B. D. nr. 3943

(25. 12. 1946)

 

La volontà creativa di Dio è insuperabile e inesauribile

Le creazioni terrene sono temporanee, quelle spirituali sono eterne

 

Lo Spirito che domina l’infinito, è ininterrottamente attivo, poiché la Sua irradiazione di forza non diminuisce mai, come anche, Egli non si stanca di usare tale forza, creando e modellando. E così sorgono continuamente nuove creazioni, …spirituali e terrene. Egli fa assumere ai Suoi pensieri delle forme materiali per la redenzione dello spirituale ancora non-libero, così come, tuttavia, fa sorgere anche delle opere meravigliose d’ogni genere per la felicità degli esseri di luce, ai quali sono dischiuse tutte le magnificenze del Cielo.

Il Suo Spirito creativo e la Sua volontà creativa sono insuperabili e inesauribili, e sono sempre guidati dal Suo ultragrande Amore, il quale vuole rendere felice tutto ciò che è proceduto dalla Sua forza. E anche se passano delle eternità, le nuove creazioni non finiranno mai, perché la Sua forza deve ripercuotesi, al fine di aumentare in se stessa. Lo spirituale, quello terreno – quindi materiale – vivifica delle creazioni, quindi sta in costante contatto con il Centro di forza, e attraverso la ricezione della forza può di nuovo entrare nel Cerchio della corrente d’Amore di Dio, dal Quale un giorno si è allontanato nella libera volontà.

Quindi, la propria forza aumenta, tanto quanto è anche favorito il processo di redenzione dello spirituale che si trova ancora al di fuori del Cerchio della forza d’Amore di Dio. Tutte le creazioni materiali sono mezzi per la redenzione dello spirituale, ma le creazioni spirituali sono lo scopo finale, cioè l’indicibile felicità dello spirituale redento. E la volontà creativa di Dio non smette mai, perché il Suo Amore è infinito. Egli, però, lascia anche svanire delle creazioni, e questo avviene quando non adempiono più il loro scopo, …quando lo spirituale in esse non ha più nessuna spinta verso l’alto, …quando si ribella a Dio e distoglie da Lui la sua volontà. Allora Egli stesso dissolve ciò che ha creato, per permettere allo spirituale di altre conformazioni di raggiungere la meta. Tuttavia la dissoluzione delle Sue creazioni è prevista solamente a intervalli periodici, come lo ha riconosciuto necessario la Sua Sapienza, per lo spirituale legato nelle creazioni, fin dall’eternità. Invece le creazioni spirituali sono eterne, mutando solo continuamente per far sorgere sempre meravigliose regioni, come l’intelletto umano non se lo può immaginare e il cuore umano non può sognare.

Per questo, anche ogni singolo nuovo periodo di tempo avrà da mostrare delle creazioni sempre più meravigliose, divergendo dalle precedenti e testimoniando dell’Amore, dell’Onnipotenza e Sapienza di Dio, il Quale si rivela in tutte le creazioni. Invincibile è la forza, e perciò Egli non cederà mai di essere creativo e attuativo; tuttavia l’anima potrà riconoscere il volume delle Sue creazioni solamente in un determinato stato di maturità, quando sarà in grado di contemplare delle creazioni spirituali e terrene. Solo allora sarà colma di riverenza e amore verso il suo Creatore, il cui Amore ha creato anch’essa, …per renderla eternamente beata.    Amen!

 

*  *  *  *  *

Pagina precedente