B. D. nr. 2407

(13. 07. 1942)

 

Gli inviati di Dio quali forti combattenti tramite la Sua parola

 

[Nel tempo della fine]

 

Ogni inviato di Dio, cioè ogni uomo che Gli si offre per il lavoro e ora da Dio gli viene affidato un compito, deve dapprima rendersene degno attraverso l’attività d’amore per l’apporto di Grazia che vale per questo compito. Così, la volontà di servire Dio, deve anche essere messa in atto, così che l’uomo stesso viva la sua vita in modo compiacente a Dio. Allora deve vivere nell’amore e, con ciò, avvicinarsi a Dio, cosa che ora percepirà sensibilmente come un’aumentata forza perché possa operare per Lui.

Per poter adempiere il suo compito di diffondere la Parola di Dio fra gli uomini, deve comparire intrepido e coraggioso contro i suoi nemici. Deve rappresentare senza paura la missione divina, cioè non deve sentirsi ostacolato da regole umane, bensì deve adempiere primariamente le richieste di Dio non appena queste vanno contro le disposizioni umane. La forza gli giungerà direttamente per questo scopo, perché la lotta di fede richiederà un agire contro, un adoperarsi per la fede e resistere contro le pretese di coloro che vogliono invece escludere la fede dal mondo, il che non sarà mai possibile senza la forza di Dio.

A coloro che Dio sceglie invece come Suoi soldati, non mancherà mai la forza, non temeranno il mondo, …e perciò adempiranno le richieste divine. Parleranno dov’è necessario e tenteranno di far capire agli uomini il loro errore, si adopereranno pieni di convinzione per la fede, e vorranno trasferire la stessa anche al prossimo, perché vorranno costantemente dare, perché riconosceranno la miseria animica di coloro che vivono senza fede, e vorrebbero portare loro la salvezza. Non temeranno le disposizioni mondane, perché riconosceranno un altro Signore più potente, su di sé, …Colui al Quale tutto è sottoposto, perché aspireranno di adempiere il Suo incarico e perciò saranno anche certi della Sua protezione, …perché si sentiranno custoditi sotto Sua protezione.

Essi serviranno Dio, e non il mondo, e quindi Dio darà loro anche ciò di cui avranno bisogno e che il mondo non può dare loro: …la forza dello Spirito! Egli farà giungere loro la Sua parola, …che compenserà tutti i tesori terreni. La Sua parola, la Sua diretta Irradiazione, …è perciò imperitura; e ora, da questa Parola l’inviato di Dio potrà attingere continuamente forza, senza mai scoraggiarsi, quando riceverà direttamente tale forza da Dio, quando gliela trasmetterà la stessa Parola divina modellandolo in un forte combattente per Dio. E Dio ha bisogno di tali combattenti, …affinché Egli possa parlare agli uomini tramite loro. Egli ha bisogno di uomini attraverso cui Egli stesso possa agire, che quindi temono solo Dio, e non gli uomini, …i quali sono comunque impotenti di fronte a Lui.    Amen!

 

*  *  *  *  *

Pagina precedente