B. D. nr. 5471

(25. 08. 1952)

 

L’abbreviazione dei giorni per via degli eletti, non è di nessun ammanco per l’umanità decaduta

 

Lo sviluppo spirituale degli uomini procede solo minimamente, è subentrato uno stato spaventoso, pochi uomini soltanto aumentano il loro grado di maturità, la maggioranza rimane però, sempre sullo stesso gradino, con visibili deviazioni verso il basso. E se non fosse prevista una fine di questa Terra nel piano di salvezza dall’eternità, anche gli uomini con il grado di maturità più elevato verrebbero di nuovo rigettati nell’abisso. Dio, però, ha abbreviato i giorni, …per via degli eletti!

La completa decadenza e l’apostasia da Dio è inarrestabile, perciò l’abbreviazione dei giorni non è più un ammanco per l’umanità decaduta, ma pure una salvezza solo per chi può aiutare-affermandosi-faticosamente, dovendo lottare terribilmente per prestare resistenza contro l’assalto dal basso.

L’umanità sta andando verso la fine perché essa stessa la accelera, perché è per la salvezza dei credenti che i giorni saranno abbreviati; essi accelerano solo la fine, perché sarà chiaramente riconoscibile che per tali uomini non c’è più nessuna salvezza, e pertanto, per questi, …non saranno abbreviati i giorni in cui potrebbero ancora essere salvati. Essi sono definitivamente decisi per l’avversario di Dio, e perciò soltanto i Suoi figli dovranno ancora essere aiutati, affinché perseverino negli ultimi tormenti su questa Terra. E così, la salvezza per questi figli di Dio, …verrà improvvisamente e inaspettatamente, prima che essi vacillino, poiché Satana non si fermerà, …finché non sarà legato!

Dapprima, verranno esaurite tutte le possibilità per promuovere ancora lo sviluppo spirituale degli uomini, …ma senza successo, …come lo sa Dio fin dall’eternità. Gli uomini non saranno accessibili per nessuna esortazione né ammonimento, conosceranno soltanto una meta: …vivere sulla Terra nella gioia e nel godimento! E tutto ciò che potrebbe ostacolarli in questo, lo rifiuteranno e lo attaccheranno. Disprezzeranno Dio e, ancora di più, i Suoi servitori, e verrà il tempo di cui sta scritto: «Sarà come ai giorni di Noé: mangiavano e bevevano, e si maritavano, e si lasciavano, …fino al Giorno del Giudizio!».

Gli uomini non perderanno davvero più niente quando la Terra sarà distrutta, poiché quello che possiedono è talmente inutile, e ciò che è di valore non lo ricercano più! Tuttavia, prima che la vita di questi uomini sia terminata, tanto più, …ripercorreranno la via1 che una volta li avrebbe condotti in alto. Non c’è più molto tempo, giacché per via del volere degli eletti, …i giorni saranno abbreviati. Pensate a questo, quando a voi che volete rimanere fedeli a Dio, le condizioni di vita sembreranno insopportabili, ricordate questo: che riceverete forza per perseverare fino alla fine, e che questa fine non si farà più attendere molto, poiché si adempirà la promessa: Dio abbrevierà i giorni per via degli eletti, …per aiutarli all’eterna beatitudine!    Amen!

 

______________

1 – ‘ripercorreranno la via : è il Giudizio degli empi insieme all’avversario di Dio, la cui anima, cioè l’elemento spirituale originario negativo degli uomini non salvati, sarà di nuovo relegato nella materia. [vedi il fascicolo n. 44 – “La nuova relegazione”]

 

*  *  *  *  *

Pagina precedente