B. D. nr. 3143

(1. 06. 1944)

 

È il comportamento degli uomini ad attirare l’intervento di Dio

La fine della lotta tra i popoli con un avvenimento mondiale

Elementi della natura scatenati prima, per ammonire l’umanità

 

[nel tempo della fine …]

 

Quanto più il mondo s’ingarbuglia nell’errore, tanto più ci si allontana da Dio, e tanto più è senza amore l’operare e il pensare degli uomini che sono rivolti al mondo! E la crescente assenza d’amore spinge anche gli uomini a delle azioni che supereranno tutto ciò che finora è avvenuto, e gli uomini stessi si attireranno l’intervento di Dio! Gli uomini non riconoscono più l’ingiustizia di ciò che fanno! L’avvenimento mondiale sarà guidato in un binario, che nessuna via d’uscita terrena può più lasciarsi ulteriormente trovare! Il pensare degli uomini è sbagliato e del tutto lontano dalla Verità! Il bene viene perseguitato, il male rispettato, e così, l’Ordine divino rovesciato; questo, per conseguenza, deve avere quindi una totale decadenza! E così avanza sempre più il giorno che porrà una fine al caos; infatti, la situazione è così corrotta, portando perdizione all’umanità, che sarà posta una fine da parte di Dio.

E questa fine sarà vicina! La fine dell’infuriare degli uomini l’uno contro l’altro, la fine delle lotte dei popoli, che non potrà mai trovare l’assenso di Dio, perché è una lotta per il potere che non trova nobili motivi. L’odio e l’assenza degli uomini la provocheranno, ma questi non avranno imparato nulla in questa lotta; diventeranno più crudeli che mai, e il loro odio diventerà maggiore e farà commettere degli atti oltraggiosi che non potranno essere eseguiti in modo peggiore.

E Dio porrà una fine a questo agire, in un modo, che Egli dovrà essere riconosciuto! Lascerà venire una terribile miseria sugli uomini, che la loro volontà non potrà più evitare! Egli li spaventerà e farà sentire loro la propria impotenza, poiché si scateneranno gli elementi della natura a cui gli uomini saranno esposti impotenti. E questo ‘giorno’ non si farà più attendere molto! Verrà talmente all’improvviso e inatteso, che causerà un improvviso orrore! Saranno solo delle ore, e tuttavia di un tale incisivo significato, che tutto cambierà, e gli uomini si renderanno conto della disgrazia solo con il tempo, quando avranno afferrato l’intervento divino in tutta la sua dimensione. Infatti, Dio vuole rivelarsi agli uomini con il Suo intervento; vuole dimostrare loro che Egli stesso provocherà la fine, giacché gli uomini, non riscontrando nessuna fine, piuttosto si scannerebbero tra loro, che cedere, e vorranno terminare l’indicibile afflizione.

E perciò, la fine sarà diversa di come gli uomini se la immaginano. Dio dimostrerà la Sua Potenza e strapperà ai potenti terreni le armi dalle mani; deciderà Egli, e il risultato della reciproca lotta dei popoli deluderà gli uomini che volevano ottenere con violenza ciò che non spettava loro, e dovranno perciò riconoscere la loro impotenza! Infatti, stabilisce Dio, alla fine, l’avvenimento mondiale, anche se la volontà umana crederà di guidare questo! E la Sapienza di Dio riconosce anche il mezzo più efficace per gli uomini, e l’impiegherà per guidare il caos, che sarà la conseguenza dell’assenza d’amore, e perciò condurrebbe alla rovina, se Dio stesso non la terminasse.

E sarà il tempo della lotta, sostituito da un nuovo tempo di lotta che però non s’infiammerà per il potere mondano, ma per il Potere spirituale; infatti, la fine sarà vicina e, ancor prima, deve essere combattuta questa lotta spirituale: la lotta che vale per la fede in Gesù Cristo,… per il divin Redentore e per i Suoi insegnamenti!    Amen!

 

*  *  *  *  *

Pagina precedente