B. D. nr. 5271

(13. 12. 1951)

 

La grande moria umana, nell’indifferenza

La richiamata dei deboli prima della fine

La decisione finale: per Dio o per l’altro!

 

E accadrà, …come Io ve l’annuncio! Dapprima inizierà una grande moria, e voi la considererete come per caso, come disgrazia, e farete valere ogni altra spiegazione, piuttosto che quella che Io stesso richiamo in gran numero gli uomini che nell’ultima lotta su questa Terra, fallirebbero, essendo troppo deboli per prestare resistenza, …e tuttavia non devono cadere nelle mani del Mio avversario, poiché Io conosco i cuori degli uomini e non lascio cadere nell’eterna rovina chi ancora porta in sé una piccola scintilla d’amore e la può ancora far rivivere, se non sulla Terra, poi nel regno dell’aldilà, dove giunge anche il Mio Amore e la Mia Misericordia per portare l’aiuto.

Accadrà come Io ve l’annuncio: miseria e tribolazione saranno in tale misura, che ciascuno, se vuole, può riconoscere il tempo della fine. Tuttavia ci sarà tribolazione solamente là dove sono riconoscibili i Miei, poiché questa tribolazione sarà preparata dal prossimo, per togliere ai Miei la fede nel loro Dio e Creatore dall’eternità, nel Quale essi vedono il loro Padre e al Quale vogliono rimanere fedeli.

L’avversario lavora contro di Me, e impiega gli uomini a lui succubi per le esecuzioni più oltraggiose, …contro i Miei. Vuole renderli infedeli a Me e perciò prosegue con dei mezzi brutali, a cui i Miei riescono a malapena a resistere. Tuttavia la forza del Mio Amore li tiene fermi, la forza del Mio Amore penetra, e anche se i Miei, esteriormente sembrano nella più grande afflizione; essi restano perseveranti e vincono tutte le ostilità, perché ne sono in grado con la Mia forza.

Il tempo, …sta volgendo al termine! Ciò che a voi non sembra ancora credibile, lo sperimenterete fra breve: un rovesciamento sotto ogni riguardo, che trascinerà tutti gli uomini e da tutti gli uomini richiederà una decisione per Me, Creatore e Conservatore dall’eternità! E questo atteggiamento può essere soltanto: un’ammissione o un rifiuto! È questa, la decisione che deve ancora essere presa, prima che sia la fine.

Io Mi premerò potentemente nei vostri pensieri, …e voi potrete accoglierMi oppure rifiutare. Tuttavia è una decisione per l’eternità, …che ora cade! Per questo motivo è anche ammesso il regnare cattivo del Mio avversario, perché egli contribuirà alla definitiva decisione: …per Me o per lui! Egli sfrutterà la sua autorità ben oltre i limiti postigli; opprimerà insolitamente i Miei e, ai suoi, darà in abbondanza: …beni terreni, onore e fama! E perciò preferiranno riconoscere lui come il loro signore, e rinnegheranno Me.

Ciò nonostante, Io lascerò solo ai forti di vivere la fine: coloro che Mi sono e restano fedeli e, costantemente, accolgono la forza del Mio Amore! Dei deboli, però, Mi prenderò cura, richiamandoli prima che arrivi la fine, affinché non cadano nelle mani del Mio avversario e debbano espiare per tempi eterni.

Per questo, coloro che sono forti nel male subiranno la morte nel giorno del Giudizio, poiché anche a loro giunge abbastanza spesso la Mia Grazia, ma non le badano e vanno coscientemente nel campo dell’avversario; e così dovranno anche condividere la sua sorte, …quando sarà giunta la fine, poiché si compirà tutto ciò, …che Io ho fatto annunciare dai veggenti e dai profeti!    Amen!

 

*  *  *  *  *

Pagina precedente