B. D. nr. 2295

(10. 04. 1942)

 

L‘attività didattica sarà vietata dopo la catastrofe

In quel tempo, anche segni e miracoli

 

Non è facile iniziare il prossimo e condurre gli uomini alla fede, se essi si sono già completamente dati contro, e nondimeno, il tentativo deve essere fatto, affinché a tutti, ancora una volta, sia insistentemente rimesso davanti agli occhi a quali terribili conseguenze conduca una vita terrena senza fede in un giusto, saggio, onnipotente e, oltremodo, amorevole Creatore. Perfino gli uomini che finora sono stati nella fede tradizionale, cederanno in vista della grande catastrofe della natura e delle sue ripercussioni. E allora sarà assolutamente necessario riparlare dell’Amore di Dio, il Quale dovrà intervenire per via delle anime umane e dell’immenso pericolo cui andrebbe incontro l’uomo, se valessero solo i sensi e le aspirazioni alla materia.

Inizialmente gli uomini potranno ancora parlare, ma poi delle disposizioni molto nette vieteranno l’attività didattica, e questo sarà il tempo dell’apostasia da Dio, in cui gli uomini troveranno poco ascolto se vorranno di nuovo riedificare la vecchia fede. E perciò Dio provvederà i Suoi servi con grande forza, e ci saranno segni e miracoli, per fortificare gli uomini credenti; gli increduli, per ricondurli alla fede. E quindi non temete e non diventate timorosi o increduli, bensì costruite saldamente per Dio. Infatti, Dio sa di questo tempo, ed ha preparato tutto, in modo che voi che volete servirLo, riconosciate nel decorso dell’avvenimento mondiale, quando è da attendersi l’ora che porti con sé la decisione, …sulla vita o sulla morte di ciascuno. Sulla vita e sulla morte, cioè fede, …oppure assenza di fede.

Non ci sarà più una lunga dilazione, che Dio concederà, poiché è in arrivo il giorno che scaglierà il mondo nella suprema agitazione, e dopo questa catastrofe, l’umanità sarà ricettiva e volonterosa d’accogliere la verità di Dio, quando le sarà offerta, e poi inizierà il compito terreno di quelli che vogliono servire Dio. Allora Essi dovranno predicare e non lasciarsi trattenere dalle voci dei potenti, poiché Dio offrirà loro, grazie in misura straordinaria, cosicché l’uomo possa eseguire molto, non appena sarà volonteroso di aiutare l’umanità sofferente. E così gli insegnanti potranno dimostrare le loro parole con le azioni; infatti, l’umanità non crede più alle sole parole, se non vede prove schiaccianti.

Preparatevi a questo tempo, affinché non diventiate deboli e, …tradiate il Signore! Avete bisogno davvero di grande forza, ma se già prima vi collegate con Dio nella preghiera, vi arriverà la forza quando ne avrete più bisogno, poiché Dio non abbandona quelli che vogliono agire per Lui. E così Egli benedirà anche i vostri propositi e aumenterà la vostra volontà, e così, corroborati, potrete opporre resistenza alla lotta contro lo spirituale (negativo), …e il vostro agire non resterà senza successo – Amen!

 

*  *  *  *  *

Pagina precedente