B. D. nr. 4613

(13. 04. 1949)

 

Chi è debole non vedrà la fine

 

[nell’ultimo tempo del tempo della fine]

 

Il debole, …non vedrà la fine! Io so molto bene come sono costituite le singole anime, quale volontà portano in sé e quale grado di maturità possiedono, che è anche la misura per la forza di volontà nell’ultima lotta di fede. Io so che quest’ultima confessione per Me, richiederà una grande forza che solo pochi uomini mostrano, e che ci vorrà una vivissima fede per resistere e rimanere fedeli a Me. E pertanto, a questi fedeli seguaci e confessanti, verranno dischiuse le porte del paradiso sulla nuova Terra1, affinché il loro amore per Me che Mi dimostreranno fino alla fine, sia ricompensato.

Invece, uomini deboli nella fede non supereranno quest’ultima lotta sulla Terra, ed Io evito loro il pericolo di cadere lontano da Me, per non farli sprofondare nelle mani del Mio avversario e dare loro ancora l’occasione di continuare il loro sviluppo nel regno dell’aldilà, il che non sarà più possibile per un lungo tempo dopo la fine di questa Terra. Questi non saranno all’altezza delle richieste e degli strapazzi dell’ultimo tempo, e il loro genuino cammino di vita verrà terminato fisicamente prima del tempo, poiché non applicandosi a Me, mancheranno dell’unica profonda fede, della fede viva, che li renda capaci di essere dei veri soldati di Cristo.

E ce ne saranno molti di questi che si decideranno certamente per Me, che quindi porteranno in sé la fede in un Dio dell’Amore e della Verità; pur tuttavia, non tenendo quella forza in modo tale da affidarsi fiduciosi a Me e chiedere la Mia assistenza, Io toglierò queste anime dalla Terra, altrimenti andrebbero perdute per tempi eterni. Invece il forte Mi rimarrà fedele fino alla fine e sarà rimosso2 da Me prima della distruzione della vecchia Terra. Questo processo dovrà esservi evidente, e ugualmente dev’essere intelligibile sia per voi che per quelle deboli anime che non popoleranno il paradiso della nuova Terra1, la quale potrà portare solo uomini spiritualmente maturi ai quali sarà permessa la Mia presenza fra di loro, come ve l’ho promesso.

Alla fine deve esserci una separazione delle capre dalle pecore. Il vecchio periodo di evoluzione cesserà con la relegazione nella solida materia dello spirituale fallito, e incomincerà una nuova epoca con una razza umana matura che sulla Terra si troverà già nello stato di beatitudine, perché avranno resistito essendo stati provati a sufficienza da Me. Questa maturità dell’anima permette la Mia presenza tra i Miei figli. Invece delle anime deboli non ancora mature non potrebbero sopportare la Mia presenza, e quindi la nuova Terra non sarebbe un soggiorno per loro, mentre nel regno spirituale possono comunque procedere verso l’alto e, per via della loro vita prematuramente terminata, avranno anche delle agevolazioni nel regno spirituale, che li aiuteranno a salire verso l’alto. Ed è questa la separazione degli spiriti che è stata costantemente annunciata tramite la Parola e la Scrittura.    Amen!

 

______________

1sulla nuova Terra’ : è la realizzazione della promessa per i salvati che saranno premiati con una nuova vita sulla nuova Terra riformata dopo il Giudizio. [vedi il fascicolo n. 45 – “La nuova Terra”]

2sarà rimosso’ : è l’atto finale di salvataggio dei fedeli a Dio prima del giudizio finale, attraverso cui, in un modo contrario alle leggi della natura, i credenti saranno sollevati dal suolo terrestre per volontà di Dio e portati in un luogo, tra il materiale e lo spirituale, fino a quando non sarà completato il rinnovamento della Terra. [vedi il fascicolo n. 42 – “La rimozione”]

 

*  *  *  *  *

Pagina precedente