B. D. nr. 4892

(07. 05. 1950)

 

La Mia promessa: “Cercate dapprima il Regno di Dio!”

 

«Cercate dapprima il Regno di Dio e la sua Giustizia, …tutto il resto, vi è dato in sovrappiù!» [Mt. 6,33]. Sentite ciò che vi voglio dire con questo detto: potete sempre confidare nella Mia cura paterna, se vivete secondo la Mia Volontà! E la Mia Volontà è che pensiate dapprima ai bisogni dell’anima, prima di avvicinarvi alle preoccupazioni terrene. Tuttavia, proprio come voi uomini siete predisposti attualmente, non riconoscerete questa Mia parola, perché la vostra fede è così piccola e debole, che a voi sembra impossibile di essere conservati materialmente; infatti, voi mettete questa vita terrena al primo posto e pensate e create solo per questa!

 Ma Io voglio dapprima che sia l’anima ad essere provveduta, e se adempite questa condizione, assumo Io per voi le preoccupazioni terrene. Questa è una Promessa che Io ho dato gratuitamente al tempo del Mio cammino terreno, dato che sapevo del sempre crescente desiderio per la materia, e anche del Mio antidoto, che devo applicare per educare gli uomini: devo lasciar venire vicino ad essi la miseria terrena, perché rivolgano i loro pensieri a Me! – E volli indicare loro il mezzo più sicuro per essere liberati dalla miseria terrena. Così ho posto una condizione: cercare il Mio Regno sulla Terra; il cui adempimento volli ricompensare con la Provvidenza terrena, affinché potessero adempiere completamente liberi i compiti sulla loro anima.

Le Mie parole erano chiare e limpide e, così come suonano, possono essere anche interpretate. Mi incarico Io delle cure di tutti i vostri bisogni fisici, non appena l’uomo fa ciò per cui gli è stata data la vita terrena: aumentare la maturità della sua anima e svilupparsi spiritualmente verso l’alto, così da tendere al Mio Regno con tutto lo zelo, per diventare felice!Ma chi prende queste Mie parole sul serio! Chi si scuote da tutte le cure terrene per caricarle a Me nella piena fede nel Mio aiuto?

 Sulla Terra non dovrebbe davvero esserci nessuna miseria, se a queste Mie parole fosse data fede, le quali dimostrerebbero il vero rapporto delle Mie creature, verso di Me come loro Padre dall’eternità, e perciò ne garantiscono anche l’esaudimento. Solo pochi da sé se ne sono procurati la prova, solo pochi tendono seriamente a conquistare il Mio Regno, e perciò sono liberi da ogni cura terrena, poiché Io, per quei pochi, …provvedo come un vero Padre per Suoi figli. Io lascio giungere loro tutto ciò di cui hanno bisogno, e spesso, questi Miei Doni di Grazia fluiscono in modo meraviglioso, perché non lascio nella miseria terrena, nessuno che confida incondizionatamente in Me e cerca di conseguire il Mio Regno.

Ma agli altri, la Mia parola è solo un espressione; essi non la prendono sul serio e non sperimenteranno nemmeno l’esaudimento della Mia promessa, finché essi stessi stanno lontani da Me e dal Mio Regno, finché tendono a possedere il mondo terreno con i suoi beni e, nello stesso tempo, dimenticano la loro anima. Essi devono provvedere a se stessi, perché Io ho subordinato la Mia assistenza, …dall’adempimento della condizione di cercare il Mio Regno e la sua Giustizia. Ciascuno sarà in grado di convincersi della Verità della Mia promessa, non appena antepone le cure per la sua anima ad ogni altra cosa, non appena tende verso di Me, e perciò, egli sarà afferrato con tutto l’Amore Paterno da Me, …e ne avrò cura Io!    Amen!

 

*  *  *  *  *

Pagina precedente