B. D. nr. 4692

(18. 07. 1949)

 

La trasformazione della superficie della Terra in un attimo

Creazioni miracolose allieteranno i futuri abitanti

 

L’atto della riorganizzazione della Terra è inconcepibile per voi uomini, poiché non si svolgerà nell’ambito della legalità, com’è sorta ogni opera di creazione terrena sulla via di un lento sviluppo verso l’alto, bensì sarà l’azione di un attimo, a parte la distruzione precedente, riguardante tutte le creazioni della vecchia Terra che si svolgerà davanti agli occhi dei rimossi1, e potrà anche essere osservata inizialmente dagli uomini caduti; una distruzione che richiederà il suo tempo com’è la legge della natura. Quindi, degli uomini potranno seguire il decorso dell’opera di distruzione, e pertanto, Dio non agirà contro la legge, mentre la nuova formazione della Terra sarà un agire di Dio nell’Universo, che non sarà visibile a nessun occhio umano, e perciò Dio non avrà nemmeno bisogno di tempo ma Egli potrà far sorgere in un attimo tutto ciò che la Sua forza d’Amore e la Sua Sapienza vorranno portare all’esecuzione.

Gli uomini autorizzati alla nuova Terra si troveranno quindi davanti a una Creazione finita, dalla versatilità molto affascinante; creazioni che i loro occhi non hanno mai visto li lasceranno stupiti, soprattutto perché essi avranno ancora il ricordo delle creazioni della vecchia Terra e ne trarranno continuamente dei paragoni. Si ritroveranno davvero in un paradiso nella pienissima armonia insieme al loro divin Creatore e Padre, assistiti dal Suo Amore e guidati e istruiti in tutto ciò che a loro è estraneo. Il rapporto reciproco degli uomini sarà come in una grande famiglia, e tutti gli sforzi saranno di conquistarsi l’Amore del Padre celeste, di vivere per il Suo Compiacimento e impegnarsi nell’amore per il prossimo.

Essi non potranno calcolare il tempo della loro assenza dalla vecchia Terra e il soggiorno dopo la loro rimozione1, poiché sarà loro tolto il concetto di tempo fino al ri-trasferimento sulla Terra, per la cui ragione non avranno nemmeno un indice di riferimento per comprendere in quale spazio di tempo si sia sviluppata la nuova Terra. Ma essi sapranno anche che nulla è impossibile a Dio, e perciò considereranno anche possibile un creare improvviso, e verosimilmente, aumenterà il loro amore e l’adorazione per Dio, e la loro felicità crescerà nella contemplazione delle opere miracolose che testimonieranno dell’Amore, Sapienza e Onnipotenza di Dio, che offriranno agli uomini migliaia di volte il risarcimento per l’afflizione e la sofferenza sopportati nell’ultimo tempo dell’esistenza della vecchia Terra.

 Dio sottoporrà gli uomini a dura prova ma ricompenserà anche la loro fedeltà, …e beato chi farà parte di coloro, che vivranno la fine su questa Terra come pecore del Suo gregge. Beati coloro, che dovranno sopportare e superare il peggio, ma per questo, scambieranno il bellissimo, il paradiso sulla nuova Terra, …con la costante presenza del Padre fra i Suoi figli. Beati coloro, che persevereranno fino alla fine, quando Dio stesso verrà tra le nuvole per portarli1 nel Suo Regno, nel Regno della pace2, finché non li ri-trasferirà sulla Terra la quale svelerà davvero delle opere miracolose, di cui a nessun uomo è lasciato sognarsi qualcosa, perché sulla vecchia Terra non esiste nulla che possa essere preso come paragone. Tuttavia, l’Amore di Dio non conosce limiti, e il Suo potere creativo è inesauribile e compie continuamente nuove opere che superano tutte le precedenti, …per rendere felici i Suoi figli e …ricompensare la loro fedeltà.    Amen!

 

_______________________

1 – ‘dei rimossi’ – ‘la loro rimozione’ – ‘per portarli’ : è l’atto finale di salvataggio dei fedeli a Dio prima del giudizio finale, attraverso cui, in modo contrario alle leggi della natura, i credenti saranno sollevati dal suolo terrestre per volontà di Dio e portati in un luogo fino a quando non sarà completato il rinnovamento della Terra. [vedi il fascicolo n. 42 – “La rimozione”]

2 – ‘nel Regno della pace’ : è un luogo non ben definito, tra il materiale e l’animico, in cui saranno trasferiti i credenti fedeli a Dio nel tempo della distruzione e riformazione del suolo terrestre, anticipato in un'altra rivelazione del 1905. [vedi “Il futuro regno” - la 2a parte del “Legame del Cielo”]

 

*  *  *  *  *

Pagina precedente