B. D. nr. 2495

(4. 10. 1942)

 

Materia e spirito sono in opposizione

Esistono creazioni invisibili che influiscono su quelle visibili

 

[prosegue dal n. 2494]

 

Spirito e materia sono in opposizione, nella misura in cui, quanto lo spirituale si unifica, tanto la materia si dissolve. Lo spirituale fugge dalla forma, la materia stessa, invece, svanisce, cioè le sue sostanze si disperdono e si spargono nel regno spirituale; dunque, la materia ha percorso tutta la via terrestre, poiché è senza consistenza, passa non appena lo spirituale in essa non ne ha più bisogno. La Volontà divina di creare, però, fa sorgere continuamente da queste sostanze spirituali nuovi elementi creati, quindi il mondo materiale, cioè la Creazione visibile all’uomo, non cesserà mai di esistere, perché in questa, lo spirituale deve percorrere il suo cammino di sviluppo.

Tuttavia esistono anche delle creazioni invisibili come tali, nelle quali lo spirituale non necessita di nessun involucro solido, quindi non è più legato nella materia. Queste creazioni sono delle forme spirituali che possono quindi essere contemplate solo spiritualmente, e pertanto vengono anche abitate solo da certi esseri che stanno in un grado di maturità simile, cosicché loro riescono a contemplare spiritualmente. Queste creazioni sono differenti da quelle del mondo materiale. Esse verrebbero dichiarate dagli uomini sulla Terra come non esistenti, perché non sarebbero afferrabili o visibili, eppure essi stanno in strettissimo contatto con il mondo visibile, poiché da questi mondi, la Terra, cioè i suoi abitanti, sono influenzati spiritualmente a superare la materia come tale, e a porsi in uno stato che è raggiungibile indipendentemente dalla materia.

Ciò che proviene da questo regno spirituale, riguardo questo, indicherà sempre di separarsi dalla materia, vale a dire, a cercare l’unione con lo spirituale maturo e a disprezzare la materia come inutile, perché effimera. Infatti, il tendere alla materia rende l’uomo incapace di guardare in quel regno spirituale, e quindi, anche incapace di rimanere in un mondo invisibile. Il mondo materiale è un mondo di lotta, …il mondo spirituale è un mondo di Pace. La materia è sostanza composta da sostanze spirituali che non hanno ancora da registrare nessun processo di sviluppo, nonostante ora lo inizia, quindi le viene assegnato un compito da Dio di essere l’involucro per lo spirituale che tende verso l’alto, finché questo è necessario. Nondimeno, in fondo in fondo la materia è una Forza fuoriuscita un giorno da Dio, che la Volontà divina ha fatto diventare forma, …al fine di redimere tramite essa lo spirituale caduto.    Amen!

 

*  *  *  *  *

Pagina precedente