B. D. nr. 3958 a/b

(19. 01. 1947) e (20. 01. 1947)

 

L’infuriare di Satana nel tempo della fine, caduco di fede

L’operare di Dio tramite i Suoi, finché saranno rimossi

 

[nell’ultimo tempo del tempo della fine]

 

Il numero dei miscredenti nel tempo della fine crescerà e minaccerà quasi di schiacciare la piccola schiera, e con l’apostasia arriverà ancor più a manifestarsi la furia di Satana, giacché gli uomini perderanno l’ultimo senso di responsabilità nei confronti di un giusto Giudice, perché non credono in Lui. E pertanto, Dio procederà palesemente apparendo inizialmente per fortificare la fede dei Suoi, affinché essi non vacillino di fronte all’empietà dei miscredenti e dei loro successi mondani. Egli però vorrà dare anche a questi la possibilità di riflettere, e per questo si prenderà cura dei Suoi in modo così evidente, cosicché anche un miscredente possa riconoscere la forza di Dio, recuperando la fede che ha perduto, se ne ha solo la più piccola volontà!

Dio, attraverso i Suoi strumenti sulla Terra, …compirà dei segni e prodigi! Apparentemente, così, saranno i Suoi servi sulla Terra a compiere delle cose straordinarie, nondimeno sarà Dio stesso a manifestarsi tramite loro. Egli si farà notare e rimarrà perfino visibile fra i Suoi come segno che la fine è vicina; tuttavia, …sarà riconosciuto solamente da quelli che Lo avranno amato con tutto il cuore e osservato i Suoi comandamenti, quelli che si saranno formati da sé nell’amore sulla Terra e saranno stati particolarmente operosi nella loro attività per il Suo Regno, e in questi sarà insita anche una forza straordinaria, perché Dio stesso potrà prendere dimora nei loro cuori e colmarli con la Sua forza d’Amore.

I miscredenti dovranno convincersi di questa forza; essi riusciranno ad ammettere che un Potere superiore è all’opera, purché riflettano solo con buona volontà sui fenomeni straordinari che l’ultimo tempo prima della fine porterà con sé. Tuttavia, essendo troppo interessati verso ciò che è mondano, essi non vi baderanno e disprezzeranno i credenti e li perseguiteranno e, con ciò, li porteranno in una tale grave afflizione e tormento, per cui solo l’evidente aiuto di Dio li sosterrà e glieli lascerà sopportare. Infatti, l’operare di Dio fra i Suoi sarà così evidente, che essi, riunendosi saldamente e prestando resistenza a tutti gli assalti del mondo, saranno più saldi che mai nella fede e si affideranno completamente a Dio e alla Sua Guida, senza temere né la miseria terrena né la morte, e quindi a loro sarà anche tutto più facile da sopportare, di ciò che li assalirà nel tempo della fine.

Dove Dio stesso una volta apparirà, là l’avversario di Dio non avrà più nessun obiettivo, poiché la fede di costoro non si potrà più scuotere, e Dio sarà vicino ai Suoi, …come ha promesso! Egli darà loro conforto e forza, li istruirà e fisserà in prospettiva la Sua successiva venuta, incitandoli a una maggiore attività d’amore, poiché la Sua presenza – sia fisica che spirituale – colmerà gli uomini con l’amore per Lui e per il prossimo, e quindi, anche, …con la forza.

Nel tempo della fine, infatti, l’operare evidente di Dio è necessario, giacché anche questo contribuirà all’atto della separazione degli spiriti. Chi è ancora tiepido e indeciso, potrà decidersi a quale campo vuole appartenere, in quanto gli sarà data inoltre un’ultima spinta: convincersi della forza della fede, e che il Signore trasformerà anche la più grande miseria terrena, e così lui muti il proprio atteggiamento verso Dio, cioè, stabilisca il giusto atteggiamento verso di Lui!

Dove Dio si manifesterà apparendo, là ci sarà pace e speranza, nonostante tutta la tribolazione, e poiché la sorte dei credenti sarà oltremodo pesante, i miscredenti per primi ne resteranno sorpresi. E chi baderà alla Sua parola, chi presterà ascolto ai Suoi servitori sulla Terra mutando la propria volontà – e ciascuna anima volonterosa – afferrerà poi Dio nel Suo Amore e nella Sua Misericordia, …ed Egli lo aiuterà e lo salverà dalle tenebre eterne. Egli vivificherà la fede ancora indebolita, e darà loro la forza di perseverare fino alla fine, finché Egli verrà nelle nuvole1 e porterà la schiera dei Suoi credenti con Sé!    Amen!

 

______________

1verrà nelle nuvole’ : il riferimento è alle citazioni delle Scritture [Mt. 26,64 / Marco 13,26 – 14,62 / Luca 21,27] che profetizzano come dovrà avvenire l’aiuto ai credenti nell’ultimo atto prima del giudizio finale. [vedi il fascicolo n. 42 “La rimozione”].

 

*  *  *  *  *

Pagina precedente