B. D. nr. 4893

(9. 05. 1950)

 

La rinascita spirituale sarà per tutti coloro che sono di buona volontà

 

Per la rinascita spirituale Io voglio aiutare solo tutti coloro che sono di buona volontà, poiché solo con la rinascita spirituale comincia l’eterna Vita, lo stato di libertà e forza, lo stato della beatitudine. Ciò che ancora è avvolto dalla materia, che langue ancora nei suoi legami, è schiavo e debole, e spreca ancora ogni vitalità solo per incrementare la materia. Invece l’anima che si stacca dalla materia, comincia a diventare libera e a passare in un'altra sfera, sebbene essa dimori ancora sulla Terra.

Quest’anima riconoscerà il suo vero destino e, con Me, suo Creatore e Padre dall’eternità, stabilirà un altro rapporto, un rapporto che corrisponderà al più primordiale rapporto, anche se ancora nella forma più semplice. Essa aspirerà ad andare via da un regno, verso un altro Regno, …e procederà verso un mondo che le era estraneo, …rinascendo. E questa rinascita si svolgerà visibilmente, quando a un impiego, a una carica terrena, procederà una carica spirituale, quando il mondo con le sue esigenze non starà più al primo posto, bensì sarà considerato solo, tanto quanto lo esige il mantenimento della vita terrena.

La rinascita spirituale è la conseguenza di una vivissima concentrazione spirituale con Me attraverso la giusta preghiera, oppure, …mediante opere di carità. Io stesso sarò spinto ad avvicinarMi a una tale anima nel momento in cui essa Mi cerca, esigendoMi. Infatti, allora per Me varrà la sua volontà, allora lo scopo della vita terrena sarà già adempiuto, e si svolgerà un cambiamento di volontà che trascinerà con sé anche un mutamento dell’essere, un adattarsi al Mio Essere primordiale, che in Sé è Amore. L’anima eromperà verso una vita spirituale, e ora essa comincerà la sua ascesa spirituale, raggiungendola anche con certezza, non appena avrà afferrato una buona volta la Mia mano e si è lasciata trascinare da Me.

Per giungere alla rinascita spirituale, l’anima deve dapprima aver sepolto i desideri terreni, senza essere più legata al suo vecchio involucro mediante le brame che hanno per meta il benessere del corpo. Essa, senza alcuna esitazione, deve poter esercitare la rinuncia a ciò che le offre il mondo, perché non può essere contemporaneamente nel mondo terreno e nel mondo spirituale; per questo, l’ingresso nel mondo spirituale può aver luogo solamente, quando l’anima ha superato del tutto il mondo terreno. Infatti, è la vita dell’anima, non quella del corpo, che deve ricominciare. Il corpo dovrà certamente stare ancora sulla Terra, ma ora dovrà adeguarsi alla volontà dell’anima, e così disporsi di conseguenza nella vita terrena.

Io, a tutti quelli che sono di buona volontà, …voglio procurare la rinascita spirituale, e il Mio aiuto vale per gli esseri umani in modo tale che siano sostenuti nel liberarsi dalla materia, il che, spesso, significa certamente un doloroso intervento da parte Mia, ma che deve servire sempre, solo per il bene dell’anima, affinché essa impari a superare la materia e ricerchi una nuova vita, una vita con beni imperituri, e tenda a quel Regno che è la sua vera Patria, nel quale sarà libera da ogni catena, e piena di luce e forza, …e nel quale potrà essere beata per tutte le eternità!    Amen!

 

*  *  *  *  *

Pagina precedente