B. D. nr. 2850

(15. 08. 1943)

 

Dio pretende la fede nelle predizioni e nella Sua parola

Dovete indicare sempre il tempo della vicina fine!

 

Lasciate cadere ogni considerazione, e credete senza dubitare ciò che Io vi annuncio attraverso la Mia parola. C’è questo della massima importanza: voi che dovete trasmettere la Mia parola, abbiate voi stessi il pieno convincimento della verità, perché solo allora potrete adoperarvi per questa, quando in voi non ci sarà alcun dubbio, e voi stessi starete nella profonda fede in Me e nella Mia parola!

Ciò di cui Io v’informo è destinato all’intera umanità! Infatti, Io non voglio esortare e avvertire il singolo uomo, bensì, attraverso ciascuno, voglio parlare a tutti, e indicare loro il tempo della vicina fine! Voglio annunciare loro ciò che ho pianificato fin dall’eternità! Voglio dare loro, tempo e occasione per prepararsi a questa fine, e perciò invio loro incontro i Miei messaggeri, i quali devono annunciare a tutti, ciò che ho deciso! E devo menzionare anche l’avvenimento in arrivo. Devo predire agli uomini il cambiamento delle loro condizioni di vita e, conseguentemente, dare a ciascuno la facoltà di vedere il futuro, e indicare ciò che sta per arrivare, perché voglio che essi tengano presente la vicina fine, e dunque, lavorino assiduamente sulle loro anime, cioè tendano alla loro perfezione attraverso un cammino di vita a Me gradito.

Ed è per questo, che Io fornisco attraverso la Mia Parola, attraverso la Voce dello Spirito, una descrizione di ciò che sta arrivando, annunciandovi una catastrofe della natura la cui dimensione significherà un totale cambiamento delle vostre condizioni di vita, e perciò sarà d’inimmaginabile effetto. E coloro cui ne do l’annuncio, devono a loro volta trasmetterlo; devono parlarne a ognuno senza timore e senza riguardo! Devono insistentemente sostenere davanti agli occhi di tutti, che ogni giorno può portare l’avvenimento, e che gli uomini stanno davanti a una grande ‘prova’! Essi non devono dare loro più molto tempo, ma annunciare la catastrofe come molto vicina. Loro stessi devono tenersi pronti giornalmente e, a ogni ora, affinché siano in grado di iniziare in qualsiasi momento la loro funzione d’insegnamento, quando avrà avuto luogo il grande scuotimento della Terra! E non devono indietreggiare di fronte a minacce di qualsiasi genere, perché è Mia Volontà che l’umanità riceva l’annuncio! È Mia Volontà che alcuni uomini si dichiarino pronti a indicarlo ad altri.

E quindi, istruisco Io i Miei servi, fedelmente, nella verità, affinché questi se ne possano servire nella profonda fede; conseguentemente, non parlo loro in immagini, bensì do loro chiaramente e comprensibilmente una descrizione degli eventi che dovrà essere trasmessa nello stesso modo, chiaro e comprensibile non appena colui cui è assegnato il compito di trasmettere al prossimo le Mie comunicazioni, è nella stessa fede. Infatti, è Mia volontà che di ciò se ne parli apertamente, perché solo così potrà essere data all’umanità la conoscenza di ciò che è in arrivo, …che è inevitabile perché lo richiede la sua stessa miseria spirituale!

La fede nella Mia parola, in voi, dev’essere profonda e irremovibile, affinché Io stesso possa parlarvi, poiché, quando siete fiduciosi, pronunciate solo ciò che il Mio Spirito richiede, e Io stesso posso quindi parlare attraverso di voi. Se però la vostra fede è superficiale, parlerete solo timidamente, e allora resterà anche senza effetto su quelli che vi ascoltano. Essi devono però essere avvertiti attraverso di voi; devono meditare su ciò e riflettere su se stessi. Devono prendere in considerazione una catastrofe della natura, perfino quando essi stessi non ne siano convinti, affinché, quando avverrà, rivolgano i loro pensieri a Me e, in questa, Mi riconoscano.

Io voglio che ne parliate e lo indichiate alla gente! Voglio che lasciate cadere ogni dubbio! Voglio che voi stessi vi atteniate alle Mie parole e le crediate, poiché solo un uomo profondamente credente può adoperarsi con giusto zelo per ciò che il Mio Spirito gli mostra. Ma la fede dev’essere conquistata nella preghiera, ambita con la ferma volontà; l’uomo deve lasciare completamente il suo cuore a Me, senza nessuna resistenza, affinché Io possa operare in lui. L’uomo deve sentire il Mio Amore, deve sapere che Io non guido gli uomini nell’errore, bensì voglio portare loro la verità e proteggere dall’errore colui che Mi desidera. Io, miro solo a strappare l’umanità dagli errori, e fornire a tutti, per questo, la verità!

E’ sbagliato il pensiero di quelli che credono di poter continuare liberamente la loro vita terrena senza fede in Me e senza la fede in una responsabilità del passato dinanzi a Me. Io cerco di correggere quest’errore, e perciò invio loro degli ammonitori, i quali devono renderli attenti annunciando loro una dimostrazione della Mia Forza e Potenza, e anche annunciando il Mio Amore! Infatti, solo ciò che è stato annunciato loro prima, …potrà smuoverli poi alla fede in Me.

E pertanto, deve essere menzionato ciò che sta per arrivare! Sempre e continuamente voi dovete dire che Mi manifesterò attraverso una catastrofe della natura, come dimostrazione che sono Io a guidare il destino di tutti gli uomini, affinché arrivino al riconoscimento di Me stesso, se non sono ostinati e incorreggibili. Il Mio Amore Mi determina a farlo notare all’umanità; tuttavia, per farlo, devo servirMi di individui volenterosi, per non limitare gli uomini nella loro libertà di fede. Questi, però, devono parlare in Mia vece, devono ascoltarMi e poi comunicare la Mia parola, poiché procurerò Io ad essi la verità, la quale, …è attraverso di loro che deve essere diretta al prossimo.    Amen!

 

*  *  *  *  *

Pagina precedente