B. D. nr. 2811 a/b

(12. 07. 1943) e (14. 07. 1943)

 

L’unfuriare delle potenze della natura tramite un portentoso avvenimento

Le condizioni di vita cambieranno completamente nell’ultimo tempo

 

[nell’ultimo tempo del tempo della fine]

 

Non è possibile far credere agli uomini che nel prossimo tempo si svolgerà un totale cambiamento della loro vita terrena! Loro contano su una fine del tempo di sofferenza con una successiva ricostruzione e rifioritura, con un miglioramento delle condizioni di vita e in un tempo di pace e tranquillità che darà il cambio al tempo della confusione e delle sofferenze, e non vogliono credere che davanti a loro starà un tempo ancora molto più difficile, che non avranno da aspettarsi nessun miglioramento, bensì dovranno passare ancora attraverso indicibili enormi sofferenze e miseria, se considereranno ogni indicazione, come errata o immaginaria.

Perciò è molto difficile indurli a un altro modo di vivere, a stimolarli ad un cammino di vita gradevole a Dio e a un cosciente lavoro sulle loro anime, poiché solo la fede in questo li farebbe seriamente tendere a conquistarsi la compiacenza di Dio. Invece così, non prendono notizia di questo, né sentono tutti gli avvertimenti di Dio, benché Egli parli loro attraverso miseria e tribolazioni; e questa mancanza di fede aggrava l’oscurità spirituale, poiché non c’è nessun mezzo a illuminarli. Infatti, la stessa Luce viene spenta, …quando viene accesa e dovrebbe illuminarli.

 

(14. 07. 1943)

Dio stesso s’impietosisce di questi uomini e cerca di portare loro l’illuminazione dello spirito. Invece loro si chiudono e non potranno mai giungere alla verità. Solo la verità li può salvare; tuttavia non la vogliono sentire, perché contraddice completamente i loro piani per il futuro, perché li priva della speranza in un miglioramento terreno e del termine del loro stato di sofferenza, pretendendo da loro una trasformazione delle loro anime e un cambiamento del loro pensare abituale.

Essi non vogliono crederci, e perciò non c’è nessun altro mezzo per indurli alla fede, …che una miseria terrena sempre più crescente, poiché solo tramite questa possono perdere il loro senso troppo terreno. E questa accresciuta miseria terrena sarà provocata da un avvenimento che metterà nell’ombra tutto ciò che sarà stato fino ad allora, perché gli uomini saranno esposti all’infuriare delle potenze della natura, alle quali la volontà umana non può comandare uno stop, poiché, solo se riconoscono una Potenza superiore, vi si piegano e chiedono umilmente l’aiuto.

Ben migliaia di uomini saranno duramente colpiti, e la sofferenza sarebbe sufficiente a portarli a conoscere la propria impotenza e, …indurli all’intima invocazione per l’aiuto di Dio. Ma finché sono degli uomini a essere gli autori della grande miseria, la conseguenza è un odio accresciuto e, spesso, un aumentato ateismo, perché nella grande miseria non sono più in grado di riconoscere il Dio dell’Amore.

Non appena, però, di fronte a loro sta una Potenza che devono riconoscere – perché Questa si manifesta con evidenza – esiste anche la possibilità che si pieghino a questa Potenza e Le chiedano pietà; e allora Dio può intervenire aiutando. Questo è certamente un mezzo d’educazione estremamente doloroso, ma dev’essere impiegato se almeno una piccola parte dell’umanità deve ancora essere salvata, cioè che riconosca Dio pure nell’ultima ora nel frastuono delle potenze della natura, e stabilisca il collegamento con Lui, senza il quale non c’è nessuna salvezza! E così, davanti all’umanità sta l’avvenimento più portentoso al quale non può fuggire, …

 

(14.07.1943)

ma che Dio non può impedire, perché essa non dà ascolto ai suoi ammonimenti e avvertimenti, e non cambia nel modo di vivere, bensì, senza badarvi, si trascina.

La minima volontà rivolta a Dio fermerebbe questo avvenimento e determinerebbe Dio alla Misericordia e alla Longanimità, invece gli uomini si allontanano sempre più da Lui, e agiscono contro la Sua Volontà. E Dio ha previsto questa volontà fin dall’eternità, e perciò Egli sa anche fin dall’eternità dell’effetto della volontà invertita degli uomini, …e impiega l’ultimo mezzo per conquistare per sé ancora degli uomini non del tutto ribelli a Lui. Egli farà tremare la Terra e, tramite questo, …metterà negli uomini paura e spavento. Egli parlerà loro tramite gli elementi della natura, portando all’irruzione delle potenze della natura ed esprimendoSi attraverso queste con una Voce forte e udibile.

E questo avvenimento avrà dopo, per conseguenza, grandi cambiamenti, tramite i quali si produrrà una completa svolta nell’intera conduzione di vita di ciascuno, tali per cui, le conseguenze della catastrofe della natura saranno di così grande importanza, che ciascuno le dovrà considerare, quindi nessuno ne rimarrà non influenzato. E ben per colui che cambierà ancora il suo pensare; ben per colui che sarà in grado di riconoscere la Mano di Dio in tutto ciò che il tempo veniente infliggerà sugli uomini; ben per colui che ritrova la via del ritorno a Dio, che cercherà di adempiere la Sua Volontà e, …ristabilirà il giusto rapporto con Lui. Dio lo aiuterà nel bisogno, e il difficile tempo non sarà invano per lui, se da ciò la sua anima sarà strappata dall’abisso, …prima che sia troppo tardi. – Amen!

 

*  *  *  *  *

Pagina precedente