B. D. nr. 3614

(26. 11. 1945)

 

I diavoli nel tempo della fine saranno fra gli uomini

Il paradiso promesso dopo la fine

 

[nell’ultimo tempo del tempo della fine]

 

Eppure, in mezzo ai diavoli, …sarete vicini a Dio quando sarà giunta la fine! Io stesso dimorerò in mezzo a voi, spiritualmente e fisicamente in mezzo ai Miei dove si bramerà la Mia presenza nella più profonda fede e nell’ultragrande afflizione. Non vi lascerò soli, non vi esporrò alle forze oscure, benché l’afflizione minaccerà di schiacciarvi. Io prenderò parte in tutto, respingendo sempre il peggio e provvedendovi con la forza, finché non sarà giunto l’ultimo giorno. E inoltre Mi percepirete, riconoscendoMi in ogni aiuto che vi sarà dato, e la vostra fede si rafforzerà e vi farà portare tutto più facilmente, …e starete nella Mia Grazia fino alla fine.

E vi sia dato questo per consolazione e fiducia: che il male non potrà vincervi, poiché Io ricoprirò i Miei con lo scudo, e non lascerò causare nessun danno alla vostra anima. – Tuttavia, ciò che è caricato al corpo di portare, l’afflusso della Mia forza lo alleggerirà e sarete anche in grado di portarlo, perché siete figli Miei, voi che riuscite a essere senza paura perché il Padre vi ama. Così Io dimorerò spiritualmente fra di voi, sentirete anche la Mia vicinanza e da voi scomparirà la debolezza fisica, e potrete bandire preoccupazioni e angosce attraverso l’intimo pensare a Me, Colui che sentirete intorno a voi e al Quale potrete perciò affidare tutte le vostre preoccupazioni. E Io sarò la vostra protezione e il vostro riparo, …nelle ore della massima afflizione terrena.

Il mondo infurierà contro di voi, e non eviterà nessuno che Mi sia fedele e lo dichiarerà davanti al mondo. Ciononostante Io esigo questa dichiarazione dai Miei, perché Io stesso voglio parlare tramite voi, e perciò vi dovete dare a Me illimitati, di cui fa parte anche un’aperta presa di posizione per Me e per la Mia parola. – Io esigo il vostro subentrare per Me e per il Mio insegnamento, esigo la vostra fede nella Mia parola, che dovete professare davanti al mondo, affinché il mondo riconosca quale forza si trova nella fede in Me. Io esigo questo, perché la Mia Chiesa deve rimanere vincitrice, e questo richiede una impavida ammissione del Mio Nome. Infatti, davanti a questo Nome, il maligno indietreggerà spaventato, quando sarà pronunciato in tutta la riverenza e santità.

I diavoli, nell’impotente collera, dovranno riconoscere quale forza e potenza si trova in questo Nome; e anche se non smetteranno di minacciare e combattere i credenti, urteranno contro il baluardo della fede e, infine, sentiranno la Mano di Colui, …che è il Signore su Cielo e Terra, la Mia mano, che eseguirà il loro annientamento terreno e bandirà nuovamente le loro anime, perché diversamente non può aver luogo nessuno sviluppo verso l’alto, né un miglioramento verso il bene.

Tuttavia, dapprima devo lasciar libero corso ai diavoli, …devo permettere che procedano contro Me stesso, affinché Satana metta alla prova il suo potere fino all’estremo, per dover riconoscere comunque la Mia vittoria, non appena egli sarà attivo in tutto il suo potere, senza riconoscere la Mia Potenza superiore, il che, però, è assolutamente necessario al fine di sottomettersi alla Mia Volontà. E questo durerà comunque ancora delle eternità. E perciò ciascun periodo di redenzione terminerà con la relegazione di colui che vuole trionfare su di Me come avversario, e dapprima lui deve poter agire in tutto il suo potere, per sentire la sua impotenza quando sarà giunta la fine. Nonostante ciò, anch’Io agirò sempre fra i Miei, e loro non avranno da temere di soccombere al potere opposto.

Chi Mi sostiene, combatte nel Mio campo con Me stesso, …e resterà davvero invincibile in ogni lotta. Chi viene coperto dal Mio scudo, nessun colpo del Mio avversario lo può ferire e, …anche se fosse circondato dai diavoli della peggior specie, egli starà nella Luce e, abbagliati da questa, i diavoli falliranno la loro meta, poiché lo copriranno gli esseri sottomessi a Me che sono attivi nella Mia Volontà e proteggono tutti coloro che vogliono appartenere a Me, quando si avvicina il nemico delle loro anime. E perciò davanti al mondo sembrerà certamente come se i fedeli siano indifesi e abbandonati e alla mercé dei poteri maligni; tuttavia essi stessi sapranno che non stanno da soli, Mi chiameranno sempre nella loro vicinanza tramite pensieri e la preghiera, ed Io rimarrò con loro fino alla fine, …come ho promesso.

I Miei Mi potranno sentire e vedere, li condurrò per mano e, volenterosi, Mi seguiranno e si affideranno alla Mia protezione, …ed Io li guiderò davvero bene; e quando Mi vedranno venire nelle nuvole1 per prenderli e portarli nel Regno di pace2, saranno beati, …poiché allora tutta la miseria avrà fine. Allora saranno posti in un paradiso2 dove un tempo di profondissima pace, armonia e beatitudine, sostituirà il tempo precedente di lotta insopportabile, nel quale non saranno più oppressi da nessun diavolo, da nessun potere maligno, …dove Io potrò dimorare in mezzo a loro, perché solo degli uomini colmi d’amore, vivranno nel paradiso della nuova Terra. Infatti, dove c’’è amore, posso esserci anch’Io, …Colui che è l’eterno Amore stesso.    Amen!

 

______________

1 ‘nelle nuvole’ : trattasi dell’ultimo evento prima della fine, poiché l’immagine di Gesù che comparirà tra le nuvole, servirà per rincuorare i fedeli che subito dopo saranno attirati in alto con un atto contrario alle forze della natura. [vedi il fascicolo n. 42 – “La rimozione”]

2 − ‘nel regno di pace’ – ‘in un paradiso’ : inizialmente sarà un luogo tra il materiale e l’animico, per un tempo indefinito, necessario per conservare i salvati durante la ri-trasformazione del suolo terrestre dopo il Giudizio. Concetto anticipato in un'altra rivelazione del 1905. [vedi “Il futuro regno” - la 2° parte del libro “Il legame del Cielo”]

 

*  *  *  *  *

Pagina precedente