B. D. 2873

(7. 09. 1943)

 

Ogni fase di sviluppo è diversa in rapporto allo spirituale da servire

La reincarnazione è in assoluta contraddizione alla Legge divina

 

Le Leggi divine sono stabilite fin dall’eternità, ed è secondo queste Leggi che si svolge l’intero sviluppo verso l’alto, sia nel regno materiale come nel Regno spirituale. Ci sono delle creazioni di molteplici specie materiali, e altrettanto di specie spirituale, e tutte queste creazioni hanno il solo scopo di ricondurre di nuovo a Dio lo spirituale-lontano, fino a Lui! Tuttavia, ciascuno stadio di sviluppo è diverso, come completamente differenti sono anche le singole creazioni; quindi esse, così, serviranno sempre allo spirituale come soggiorno, nel grado di maturità adeguato alla loro costituzione. Sempre, vi sarà da registrare uno sviluppo dello spirituale verso l’alto, …non appena esso cammina nello stato dell’obbligo attraverso la Creazione materiale!

 Un arresto, oppure una retrocessione dello sviluppo come essere umano, …potrà subentrare nell’ultimo stadio della Creazione materiale1, ma allora lo spirituale arriverà inevitabilmente nell’ulteriore Regno che non gli assegnerà ulteriori creazioni materiali. Anche allora potrà essere registrata una stasi, un arresto o un regresso, perché anche nel Regno dello spirito, l’essere quando è solo estremamente debole, conserva l’essenza del libero arbitrio, non appena ha pure raggiunto un basso livello di maturità.

Ugualmente come nell’esistenza terrena lo sviluppo verso l’alto dipende però da un’attività, ed è quest’attività che agli uomini non è per nulla chiara e così deve restare poiché il suo significato essi non lo afferrano, d’altronde, però, esso sarà reso dipendente dalle creazioni terrene. Perciò gli uomini credono che ogni attività terrena presupponga cioè delle creazioni materiali, e di conseguenza sostengono il punto di vista che l’anima ritorni di nuovo nella sfera dove in precedenza non ha curato il suo sviluppo verso l’alto, …cosicché ritorni alla Terra per continuare là dove ha smesso, …affinché possa ripetere il suo percorso di sviluppo interrotto fino all’ultimo perfezionamento! E quest’opinione, porta a una dottrina che non corrisponde per niente alla Verità, la quale trova però, ovunque consenso, e perciò è molto diffusa: …la dottrina della reincarnazione sulla Terra!

Solo poche persone riescono a valutare, quanto proprio questa dottrina sia disastrosa per l’umanità, se essa non sarà confutata e corretta! Per tale ragione la Legge divina viene in certo qual modo, …calpestata! E poiché conformemente al Piano della Sapienza divina, tutto deve progredire se vuole giungere in alto, allora la reincarnazione dell’anima sulla Terra sarebbe un’involuzione! – E questa avrebbe luogo secondo Dio? Allora, non sarebbe essa, in assoluta contraddizione alla Legge divina, che mostra (richiede) un continuo progresso?

La stessa creatura, per la libera volontà, può certamente svilupparsi all’indietro nel gradino di Luce, ma non sarà mai ri-trasportata per Volontà di Dio in uno stato che una volta ha già superato, e non le sarà mai permesso di ripetere a volontà un processo nel quale, prima, ha fallito! Infatti, essa ha migliaia e ancora migliaia di possibilità per evolversi, comunque, sempre su altre Creazioni, …sotto condizioni completamente differenti!  – Amen!

 

____________________

1L’ultimo stadio della Creazione materiale: con ciò è inteso, probabilmente un lontanissimo tempo, allorquando la Creazione materiale, ovvero tutti i mondi, terre, lune, soli, costellazioni, soli centrali e primordiali, tutti i globi involucro, sarà alla fine, e perciò agli ultimi spiriti incarnati che si troveranno a non aver superato ‘la prova’, non essendo disponibile altra materia oramai alla fine, comunque non le si potrà concedere un'altra reincarnazione.

 

*  *  *  *  *

 

Pagina precedente