B. D. nr. 3966

(1. 02. 1947)

 

La risoluzione della Terra è un atto d’Amore di Dio

 

L’eterno Amore si china compassionevole sulle Sue creature che languono nelle più profonde tenebre e vanno incontro al naufragio, e perciò allo spirituale nello stadio dello sviluppo prepara una fine, per impedirgli una nuova retrocessione e per creargli nuove possibilità di salire in alto. Quanto più grande è la miseria spirituale, tanto più urgente diventa l’aiuto di Dio. E un diverso Aiuto dalla totale dissoluzione, sarebbe infruttuoso, per la completa resistenza dello spirituale di fronte a Dio. Nondimeno, la risoluzione, la demolizione della grande opera della Creazione ‘la Terra’, è un Atto della più grande Compassione e Amore di Dio, e allo stesso tempo, è un giusto pareggio per il cattivo comportamento degli uomini, i quali lasciano completamente inutilizzata l’ultima possibilità di maturazione e abusano della loro volontà per azioni del più spudorato disamore.

La decadenza spirituale dovrà essere terminata, e una nuova fase di sviluppo dovrà prendere il suo inizio, affinché lo spirituale ancora relegato nella materia possa iniziare la sua risalita. Infatti, tutto lo spirituale è vicino al Cuore di Dio, e un giorno tutto ciò che è proceduto da Lui dovrà di nuovo ritornare a Lui. E il Suo infinito Amore si sforza continuamente di aiutarlo al ritorno da Lui, poiché la separazione da Lui non può durare per sempre, e una volta staccatosi, lo spirituale potrebbe non trovare da sé la via del ritorno a Lui.

Possono sicuramente passare delle eternità, e queste eternità si compongono di periodi di sviluppo più o meno lunghi, che iniziano sempre con un alto stato spirituale e finiscono con un basso stato spirituale, ed è quest’ultimo il motivo della fine di ogni periodo; infatti, alla fine si svolgerà sempre una separazione dello spirituale rivolto verso Dio, da quello a Lui infedele, in modo che il nuovo periodo inizi sempre con uomini che appartengano a Dio, e quindi siano spiritualmente già molto sviluppati.

Ciò nonostante, è la loro libera volontà, il motivo per cui essi non rimangono in questo stato di unione con Dio, e perciò fanno subentrare una sempre maggior distanza fra sé e Dio; e questo significa anche un mancato sviluppo che assume proporzioni tali, che Dio stesso pone una fine quando è raggiunto un basso stato spirituale tale da richiedere una dissoluzione della materia come sostegno dello spirituale. E pertanto, l’inizio di un periodo di redenzione significherà sempre uno stato paradisiaco, mentre sarà la fine di un tempo della miseria, degli affanni e dell’oscurità spirituale. E su tutto, …governa l’Amore compassionevole di Dio!

Solo l’uomo illuminato può comprendere le correlazioni, e gli è anche dato il compito di istruire il prossimo e rendere loro comprensibile il tempo della miseria, affinché anch’essi riconoscano solo l’Amore di Dio e desiderino rivolgersi a Lui; infatti, Dio vuole essere riconosciuto nel Suo Amore, nella Sua Potenza e nella Sua Sapienza, perché solo il riconoscere la Sua Essenza risveglia negli uomini l’amore per Lui e li sprona a tendere verso di Lui.

Ma nel tempo della fine sarà difficile mostrare comprensione per gli insegnamenti spirituali, e perciò Dio si avvicinerà spesso in altro modo ai singoli uomini, in forma di grandi avversità corporali le quali dovrebbero indurli a rivolgersi a Lui nella libera volontà, affinché Egli possa afferrarli e attirarli a Sé. Tuttavia, dove le avversità fisiche non procurano questa volontà, ogni Aiuto è escluso, e non appena l’umanità starà in una lontananza da Dio tale da non essere più in grado di riconoscerLo, comincerà il processo di disgregazione. Infatti, il Suo Amore compassionevole non lascerà che si avvicini il completo naufragio, …di ciò che una volta è proceduto da Lui, e dunque, …Egli creerà nuove possibilità per lo sviluppo verso l’alto. Egli farà sorgere una nuova Terra1 e la vivificherà con creazioni, …dalla specie più splendida. Egli creerà per i Suoi un paradiso sulla Terra e darà allo spirituale ancora immaturo, nuove forme, …per condurre anche questo alla Redenzione futura.    Amen!

 

______________

1sulla Terra’ : è la realizzazione della promessa per i salvati, i quali, dopo il Giudizio, saranno premiati con una nuova vita sulla nuova Terra riformata. [vedi il fascicolo n. 45 – La nuova Terra]

 

*  *  *  *  *

Pagina precedente