B. D. nr. 3318

(5. 11. 1944)

 

La potente voce di Dio attraverso le forze della natura

La fine delle lotte terrene

Lo spirituale all’interno della Terra liberato anzitempo, s’indignerà

[nel tempo della fine …]

 

Fortemente e insistentemente risuonerà la voce di Dio, e il destino dei popoli si giudicherà! Dio stesso, infatti, pronuncerà il Giudizio attraverso le potenze della natura, e nessuno potrà opporsi al Suo verdetto da Giudice, perché sarà giusto e colpirà gli uomini che hanno causato grande miseria e non hanno voluto accettare i loro torti.

Sarà un avvenimento oltremodo triste, e innumerevoli uomini perderanno la vita; tuttavia esso sarà anche inarrestabile, poiché gli uomini non potranno più essere scossi da nulla che la volontà umana realizzi, e pertanto dovrà essere messo in moto un avvenimento che la volontà umana non potrà evitare o finire, e che provocherà un grande orrore! Ognuno, infatti, vedrà davanti a sé la morte, e dovrà prepararsi alla fine temporale! E quest’avvenimento si avvicinerà sempre di più! Passerà giorno dopo giorno, senza che l’umanità cambi, e la Longanimità di Dio indugerà sempre, prima che risuoni la Sua voce.

*

Ora, tuttavia, si sta avvicinando anche l’avvenimento mondiale1, e l’avvenimento della natura si prepara, perché l’interno della Terra è in subbuglio e attende solamente il momento in cui Dio darà la libertà alle potenze della natura, in modo che si possano scatenare! E poiché gli uomini non giungono a una fine, quindi interviene Dio e pone un limite! Il brutto terminerà, ma la conseguenza di ciò sarà ancora peggio, perché gli uomini si troveranno in tremenda miseria e saranno in totale confusione contro le potenze scatenate della natura. Non potranno fuggire, né trattenere o diminuire il loro infuriare! Essi, …saranno in balia di queste, e avranno un solo Salvatore Cui possono affidarsi nella loro afflizione, …che possono chiamare per chiedere aiuto, ed Egli ha il Potere di aiutarli!

Nondimeno, solo pochi Lo riconosceranno, pochi si sentiranno colpevoli e attenderanno accondiscendenti, il Suo verdetto da Giudice nella consapevolezza della loro peccaminosità. E Dio si occuperà anche di questi pochi, nelle ore della distruzione che la Volontà divina lascerà sopraggiungere. La miseria spirituale, infatti, non può essere tolta diversamente, e la miseria terrena sarà costantemente spinta verso l’alto dalla volontà umana; e poiché gli uomini non trovano una fine, deciderà Dio la fine di una lotta che smuoverà l’intero mondo.

E su tutta la Terra risuonerà un grido d’orrore che farà irrigidire la gente, perché la grandezza del disastro lascerà che tutti ascoltino attentamente, e tremino per una sua ripetizione! E lo scopo di Dio sarà che l’intera umanità ne prenda parte, che ascolti la Sua sentenza, affinché tutti riconoscano i colpevoli e la Giustizia di Dio, poiché, ogni combattente si crederà ancora nel diritto; ancora, solo il potere sarà valutato, e non il diritto, e la benedizione di Dio non può posarsi su delle azioni che sono abominevoli, poiché esse, …contravvengono al comandamento divino dell’Amore.

E Dio punirà gli uomini, … ugualmente con ciò che essi fanno! Solamente, che la Sua Opera di distruzione sarà più violenta, affinché essi Lo riconoscano in questa! Allora anche lo spirituale s’indignerà, poiché esso, ancora imprigionato, sarà strappato dall’Ordine divino e percepirà questo stato come penoso. Infatti, se anche per la volontà umana diventasse libero, non potrebbe rallegrarsi della sua libertà, poiché non sarebbe la libertà della perfezione, bensì allo spirituale sarebbe usurpata la possibilità di un’attività, per cui esso s’indigna, e si attiverà là dove gliene sarà offerta l’occasione! Soprattutto, si unirà con lo spirituale ancora legato, e cercherà ugualmente di stimolarlo a spezzare il suo involucro, aiutandolo.

Esso bramerà in tal modo a costringere gli uomini a costruire e rendersi di nuovo attivi, affinché gli sia data ancora la possibilità di ricoprire nuove creazioni, per continuare il proprio stadio di sviluppo. E Dio non impedirà la liberazione dello spirituale tramite la volontà umana; così come, Egli darà anche il Suo consenso affinché la materia nell’interno della Terra si mescoli, così che lo spirituale ambisca alla Luce e cerchi di spezzare il suo involucro.

 Dio ritirerà per poco tempo la Sua Volontà e lascerà libero corso alla volontà dello spirituale, e tuttavia, essendo esso ancora completamente immaturo, ciò significherà un’opera di distruzione immensamente smisurata! E così, alla volontà umana si opporrà una volontà che innanzitutto schiaccerà gli uomini, lasciando mancare apparentemente qualunque Amore e Saggezza divina, …e trovando la piena approvazione di Dio.

*

Ma l’umanità non s’inchinerà dinanzi a Dio, non si fermerà nella sua lotta di distruzione, sarà impossessata da demoni e si lascerà spingere da loro; sarà dedita a potenze sempre più malvagie e lo dimostrerà nelle sue opere e regole. E per porre un freno a questa caduta, la Volontà e Onnipotenza di Dio si attiverà visibilmente. Egli scuoterà la Terra e, con essa, l’umanità, affinché questa si ravveda e cambi. Sarà infatti, l’ultimo tempo che può ancora essere utilizzato per le anime! E perciò, Dio suonerà la Sua voce poderosa ed energica, ed Egli esclamerà agli uomini: “Fermatevi nel vostro infuriare, che porta le vostre anime alla perdizione! Cambiate prima che sia troppo tardi, e ricordatevi di Colui che governa su Cielo e Terra, che è vostro Creatore e Conservatore, …e il cui Amore voi calpestate con i piedi! Ricordatevi della vostra fine, …poiché è proprio vicina!”.    Amen!

_________________

1 – ‘L’avvenimento mondiale’ : cioè quello apocalittico dal cielo, l’asteroide che con il suo impatto provocherà uno scuotimento alla Terra, oltre che uno sconvolgimento delle forze della natura nell’atmosfera. (vedi BD n. 7405).  

*  *  *  *  *

Pagina precedente