B. D. nr. 2754

(26. 05. 1943)

 

La trasformazione della Terra avverrà velocemente per Volontà divina

Per i salvati la legge del tempo non sarà applicata

 

In quale modo si svolgerà la trasformazione della Terra, gli uomini del tempo attuale non lo possono comprendere, e pertanto, a loro appare anche impossibile che gli uomini di questa Terra debbano vivere sulla nuova Terra, pur comprendendone la rimozione dei credenti. Gli uomini di questa Terra lasciano valere solo ciò che ha per base le leggi della natura, ma nella trasformazione della superficie terrestre sarà attiva la divina Volontà, in un modo tale, che per l'uomo sarebbe inafferrabile se egli potesse sperimentarla, cioè se potesse osservarne il procedimento. In un certo qual modo, sarà un cambiamento non vincolato né al tempo né allo spazio, poiché la Volontà, la Forza e il Potere di Dio saranno efficaci al di fuori della legge della natura. Sarà certamente uno sviluppo progressivo, che però si svolgerà in un tempo che per gli uomini è di una velocità inafferrabile; perché spazio e tempo esistono per l'uomo, anche se egli è l'essere il più altamente sviluppato, …tuttavia ancora imperfetto.

Se però, l'uomo stesso non esisterà più – quando i rimossi come unici uomini viventi saranno stati tolti dalla Terra –, anche la legge del tempo non sarà più valida, quindi, Dio potrà far diventare la Sua Volontà immediatamente attiva nell’azione, se questo corrisponde alla Sua Sapienza. Così, Egli potrà inserire i Suoi pensieri nel mondo come creazioni, potrà legare lo spirituale a Lui avverso nelle creazioni, così come è utile per il loro successivo sviluppo, ed Egli potrà far sorgere queste creazioni al momento, perché per questo, basta la Sua Volontà.

Dio stesso è il Legislatore nella Sua infinita Creazione, e le Sue Leggi sono fondate nella Sua ineguagliabile Sapienza. Tuttavia, lo scopo della Legislazione è sempre la maturazione dello spirituale, per cui questo stesso deve sempre adeguarsi alle Leggi divine, se deve maturare. Così, quando un periodo di redenzione avrà trovato la sua conclusione con l'ultimo Giudizio, con la definitiva decisione dello spirituale che tende a Dio e di quello che Gli è renitente, allora quest'ultimo sarà di nuovo legato nella forma, mentre il primo potrà abbandonare la forma e, soltanto tramite la Sapienza e la Volontà di Dio, …conservare ancora per un certo tempo la forma esteriore per la fondazione di una nuova razza umana. Però, ciò che sarà legato nuovamente nella forma, non avrà bisogno di nessuna spanna di tempo, perché non si svolgerà davanti agli occhi degli uomini, i quali sperimenteranno certamente la distruzione della vecchia Terra, ma non la sua trasformazione.

Ad essi, infatti, sarà tolto il concetto di tempo, così che non avranno nessuna chiarezza di quanto tempo sia passato, fino a quando non saranno di nuovo stati ricondotti alla nuova Terra. Il ricordo alla vecchia Terra non sarà loro tolto, e perciò essi riconosceranno il Potere e la Forza di Dio e il Suo Amore, e Lo glorificheranno e Lo loderanno e Gli saranno dediti nella profonda gratitudine. Essi afferreranno i miracoli della nuova Creazione tramite la loro profonda fede, cioè sapendo che, per Dio, nessuna cosa è impossibile, e perciò accoglieranno tutto con infantile naturalezza, perché tramite l'amore staranno anche nel giusto rapporto di un figlio verso il Padre, …riconoscendo il Suo governare e agire.

La loro fede sarà così profonda, che ogni meraviglia avrà la sua spiegazione nell'Onnipotenza, Sapienza e Amore di Dio e quindi nulla sembrerà loro impossibile; essi non dubiteranno, non si lambiccheranno il cervello e non rifletteranno su come si sia svolta l'Opera di trasformazione e di quanto tempo Dio abbia avuto bisogno, bensì considereranno tutto come la Volontà di Dio divenuta forma, essendo diventati sapienti attraverso la loro fede e il loro amore, e considereranno anche la nuova Creazione per quello che è: …come involucro dello spirituale che non è ancora sviluppato e deve ancora giungere alla maturazione! E chi conoscerà questo, per lui non sarà più nulla di miracoloso, poiché, per ogni procedimento, troverà la spiegazione nello scopo della Creazione.    Amen!

 

*  *  *  *  *

Pagina precedente