B. D. nr. 2504

(11. 10. 1942)

 

La veemente lotta di fede necessaria per la decisione

La straordinaria forza concessa ai credenti

 

[nell’ultimo tempo del tempo della fine]

 

Sono le forze delle tenebre che ora presseranno. Il loro potere è così grande perché sono gli stessi uomini a darsi al loro potere, e perciò riescono anche a essere dominati da queste. Queste avvelenano i pensieri degli uomini, tanto da allontanarli dal buono e dal vero, e quindi sono succubi di questi poteri. Questo è un completo distacco da Dio, perché è Dio il Vero, è Egli il Buono, che gli uomini non considerano. Le forze degli inferi, di conseguenza, prendono possesso degli uomini, e perciò il loro agire reciproco non può essere che cattivo.

Così l’influenza demoniaca va oltre, cosicché per la condotta di vita degli uomini saranno disposte altre direttive, con le quali gli uomini vi si riconosceranno volentieri e senza esitazione. E sarà dichiarato giusto, ciò che è ingiusto, sarà permesso ciò che infrange i Comandamenti divini e ciascuno potrà fare e lasciare ciò che vuole, se solo serve al proprio vantaggio; e il disamore assumerà sempre maggiori dimensioni e, di conseguenza, anche le azioni degli uomini nelle quali si esprimerà chiaramente l’influenza del male.

E quindi, lo spirituale buono, le forze che sottostanno alla Volontà di Dio, dovranno dare una battaglia rafforzata contro le forze degli inferi nel regno spirituale, e sulla Terra, …anche gli uomini eletti da Dio, gli uomini che cercano di adempiere i Suoi Comandamenti – perché Lo riconoscono e Lo amano – dovranno andare in battaglia contro i rappresentanti del potere maligno, contro coloro che rinnegano Dio e conducono il loro modo di vita contro la Volontà divina. E questa sarà una lotta violenta! Da parte di questi ultimi sarà eseguita in tutta la durezza, perché è l’aspirazione del malvagio di distruggere tutto ciò che si afferma per Dio, per sradicare completamente la fede in un Dio e insediare sulla Terra un insegnamento diverso che corrisponda meglio al pensiero dell’umanità diventata disamorevole. E la lotta sarà difficile per i credenti!

Tuttavia sarà Dio stesso ad assisterli, …poiché questa lotta era prevista fin dall’eternità! Dio compenetrerà con il Suo Spirito quelli che Gli vorranno appartenere; Egli darà loro una forza straordinaria, perché Egli stesso opererà attraverso gli uomini che Gli si offriranno volontariamente come strumenti. E perciò gli uomini credenti riusciranno a fare molto di più che i loro avversari, anche se questi saranno assistiti dal potere terreno, poiché combattere contro Dio deve condurre inevitabilmente alla rovina.

Questa lotta deve esserci, perché deve aver luogo una separazione fra l’umanità; ognuno deve decidersi chiarissimamente da sé. E perciò l’uomo sperimenterà delle cose che lo indurranno alla riflessione e lo spingeranno a una decisione. E ben per colui che percorrerà la retta via; ben per colui che riconoscerà la forza di Dio negli eventi straordinari, …e si schiererà con coloro che stanno nella fede. Costui rinuncerà certamente al mondo e ai suoi beni perché ora avrà perduto dei diritti, ma scambierà molto di più per questi, …con dei beni che avranno sussistenza per tutta l’eternità!    Amen!

 

*  *  *  *  *

Pagina precedente