B. D. nr. 2911

(6. 10. 1943)

 

Segni e miracoli dei credenti durante la lotta di fede

La forte volontà rafforzata capace di spostare i monti

 

[nell’ultimo tempo del tempo della fine]

 

Grazie alla forza spirituale che può affluire a un uomo, costui può compiere delle cose che sembrano soprannaturali, non appena usa bene la forza, cioè fa diventare attiva la sua volontà per eseguirle. Allora, solamente quando gli si unisce tale forza, …la volontà può diventare azione. Solo la fede nella forza divino-spirituale fa richiedere maggior forza, e allora l’uomo deve soltanto volere che tale forza si unisca a lui, che lo renda capace per eseguire delle azioni, e potrà compiere tutto con il sostengo della forza spirituale. Era questo lo stato primordiale dello spirituale: essere attivi creando e formando; e ora, in qualsiasi momento potrà raggiungere di nuovo questo stato primordiale, se la sua volontà è abbastanza forte.

La sua imperfezione, adesso, significa contemporaneamente, volontà indebolita, il che dunque non consentirà mai ad aspirare a quello stato primordiale, tuttavia, non appena l’uomo starà nella conoscenza dei suoi difetti, non appena tenderà di nuovo verso l’alto, alla perfezione, aumenterà in forza anche la sua volontà, e ora si aprirà coscientemente alla forza che è fluita attraverso di lui dal principio, e che anche ora è di nuovo smisuratamente a sua disposizione secondo la sua volontà, che tuttavia deve essere rivolta a Dio. La forza della volontà determina anche la misura della forza affluente, e quindi l’uomo può compiere tutto, non appena sottomette la sua volontà a Dio con la pienissima dedizione a Lui. Allora la Volontà di Dio è anche la sua, …e ora può permettersi cose soprannaturali attraverso la sua fede. Questa convinzione, questa volontà rafforzata e la pienissima dedizione a Dio, si manifesteranno nel tempo della lotta di fede attraverso segni e miracoli.

La miseria del tempo farà nascere nei credenti una forte volontà, cosicché la forza dello spirito divino si manifesterà evidentissima, poiché si sacrificheranno del tutto a Dio affidandosi alla Sua Giuda e al Suo operare. E allora, …Dio stesso potrà agire attraverso i Suoi; l’uomo compirà delle cose, …che altrimenti gli sarebbero impossibili. Tramite degli uomini ci saranno dei miracoli su altri uomini, i quali dovranno continuamente incitare alla fede, affinché confermino la forza della fede, …testimoniando per Dio e per la Dottrina divina.

Gli uomini saranno compenetrati dallo Spirito di Dio, e quindi per loro nulla sarà impossibile di ciò che vogliono. Essi saranno in grado di realizzare tutto grazie alla fede, poiché la loro aspirazione verso Dio avrà raggiunto un grado tale, che degli uomini non li potranno più ingannare! La loro fede sarà di quella forza, in grado di spostare i monti, e Dio stesso sarà con loro. Egli, …non lascerà andare in rovina la loro fede! Sarà Dio stesso a operare attraverso gli uomini, perché questi Gli si sacrificheranno completamente, …e non esisterà più nessun ostacolo che possa rendere impossibile l’operare di Dio, perché gli uomini lotteranno per la perfezione, e già solamente questa volontà li renderà capaci di compiere cose grandi.    Amen!

 

*  *  *  *  *

Pagina precedente