B. D. nr. 5427

(3. 07. 1952)

 

Satana si traveste, dove viene guidata la Luce sulla Terra, per confondere

Esaminate ciò che ricevete se è nella Luce

 

Satana opera con molta astuzia e perfidia, e si traveste, così che difficilmente possa essere riconosciuto, poiché opera sovente nella stessa figura come i Miei prescelti, per indebolire il Mio lavoro. Ciò è il suo costante lavoro, quello di spegnere la Luce laddove Io do Luce per rendere inefficace il luccicare di costui, …oppure impedire che la Mia Luce vi tocchi, poiché per lui la verità è il pericolo di essere riconosciuto come il Mio avversario, e perciò si servirà spesso degli stessi mezzi, per rimorchiare ora dei seguaci per sé, affinché non si badi più alla Mia mite Luce.

Lui, riguardo questo, mira sempre a indebolire la Mia influenza sugli uomini; mette se stesso in risalto e vuole essere riconosciuto come divino, perché poi, crede di aver vinto il suo gioco, allorquando può detronizzarMi e prendere il Mio posto nel cuore degli uomini. E avrà anche molto successo, non appena gli stessi uomini si privano della loro conoscenza, non appena hanno soltanto un vizio affine all’avversario, non appena sono di spirito arrogante, perciò non vengono incontro a Me nella più profonda umiltà, che li proteggerei poi, anche dall’influenza non divina.

Il Mio avversario confonde spesso il pensare degli uomini, li sommerge con parole di lode e di riconoscimento che scacciano ogni umiltà, e chi ora approfitta di tali parole per sé, gli è anche già succube, gli cade nelle mani e diventa un oggetto di accoglienza per il suo piano, quello di danneggiare la pura Verità, la Luce dall’alto, attraverso un apparentemente simile operare, che però non procede da Me, ma viene simulato dal Mio avversario per confondere gli uomini e far rifiutare con questo modo di fare, allo stesso tempo, anche l’operare del Mio Spirito, che è la pura Verità.

Così ora comprenderete anche i Miei avvertimenti riguardo i falsi profeti, poiché, laddove ci sono veri profeti, compariranno anche sempre falsi profeti, oppure saranno riconoscibili risaltando sempre nello stesso modo, e tuttavia non saranno inviati da Me. E questo è il sicuro segno di riconoscimento per il Mio avversario, cosicché lui si troverà sempre, laddove sarà avviata una grande azione spirituale, dove quindi il mondo della Luce prenderà evidente contatto con la Terra. E dove l’operare divino è distinguibile, anche là l’avversario si diffonde, e precisamente imbastisce se stesso nella cerchia di coloro che si sforzano verso di Me, e lui in certo qual modo approfitta degli apporti di Grazie divine per sé, esigendole, per poi riallacciarsi a queste; ma poi lentamente ma sicuramente effettuare un lavoro contrario, …finché gli è riuscito che la verità sia respinta e il suo operare messo in primo piano.

La verità penetra certamente attraverso, eppure non costringe all’accettazione, dove la volontà è solamente debole e quindi si fa ancora catturare dall’avversario. Il libero arbitrio, che Io rispetto sempre, rende certamente possibile che anche il Mio avversario si possa diffondere, perché non gli si oppone nessuna resistenza; ma giammai i Miei figli sulla Terra si lasciano abbagliare da una luce d’inganno, …che essi possono riconoscere perché non irradia nessuna vera Luce. Tuttavia, vi ho avvertito sempre e continuamente da falsi cristi e falsi profeti! Pertanto, guardatevi da questi, poiché in tal modo ve li ho affermati Io stesso. Essi verranno, …e sono già lì, e nel tempo della fine sentirete parlare ancora spesso di costoro; ciononostante, dove ci sono dei falsi, ci devono essere anche gli autentici, e perciò dovete esaminarli.

Io vi dico nuovamente: “Stabilite il criterio, …sulla pienezza di Luce di ciò che vi viene offerto come Verità divina, quando prendete qualcosa di ricevuto che dimostrabilmente vi trasmette conoscenza, quindi Luce”. Allora è proceduto da Me, e allora i profeti sono autentici, …cioè attivi su incarico Mio. Ma ciò che sono per voi solo dei concetti non chiari, ciò è solo luce apparente, ciò sembra certamente simile, ma con un serio esame risulta come trappola, che si appoggia come un’opera d’abbaglio dell’avversario, il quale nel tempo della fine cercherà di operare con aumentato zelo su tutti coloro che temerà di perdere,

Infatti, lui coglierà ogni occasione in cui Mi potrà far respingere dai cuori degli uomini, …ma sarà riconoscibile perché gli manca la sapienza, e quindi è privo di sapienza tutto ciò che lascia brillare come luce d’inganno attraverso la volontà di quegli uomini che gli sono ancora schiavi, …perché portano in sé ancora le sue caratteristiche: arroganza spirituale, mondanità e amor proprio, e perciò portano una maschera, …sotto la quale il Mio avversario può nascondersi.    Amen!

 

*  *  *  *  *

Pagina precedente