B. D. nr. 4861

(21. 03. 1950)

 

La voce di Dio risuonerà ovunque per indicare la fine profetizzata

La straordinaria serietà del tempo

Ogni avvenimento terreno è in rapporto al processo di sviluppo degli uomini

 

Voi vivete in un tempo straordinariamente serio, e questo vi è fatto notare continuamente con attenzione, perché non si tratta dello sviluppo terreno della storia del mondo, ma dello sviluppo spirituale dell’uomo, che voi dovete riconoscere, in considerazione del pericolo, nell’avvicinarsi della fine. Voi stessi dovete ammettere che degli eventi straordinari riconducono i vostri pensieri sui problemi spirituali; dovete inoltre ammettere che delle indicazioni riguardanti il tempo della fine coincidono con le antiche profezie riguardanti tale fine, e quindi dovreste prestare loro attenzione e, gonfi di gratitudine, ricordarvi di Colui che vi esorta e avverte!

Dovete accettare seriamente ogni richiamo, e stare davanti a tutti gli avvenimenti terreni come in relazione, …con il processo di sviluppo degli uomini! Dovete sapere che ogni avvenimento è solo un mezzo per indurre l’uomo al lavoro sulla sua anima, …affinché egli tenda liberamente verso Dio. Il tempo è così serio, perché l’effetto del cambiamento terreno dell’uomo è della massima importanza; infatti, il tempo terreno perduto, oppure usato vanamente, non è più recuperabile, e a nessuno resta risparmiata la responsabilità!

Tuttavia, ci sono tutti gli ammonimenti e avvertimenti possibili, ma solo in un modo da non rappresentare un obbligo di fede. Essi indicano certamente a una fine, che riguarda il Creatore e Conservatore di tutte le cose, ma non dimostrano nulla, e perciò sono solo pochi gli uomini che – nei segni – riconoscono la fine che si avvicina, e che si consegnano a Dio nella consapevolezza della propria povertà spirituale. E questi, ora, devono parlare per Dio e per il Suo Regno; devono cercare di trasmettere al prossimo la loro fede convinta; devono sempre stare in collegamento con il loro Padre dall’Eternità; e devono accogliere gli avvertimenti e gli ammonimenti per trasmetterli a coloro che sono ancora lontani da Dio!

«Chi ha occhi per vedere, …veda, e chi ha orecchie per sentire, …ascolti!» [Mt. 13,16]. Ovunque risuonerà la voce di Dio! Ovunque si vedrà il Suo agire e, ovunque, …saranno influenzati mentalmente gli uomini dall’alto! La vostra volontà è libera, e nessun essere umano sta sotto l’obbligo dell’azione di Dio, anche se un’insolita esperienza lascerà riconoscere visibilmente l’opera di Dio. La distanza dalla fine sarà sempre più piccola, i segni aumenteranno, e ad ognuno in tal modo sarà reso facile il riconoscere e il credere, e se la volontà degli uomini è buona, essi non si opporranno e non si chiuderanno a questi richiami.

Dio, infatti, opera dappertutto con la Sua Grazia! Dappertutto Egli sfavilla su piccole Luci, i cui raggi possono comunque essere penetranti, se non sono oscurati dall’uomo stesso dalla sua mala volontà di esporsi all’effetto di questi raggi; e benedetto è colui che segue un tale raggio di Luce, e non avrà bisogno di attraversare il tempo della fine, …nell’oscurità! Egli camminerà per la retta via che conduce sicuramente alla meta, che conduce a Dio, …Padre suo dall’eternità!    Amen!

 

*  *  *  *  *

Pagina precedente