B. D. nr. 3300

(20. 10. 1944)

 

Un’impropria distruzione degli elementi creati porta le sue conseguenze

L’Atto di distruzione divino sarà necessario per riportare l’Ordine

 

Tutto ciò che è visibile ai vostri occhi, vi testimonia dell’Amore di Dio! Esso è sorto per aiutare l’essenziale caduto, per condurlo dal suo stato sprofondato, di nuovo, verso l’alto; e perciò ogni elemento creato è da considerare un efflusso dell’Amore divino, il quale di conseguenza, dopo, deve anche essere rispettato e valutato. Nulla di ciò che Dio ha fatto, dovrà essere distrutto intenzionalmente, altrimenti poi ne sarà impedito l’adempimento e lo scopo. E non deve nemmeno essere distrutto il lavoro di un uomo che abbia ottenuto ugualmente un fine, adempiendo uno scopo del servire! Infatti, a qualsiasi elemento creato che è sorto attraverso la Volontà di Dio, è stato assegnato tale scopo, altrimenti l’essenziale non potrebbe rivendicarne lo sviluppo verso l’alto. E altresì, anche delle creazioni umane ottenute, …sono da valutare secondo la loro destinazione!

Non appena esse hanno lo stesso compito, di essere nuovamente utili, non appena servono in qualche modo al prossimo, oppure anche ad altre creazioni, contribuiscono anche all’ulteriore sviluppo dell’essenziale e adempiono il loro scopo. Distruggere tali creazioni significa un’interruzione del percorso di sviluppo dello spirituale, …e ciò non può mai essere giustificato davanti a Dio! Così, in genere, ogni distruzione di materia, deve avere come motivo, l’amore, …affinché si sia giustificati davanti a Dio!

Se dunque si svolge una distruzione per creare oggetti utili che siano proficui per gli uomini e che adempiano nei loro confronti uno scopo del servire, questa distruzione è giustificata nell’amore per il prossimo! Invece qualsiasi altra distruzione è un sacrilegio! Un sacrilegio al prossimo e a Dio, il Quale attraverso la Sua Potenza ha lasciato sorgere delle cose che davvero avevano un altro scopo, …laddove cadono vittime della volontà d’annientamento degli uomini1, …e quest’oltraggio sarà vendicato gravemente!

Ciò che sarà distrutto come materia sotto la forza d’azione dell’odio e del disamore degli uomini, uno contro l’altro, …gli uomini, lo dovranno anche pagare, sia in modo puramente terreno, perché essi perdono delle cose che adempivano il loro scopo nei loro confronti, sia anche spirituale, e quest’ultimo, …in modo particolarmente doloroso! Infatti, liberandosi dello spirituale contro la sua volontà e prematuramente, questo spirituale incalzerà tutto l’essenziale nel suo ambiente, soprattutto l’uomo, presentandosi costantemente davanti agli occhi della sua anima, cioè occupando sempre i suoi pensieri con le cose perdute! E questo è assai nocivo all’anima, perché da ciò, essa è ostacolata nel suo sviluppo. Essa si tratterrà dalle aspirazioni spirituali, i suoi sensi saranno sempre orientati alle cose terrene, e così le creazioni diventano per ciascuno, un silenzioso tormento, se gli mancano, essendo cadute vittime della volontà umana distruttrice.

Ogni creazione, che sia l’opera di Dio oppure dell’uomo, che vuol essere attiva solo in modo edificante, deve essere rispettata! Il principio distruttivo si mostra però, …nell’agire dell’avversario di Dio, e costui, al momento, …infuria nel mondo! Egli influenza gli uomini ad agire contro Dio, contro le Sue creazioni; egli ha risvegliato negli uomini lo stimolo dell’annientamento, perché essi sono privi d’amore e non riconoscono più il senso e lo scopo della Creazione! E questo avrà delle cattive conseguenze, poiché a quest’opera d’annientamento degli uomini, come influenza del potere maligno, Dio opporrà un’opera d’annientamento2 che sarà molto più ampia, …ma fondata solo sull’Amore di Dio!

Egli libererà lo spirituale, …quello che dalla lunga interminabile prigionia è volenteroso a percorrere il cammino sulla Terra in modo servente! Egli allenterà la materia solida, affinché alla volontà umana di distruzione sia posto un arresto, e s’impari a considerare le creazioni terrene degli uomini per quello che sono: dei mezzi di sviluppo, non appena possono esercitare le loro funzioni nel servire; perciò, quest’atto di distruzione divino, colpirà gli uomini molto più pesantemente!

Ciò nonostante questo è necessario, affinché essi siano di nuovo ricondotti a pensare giustamente, affinché rispettino e stimino ogni elemento creato, affinché riconoscano la sua destinazione e si attivino di nuovo in modo edificante. Poiché, unicamente questo è l’Ordine divino: che tutto ciò che esiste, proceda verso l’alto, e che anche da ogni elemento creato dagli uomini sia garantito uno sviluppo allo spirituale, non appena questo adempie il suo scopo del servire,…non appena sorge la volontà dell’uomo di aiutare! – Amen!

 

________________

1 – si pensi alla distruzione di enormi estensioni di foreste al solo scopo di ottenere dei terreni liberi dagli alberi, oppure all’annientamento della materia attraverso l’uso sperimentale delle bombe nucleari che di lì a poco avrebbe cominciato dopo le due bombe atomiche fatte esplodere il 6 e 9 agosto 1945 !

2un opera d’annientamento’ : nel tempo della fine, poco prima del Giudizio finale, si manifesterà un evento della natura di proporzioni mondiali inimmaginabili, coinvolgendo tutta la popolazione mondiale e sarà scatenato dalla volontà degli uomini asserviti al maligno, che ne causeranno l’inizio, e tali forze si sprigioneranno dall’interno della Terra, affinché gli ultimi salvabili si rivolgano a Dio. [vedi il fascicolo n. 109 – “L’avvenimento”]

 

*  *  *  *  *

Pagina precedente