B. D. nr. 5070

(23. 02. 1951)

 

Con la cosciente presenza di Dio in voi, …avrete la pace dell’anima

 

[continua dal n. 5069]

 

(…) E troverete tutti la pace, la pace dell’anima, …che il mondo non è in grado di dare. Voi siete Miei, quando vi unite intimamente con Me, quando avete la volontà di servire Me ed esserMi diligenti operai nella Mia vigna. Questa pace verrà all’improvviso su di voi e sarà ispirata da una profonda fede, da una fede che non vi farà più apparire la Mia presenza come irreale, bensì in voi, fisserà la consapevolezza così profondamente, che potrete tenere in ogni momento il dialogo con Me, e mai ne sarete abbandonati.

Allora il mondo non vi disturberà più, e la Mia parola che costantemente riceverete, sostituirà tutto ciò che vi è negato materialmente. Il Mio Spirito fluirà ininterrottamente in voi e, ora, anche il corpo si subordinerà alla forza dello spirito, non desidererà più nulla e lascerà tutto a Me, quando e come Io pensi a lui. Allora avrete trovato la pace della vostra anima, che non conoscerà più nessuna propria volontà, che adempierà solo la Mia, e che perciò sarà anche ininterrottamente attiva e opererà nell’amore.

Ciò che dapprima irromperà ancora su di voi, non vi deve spaventare; devono essere sostituiti gli spiriti della rabbia e dell’ira da ogni cuore che desidera la pace dell’anima. Deve aver luogo un atto puramente spirituale, che spesso può produrre solo una grande agitazione, ma è della più grande benedizione per l’anima. E affinché poi vi conserviate, Io sono continuamente pronto per l’aiuto che vi farà pervenire forza e grazia dall’alto, e vi dimostrerà come Io sia sempre presente accanto a voi e, non ne siete mai abbandonati.

 Non c’è nulla di ciò che Io non possa riparare, e non esiste nessun bisogno così grande, che il loro Signore non la risolva. Pertanto, è superflua ogni preoccupazione terrena; tuttavia dovete sempre essere preoccupati spiritualmente, e fare ciò che Io desidero da voi. La Mia parola vi garantisce che voi siete dei Miei, per i quali Io ne ho cura in ogni tempo.

E perciò: credete e non temete, qualunque cosa posa venire su di voi! Io so di tutto, e anche il perché viene su di voi, e senza la Mia concessione non accade nulla, ma posso anche distogliere da voi la sofferenza e, voglio anche farlo, affinché crediate e vi avviciniate sempre di più a Me, affinché Mi percepiate palesemente e, coscienti della Mia costante presenza, restate (con Me), se su di voi viene l’afflizione che precede l’ultima fine.

Ma allora dovete lavorare per Me e per il Mio Regno, e quindi stare voi stessi nella profonda saldissima fede, che poi, ha sempre come accompagnatrice, …anche la profonda pace dell’anima!    Amen!

 

*  *  *  *  *

Pagina precedente