B. D. nr. 4800

(20. 12. 1949)

 

Severi ammonimenti sulla fine nell’ultimo tempo di Grazia

Chi non ascolterà, sarà relegato

[nel tempo della fine]

 

Il tempo della ricchezza di Grazia1 trascorrerà presto, e gli uomini non cambieranno! Si ribelleranno contro qualunque colpo del destino che dovrebbe portare loro la conoscenza, ma non accetteranno nessuna richiesta da Parte di Dio, perché non crederanno in Lui. Cammineranno nelle tenebre e temeranno la Luce, e li attenderà un’orribile fine, secondo l’eterno Piano di salvezza di Dio. E questa fine arriverà presto!

Qualunque cosa gli uomini intraprenderanno per procurarsi una vita agiata, tutto sarà fatto invano, e non ne avranno più nessuna utilità, poiché le loro intenzioni e aspirazioni saranno solamente materiali; infatti, tutto il materiale è effimero, e perfino la Terra sperimenterà un cambiamento nella sua forma esterna, che presupporrà la dissoluzione della materia. E così la materia che circonda l’uomo, passerà, e rimarrà esistente solo ciò che gli uomini si saranno procurati e avranno acquisito spiritualmente, e questo sarà molto scarso nella maggior parte di essi.

Sempre e continuamente sarà indicata loro la fine e la caducità delle cose terrene, e sempre e continuamente gli uomini saranno messi in situazioni, in cui sarà facile per loro, …fare il passo nel Regno spirituale, se saranno spinti alla preghiera, a invocare Colui, che è il loro Creatore e Conservatore; ma solo raramente essi coglieranno l’occasione per accumulare delle ricchezze spirituali, e così dovranno prendere sempre più sul serio gli ammonimenti e gli avvertimenti. Dovranno essere impiegati dei mezzi sempre più aspri per portare gli uomini alla riflessione, per mettere davanti ai loro occhi la caducità delle cose terrene.

E perciò il mondo sperimenterà uno spettacolo, che sarebbe appropriato per portare gli uomini alla riflessione, se solo essi volessero riconoscerlo come un segno dall’alto. Invece, …solamente pochi lo considereranno per ciò che sarà: come un’ultima chiamata di esortazione e avvertimento di Dio, prima che la Terra sperimenti un’opera di distruzione, da cui dovrà riemergere la nuova Terra. Dio si annuncerà prima, e darà un ultimo segnale, e colui vi baderà, costui potrà ancora salvare la sua anima dall’eterna morte. Ma colui che passerà oltre anche davanti a questo, dovrà aspettarsi una sorte durissima, quando giungerà la fine, poiché nel giorno del Giudizio, …ciascuno riceverà ciò cui ha aspirato sulla Terra: chi ha cercato il Regno spirituale, entrerà anche in questo, e sulla nuova Terra potrà dimorare nel paradiso! Chi invece era amico della materia, …otterrà ciò che desiderava: sarà nuovamente relegato nella più solida materia e dovrà di nuovo languire nella prigionia per un tempo infinitamente lungo, …perché non è riuscito a staccarsi da ciò che doveva vincere sulla Terra, perché non volle liberarsi dal materiale e lasciò inosservato lo spirituale!

Ricordatevi della fine, …poiché porterà la vera morte dell’anima, se non avrete cercato la Vita sulla Terra! Distaccatevi dalla materia, non siate schiavi di ciò che vi attira nell’abisso! Lasciatevi esortare e avvertire, e ascoltate la voce dei profeti che vi parleranno al posto di Dio e vi annunceranno il vicino Giudizio. E così, ascoltate i loro discorsi e rispettateli come Parola di Dio, il Quale vuole parlarvi attraverso i Suoi servitori sulla Terra, affinché salviate la vostra anima dalla morte eterna, affinché ci ripensiate e distendiate verso di Lui le vostre mani, …cosicché Egli vi aiuti e vi salvi dall’eterna rovina.    Amen!

 

______________

1il tempo della ricchezza di Grazia’ : è il tempo della fine, detto anche ‘tempo della miseria’, cioè quello seguente l’evento apocalittico, che avrà breve durata, ma sarà oggetto della lotta di fede più cruenta, affinché i fedeli si difendano dai non credenti e testimonino loro la fede, esortandoli a rivolgersi a Dio prima del Giudizio finale. [vedi il fascicolo n. 38 – “La lotta di fede”]

 

*  *  *  *  *

Pagina precedente