B. D. nr. 4829

(4. 02. 1950)

 

Sacrificare il tempo per Dio per svolgere del lavoro spirituale

 

V’invito a sacrificare il vostro tempo. Ricordatevi di questo: che sono Io, Colui che ve lo do e che lo rivendico da voi, cosicché non pensiate solo al mondo, bensì anche a Me! – Chi vuole servire Me, deve essere pronto a rinunciare a tutto per Me, e così deve anche essere sempre pronto per Me, cioè voler essere attivo per Me in qualsiasi momento come Mio servo, quando ho bisogno dei suoi servizi. Dunque, egli deve mettere da parte tutto il resto quando si tratta di lavorare per Me, quando sente che Io voglio parlargli oppure mandargli degli uomini sulla via, nel mondo, ai quali Io voglio rivelarMi.

Egli, prima di ogni lavoro per il mondo, prima di ogni attività terrena, deve rivolgere i suoi pensieri a Me, e se il suo tendere verso di Me è serio, allora sentirà in sé la spinta interiore per un lavoro, che è Mia Volontà che egli lo compia. Tuttavia deve voler sentire le Mie istruzioni; deve venire da Me prima di ogni altra attività terrena, affinché Io gliela benedica. E se ora Io ho bisogno di lui per un lavoro per Me e per il Mio Regno, allora gli indicherò il modo, ed egli, dopo, eseguirà queste istruzioni volontariamente, cioè farà ciò a cui si sentirà spinto interiormente. Tale è la prima condizione che un uomo voglia servirMi.

Chi non ha nessuna seria volontà di operare per Me, si scusa per la mancanza di tempo, poiché per ciò che lo rende felice troverà pur sempre tempo. Se egli lo vuole seriamente, chiunque desidera sentire Me, non deve desiderare altro, oltre a questo Dono di Grazia, e non appena Io riconosco il suo desiderio per la Mia parola, troverò pur sempre dei mezzi e dei modi, …per manifestarMi a lui, dandogli del tempo, non appena riconosco il suo serio desiderio per il dialogo con Me. Gli uomini del mondo non possono e non vogliono comprendere che Io sono il Signore del tempo, …e che lo distribuisco loro come voglio; che Io posso accorciarlo o allungarlo, cosicché posso anche rendere l’uomo capace, come però lascio passare il tempo inutilmente anche attraverso fallimenti o insuccessi di qualsiasi lavoro, se questa è la Mia Volontà.

Come potete voi uomini lamentarvi della mancanza di tempo, se voi stessi ve lo abbreviate perché non implorate la Mia Benedizione? Ciò che sacrificate a Me, ve lo restituisco cento volte, e ve lo ripeto continuamente che benedico qualunque sacrificio spirituale e terreno che Mi sarà portato, e tale lavoro benedetto egli lo eseguirà davvero molto di più e raccoglierà per sé anche dei tesori spirituali, che sono irraggiungibili per colui che crea solamente in modo terreno. Chi però vede solo il mondo, chi dedica a questo ogni sforzo e tempo, alla fine avrà creato solo poco, poiché perderà ciò che possiede sulla Terra e nulla potrà sostituirgli il tempo perduto, che egli crede di aver utilizzato bene, …avendolo sottratto a Me senza guadagnare nulla per l’eternità.    Amen!

 

*  *  *  *  *

Pagina precedente