B. D. nr. 2901

(28. 09. 1943)

 

Il tempo della fine porterà enormi crudeltà, fino all’ultimo giudizio

 

[nell’ultimo tempo del tempo della fine]

 

Un tempo di eccezionali avvenimenti terrà gli uomini in costante agitazione, poiché ora proromperà il tempo della lotta più grave, e i presagi del tempo della fine diventeranno percettibili. Com’era stato annunciato in precedenza, così si adempirà! Il caos sarà sempre più grande; aumenterà la miseria terrena, gli uomini perderanno ogni speranza, comincerà un’afflizione e il basso stato spirituale sprofonderà sempre di più, poiché gli uomini diventeranno sempre più disamorevoli e si aggiungeranno danni in qualunque modo. Prevarrà l’amore dell’io, ora ogni azione sarà rivolta solo al proprio vantaggio, e in tal modo la miseria diventerà sempre più grande, e gli avvenimenti incalzeranno, e accadranno cose, …che nessuno in precedenza riteneva possibili!

Satana infurierà fra gli uomini e cercherà di rovinarli, e gli uomini offriranno la loro mano per le più grandi atrocità, senza indietreggiare e senza spaventarsi davanti a nulla, nell’egoismo e nelle brame animalesche. Essi praticheranno la vendetta in modo disumano, e non deporranno nessuna inibizione.

E questo, è il tempo in cui saranno stabilite le più grandi pretese sui sentimenti di giustizia degli uomini, dove essi dovranno decidersi per il giusto o per l’ingiusto, dove dovranno tracciare acuti limiti, …dove saranno trasgrediti i Comandamenti divini; dove quindi, non dovranno tollerare ciò che infrange questi Comandamenti, cioè non dovranno approvare con il silenzio oppure perfino con il consenso.

E’ il tempo in cui l’intervento divino sarà inevitabile, per porre fine all’estremo disamore, poiché questo degenererà nella più rozza crudeltà. Ciò che non è mai successo sulla Terra, ora si svolgerà, e gli avvenimenti si susseguiranno veloci, perché non ci sarà molto tempo, prima della fine, e questa, sarà ancora (più) terribile!

Perciò Dio scuoterà dapprima, pure i cuori degli uomini, e cercherà di indurli a pensare, e dunque, li renderà partecipi del destino dell’intera umanità. Egli non impedirà agli uomini di sbranarsi reciprocamente, e il mondo sperimenterà cose, che saranno inimmaginabili nella loro grandezza e crudeltà, poiché sarà il tempo della fine, un tempo del terrore, che potrà ancora essere superato solo dall’ultimo Giudizio, il quale non verrà sulla Terra da parte degli uomini, ma sarà solo un Atto della Giustizia divina, …che porrà fine alle innominabili ingiustizie!    Amen!

 

*  *  *  *  *

Pagina precedente