B. D. nr. 3811

(25. 06. 1946)

 

Dopo la grande afflizione e il Giudizio, un tempo di pace sulla nuova Terra

 

[segue dal n. 3810]

 

… Tuttavia, anche il tempo dell’afflizione passerà, e lo seguirà un tempo della pace più profonda e della beatitudine celeste per tutti coloro, che credettero in Me e Mi rimasero fedeli fino alla fine. E così come giungerà sulla Terra il tempo della miseria, tanto sarà vera anche la Mia promessa del tempo di pace, poiché la Mia parola è l’eterna Verità, e deve compiersi; seguirà nuovamente un tempo in cui non ci sarà più nessun basso stato spirituale, e perciò sarà esclusa anche ogni avversità terrena, in cui gli uomini vivranno nella più stretta unione con Dio, e perciò saranno anche felici.

Ma prima dovrà aver luogo una selezione, la quale avrà inizio con la grande avversità1 e continuerà nel tempo dell’afflizione2, quando gli uomini dovranno decidere: per Me o per il Mio avversario; e solo un’immensa afflizione riuscirà a portare questa decisione, poiché gli uomini si sono induriti e sono diventati infedeli, e hanno bisogno di mezzi d’educazione più aspri per il loro miglioramento. Tuttavia, …anche questo tempo giungerà al termine, e per i Miei dovrà essere questo di consolazione: che Io abbrevierò i giorni affinché essi non Mi abbandonino nel tempo della più grande oppressione. Ad essi, …li attende una beata sorte sulla nuova Terra. E quelli che crederanno nella Mia parola, troveranno forza in questa Promessa e resisteranno a qualsiasi assalto del mondo. Infatti, Io non abbandonerò i Miei e verrò a prenderli3 quando sarà raggiunto l’apice della miseria.

Con la Mia Forza e la Mia Grazia saranno superabili anche i giorni più difficili, …ma la ricompensa vi è assicurata: una vita beata, colma di pace dopo questo tempo dell’afflizione, quando Mi loderete e glorificherete, quando Mi ringrazierete dalla profondità del cuore, quando Io stesso potrò stare con voi, visibile e percepibile, perché sarete colmi d’amore.

Perciò non temete il tempo dell’afflizione, sopportatelo in vista della fine, prendetelo su di voi perché può ancora significare salvezza per delle anime smarrite, e far risparmiare loro un ripetuto percorso sulla Terra attraverso l’intera Creazione. E riconoscerete la Mia parola da tutto ciò che passerà ancora sulla Terra, poiché Io l’ho predetto tanto tempo prima, affinché diventiate più saldi nella fede, affinché vi possiate preparare alla fine e, così, maturiate spiritualmente.

Riconoscete il Mio amore, anche se gli uomini, tramite la Mia Volontà o la Mia autorizzazione, …saranno colpiti dolorosamente. Per le vostre anime questo tempo della miseria sarà della massima urgenza, tuttavia passerà, …non durerà a lungo per via dei Miei, esso dovrà indietreggiare di fronte a un tempo della pace più deliziosa sulla nuova Terra, …di cui godranno tutti quelli che sono Miei e Mi resteranno fedeli fino alla fine! – Amen!

 

_______________________

1 – ‘la grande avversità’ : trattasi dell’avvenimento catastrofico profetizzato che coinvolgerà tutta la Terra, sia direttamente sia indirettamente [vedi il fascicolo n. 109 – “L’avvenimento”], e avvierà l’ultimo breve, ma terribile, tempo della fine.

2 – ‘tempo dell’afflizione’ : è il tempo della fine, detto anche ‘tempo della miseria’, ma anche ‘tempo di Grazia’, cioè quello seguente l’evento apocalittico, che avrà breve durata, ma che sarà oggetto della lotta di fede più cruenta, affinché i fedeli si difendano dai non credenti e testimonino loro la fede. [vedi il fascicolo n. 38 – “La lotta di fede”]

3 – ‘verrò a prenderli’ : trattasi dei rapiti in cielo, quei fedeli a Dio che resteranno viventi fino all’ultimo, e tramite un atto fuori dalle leggi della natura, saranno rapiti in cielo. [vedi il fascicolo n. 42 -  “La rimozione”]

 

*  *  *  *  *

Pagina precedente