B. D. nr. 3793

(7. 06. 1946)

 

Il corso dell’avvenimento mondiale sarà in base allo sviluppo spirituale del singolo e dell’umanità

 

[nel tempo della fine …]

 

Anche lo sviluppo spirituale procederà nel suo corso secondo l’avvenimento mondiale1, e così anche il caos diventerà sempre maggiore, perché l’umanità retrocederà costantemente nello sviluppo. Infatti, allontanandosi sempre di più dal Polo d’amore e aspirando verso il polo opposto, che è completamente privo di qualunque amore, ciò si ripercuoterà fisicamente nella completa confusione, nel più totale disordine, e quindi, nelle necessità terrene, in un’esistenza insopportabile per gli uomini, nell’assenza di conoscenza, nell’errore, nel falso modo di pensare e operare, e infine nella completa rovina, perché in un tale disordine, nulla può sussistere in eterno. E così l’umanità andrà verso la sua rovina, corporea e spirituale, …e questa sarà la fine!

Dove procederà ancora uno sviluppo verso l’alto da sé, là non s’incontrerà neanche in tale misura lo stato del disordine, tuttavia la vita del singolo sulla Terra sarà conformata allo stato generale, per cui, sarà solo più sopportabile, perché costui si attiene a Dio e, nella richiesta, accetta il Suo aiuto.

Ciò nonostante, sotto l’aspetto mondano, un avvenimento seguirà l’altro, sempre in corrispondenza al grado di sviluppo degli uomini, e siccome questo loro sviluppo procede in retrocessione, ne seguiranno anche sempre più grandi disamorevolezze, cioè: le misure e disposizioni terrene determinano sempre più sciagure per gli uomini, e la sofferenza e l’afflizione diventano sempre più grandi, poiché l’umanità vive senza Dio, e perciò può anche solo raramente opporsi all’esecuzione di tali piani che l’avversario di Dio presenta loro. E pertanto, non ci si potrà attendere nessun miglioramento per il mondo, poiché, dove si tendesse a un miglioramento, là dovrebbe predominare l’amore, ma questo si è raffreddato, e il disamore partorisce solo qualcosa di contrario a Dio. Dove un miglioramento è evidente, là è solo a spese del prossimo che, in tal modo, precipita in tormenti ampliati.

Nel tempo della fine, l’andirivieni di Satana sarà chiaramente visibile e riconoscibile, …per ciascuno che vorrà riconoscerlo! E si avvicina sempre più il momento, dove il suo potere sarà spezzato per lungo tempo; ma prima, Dio gli lascerà piena libertà, poiché la volontà degli uomini è rivolta a lui, e la sua forza sulla Terra si moltiplica, e solo gli uomini che aspirano a Dio nella libera volontà, possono sfuggire al suo potere, perché sono compenetrati dalla forza di Dio e riconoscono chiaramente l’operare della forza contraria a Dio. Ciò nonostante, tutti gli uomini, tramite l’avvenimento mondiale1, potranno anche riconoscere colui che è senza amore, e da cui, con una seria volontà, …potranno liberarsi. Infatti, Dio ha posto la Legge dell’amore nel cuore di ogni uomo, e all’uomo ha dato l’intelletto per riconoscere chiaramente, …non appena si pecca contro questa Legge divina.

Dunque, Egli lascia che si dipani anche il grande avvenimento mondiale1, così che questo possa aprire gli occhi agli uomini, …se vorranno vedere. E ad essi stessi è lasciato se si professeranno per il bene o per il male, …per l’operare nell’amore, oppure ad azioni nel disamore. Conseguentemente, anche la loro vita terrena si muoverà per lo più nell’ordine, e sarà proporzionata al grado della loro conoscenza, e se essi baderanno ai segni e all’avvenimento mondiale che prenderà il suo corso conformemente alla volontà dell’umanità, …neanche l’ultima fine li sorprenderà!    Amen!

 

______________

1l’avvenimento mondiale’ : nel tempo della fine, poco prima del Giudizio finale, si manifesterà un evento della natura di proporzioni mondiali inimmaginabili, che coinvolgerà tutta la popolazione mondiale e sarà scatenato dalla volontà degli uomini asserviti al maligno, sprigionandosi dall’interno della Terra, affinché gli ultimi salvabili si rivolgano a Dio. [vedi il fascicolo n. 109 – “L’avvenimento”]

 

*  *  *  *  *

Pagina precedente