B. D. nr. 5028

(25. 12. 1950)

 

La forza della fede solo tramite Me, e il prossimo lo riconoscerà

Nella grande indigenza, perseverate, e il Salvatore verrà

 

[nell’ultimo tempo del tempo della fine]

 

Persistete sempre nella fede nel vostro Dio e Padre, Creatore del Cielo e della Terra, …e Dominatore del Regno spirituale nella Forza e Magnificenza! Rimanete nella fede in Lui anche nella più grande indigenza, …e professateLo davanti al mondo! Vi sarà posta questa richiesta e richiederà molta forza, sopratutto nell’ultimo tempo prima della fine, in cui resisteranno solo quegli uomini che per questo richiederanno tale forza da Me, ricevendola costantemente tramite la Mia parola.

Voi tutti vi ritroverete ancora in grave difficoltà; vi molesteranno in modo terreno e spirituale per dissuadervi a rinnegare Me. Perfino voi che siete credenti avrete da sostenere gravi prove di fede, che però vi si porranno più a causa del prossimo che per voi. Voi stessi combatterete, perché in voi avrete già molta forza perché starete in comunicazione con Me, e questa comunicazione non sarà interrotta, poiché Io vi terrò con il Mio Amore, che voi percepirete e ricambierete intimamente; tuttavia le prove di fede non vi potranno essere risparmiate! Nonostante tutto, il prossimo dovrà riconoscere la vostra perseveranza, sia donde traete la forza, sia di quale efficacia essa sia, perché credete in Me.

Sarà com’era al tempo della Mia incarnazione, nella quale non credettero più in Me perfino coloro che valevano come insegnanti del loro prossimo, i quali attraverso il loro proprio modo di vivere rivelavano quanto poco profonda era la loro fede in un Dio dell’Amore, dell’Onnipotenza e della Sapienza. Così anche adesso gli uomini saranno senza fede, e coloro che li vorranno determinare a rinnegare completamente Dio, avranno una posizione facile e spingeranno contro poca resistenza, poiché, piuttosto, tali uomini lasceranno morire la fede, visto che si trascinano giornalmente senza amore.

Essi non credono in un Dio e Creatore dall’eternità, e ancor meno in un divin Redentore Gesù Cristo, né alla Sua Opera di redenzione, e perciò sono alla mercè di colui che vuole sempre sottrarMi delle anime. A lui, questo non gli riuscirà, poiché il Mio Amore non lascia cadere nemmeno lo spirituale sprofondato più in basso. E perciò, …se permetto tutto ciò che Satana s’inventa nel suo odio e nel suo accecamento, lo concedo perché voglio iniziare un nuovo periodo di redenzione, non appena non ci sarà più nessuna speranza in un cambiamento degli uomini su questa Terra. E così lui infurierà, finché la sua misura non sarà colma, e voi uomini sperimenterete l’effetto del suo odio in tutta l’asprezza, poiché procederà contro di voi che Mi appartenete, e la sua lotta sarà brutale.

Nonostante ciò, dovete aspettare questo tempo senza timore, poiché anch’Io agirò insolitamente, ma nell’amore, non nell’odio. E l’Amore vincerà! Io verrò come il vostro Salvatore, quando l’afflizione sarà al massimo, ma vi annuncerò anche incessantemente questa miseria, affinché non vacilliate nella fede, bensì riconosciate che si adempie tutto ciò che vi annuncerò tramite veggenti e profeti, tramite i Miei discepoli del tempo della fine, i quali saranno attivi nel Mio Nome per trasmettervi forza e consolazione, quando sarete nel bisogno. Io stesso dimorerò costantemente vicino a voi, e questa certezza vi colmerà di forza, e voi persevererete fino alla fine anche nella lotta di fede più forte. Combatterò Io al vostro fianco, …e la Vittoria sarà nostra!    Amen!

 

*  *  *  *  *

Pagina precedente