B. D. nr. 4940

(21. 07. 1950)

 

Un pre-avviso dalla natura come avvertimento prima della fine annunciata:

dei tratti di terra moriranno, una portentosa tempesta, un’insopportabile calura

 

[nel tempo della fine …]

 

L’ultima fine sarà preceduta da un enorme evento che darà da pensare a tutti gli uomini che lo sopravivranno! Ci sarà un pre-avviso della fine, una distruzione su piccola scala, rapportata all’ultima opera di distruzione di questa Terra, ma ugualmente di una tale portata, come l’umanità non ha ancora vissuto da quando esiste la Terra. Si tratta di un avvenimento naturale che metterà in subbuglio tutti gli uomini che ne saranno colpiti o ne sentiranno parlare; infatti, gli effetti dell’avvenimento saranno talmente potenti, che non potranno rimanere inosservati: si formeranno dei cosiddetti tratti morti di Terra, che non mostreranno alcuna vita, perché le evaporazioni della Terra in questi punti soffocheranno ogni (forma di) vita.

Sarà da riconoscere un intervenire visibile delle forze della natura, in modo che questo fenomeno non potrà essere attribuito a un intervento umano, perché Io stesso voglio rivelarMi attraverso quest’evento, per rendere pur credibile agli uomini la vicina fine che veggenti e profeti proclameranno continuamente su Mio ordine.

Agli uomini spetta una rinnovata sofferenza, e questa sofferenza non può essere loro risparmiata, fintanto che essi concedono il loro tributo al mondo e Mi considerano solo marginalmente. Loro devono cercare Me, affinché Io possa farMi trovare, e questo può provocarlo solo un tale evento che non può più essere spiegato come un’opera umana. Essi devono percepire una Potenza superiore alle spalle, e affidarsi a questa Potenza nella loro miseria terrena! Perciò devono anche essere in balia di questa Potenza, per prendere rifugio in essa spontaneamente! Devono essere senza aiuto terreno, …per percepire visibilmente l’aiuto dall’Alto!

Per questo, si leverà una portentosa tempesta, che sradicherà tutto e turbinerà in alto! La Terra si spaccherà, e dall’alto e dal basso gli uomini saranno in balia degli elementi contro i quali non potranno combattere, perché la loro forza non sarà sufficiente! Ci sarà un’insopportabile calura, a rendere già prima gli uomini incapaci, ottusi, indifferenti e, a seguire, i primi fenomeni della natura, finché poi essi non riconoscano la loro grave situazione, e dunque, lottino quasi brutalmente per la loro vita, che temeranno di perdere.

 

[ancor prima]

Ed Io assisterò tutti quelli che sono di buona volontà nella loro afflizione! Io darò loro conoscenza affinché vedano il Mio governare e agire in tutti gli avvenimenti e, con questa conoscenza, istruiscano anche il loro prossimo, e consiglino di rivolgersi a Me, predicando loro del Mio Amore, Saggezza e Onnipotenza, che M’invochino, quando sono in pericolo!

 

E voglio essere Io, la loro Guida! Saranno salvati quelli che credono in Me e, attraverso ogni bisogno, vogliono servirMi nell’ultimo tempo prima della fine! Infatti, a quest’avvenimento seguirà in breve anche la fine della vecchia Terra, come sta scritto! Tuttavia gli uomini non dovranno vivere questo naufragio, impreparati, e quindi Io, prima, …anticipo loro un barlume, un’ultima indicazione affinché sia creduta, affinché essi non vadano nell’eterna dannazione; affinché possano salvarsi, …se soltanto impiegano la loro volontà nel giusto modo!    Amen!

 

*  *  *  *  *

Pagina precedente