimenti. Ogni processo deve avere sia una spiegazione spirituale come anche terrena, cioè quello che si compie nella vita spirituale, deve anche poter essere spiegato logicamente in modo terreno, …e avere nuovamente la spiegazione in processi puramente naturali.

Quindi la liberazione dello spirituale dalla forma solida deve nuovamente essere collegato con un fenomeno della natura comprensibile agli uomini, e questo fenomeno della natura deve nuovamente, …poter essere spiegato terrenamente (umanamente), e questo, allo scopo che l’uomo non sia costretto ad accettare l’avvenimento che si svolgerà – per via degli esseri spirituali – come spedizione divina.

Un avvenimento straordinario per il quale non fosse possibile trovare nessuna spiegazione, costringerebbe gli uomini obbligatoriamente alla fede, e una tale fede non è voluta da Dio; ma dove l’uomo può dare a se stesso una risposta, non è così facilmente incline a vedere in una catastrofe della natura una spedizione divina. Se tuttavia lo fa, allora la sua fede è completamente libera, e quindi giusta davanti a Dio. Alla grande catastrofe mondiale, precederanno ben innumerevoli segnali, tuttavia solo una piccola parte saranno considerati dai credenti, e quindi il mondo starà ancora davanti a grandi sorprese.

La spiegazione spirituale di una catastrofe mondiale è facilmente comprensibile all’uomo credente, ma essa la deve anche accettare senza che gli possa essere dimostrata. La spiegazione terrena, però, sarà anche comprensibile all’uomo miscredente, poiché egli ha la possibilità di esaminarla. E così nel prossimo tempo aumenteranno i fenomeni che annunceranno un cambiamento violento della superficie della Terra. Le irregolarità delle leggi della natura sono ancora minime, però la Decisione divina solleva anche la legge della natura, se essa è necessaria.

Ogni avvenimento ha il suo fine, e così molti fenomeni della natura provocheranno all’improvviso una catastrofe che si svolgerà per Volontà divina nell’ambito del naturale, appunto, per non costringere gli uomini alla fede. Se ora l’interno della Terra comincia a muoversi, allora è sempre preceduto da certi cambiamenti della superficie della Terra. Perciò la Terra mostrerà localmente maggiori masse d’acqua, che cercheranno un deflusso, e non lo potranno trovare da nessuna parte, di conseguenza spingeranno verso l’alto e si creeranno l’afflusso con forza elementare. Questo sarà l’inizio della catastrofe in arrivo, …che si svolgerà in modo puramente naturale.    Amen!

 

*  *  *  *  *

Pagina precedente