B. D. nr. 5604 a/b

(16. 02. 1953) e (17. 02. 1953)

 

“Molti sono chiamati, …ma pochi gli eletti”

La conoscenza intellettuale della Scrittura, non è dallo spirito

 

Molti sono chiamati, ma solo pochi gli eletti! A voi tutti è stato posto il compito di formarvi in un vaso del Mio Spirito, e lo potreste anche fare, se vi aspira la vostra volontà. Cosicché non tutti voi conseguirete questo fine, posto in voi stessi, proprio per la vostra volontà, che è libera e non è orientata né determinata da Me, a fare il giusto. Solo pochi prendono seriamente il loro compito terreno, formando il loro cuore secondo la Mia Volontà, e perciò potranno anche lasciare agire in sé il Mio Spirito, e questi, …sono quindi gli eletti fra i molti chiamati.

Essere eletto da Me, significa ora, dover adempiere un compito, che può eseguire proprio solamente un uomo che permette l’operare del Mio Spirito. Egli deve rappresentare Me e il Mio Nome davanti al mondo; deve annunciare la Mia parola, la divina Dottrina dell’Amore, che rivela la Mia Volontà agli uomini. Nessun uomo sulla Terra che non appartiene ai Miei eletti, può esercitare una tale funzione, poiché l’annunciare del Vangelo presuppone una conoscenza che corrisponda alla Verità. Una tale conoscenza non può essere conquistata tramite lo studio, poiché non è sufficiente la conoscenza mentale per la diffusione del Mio Vangelo, bensì lo spirito deve dapprima rendere viva la conoscenza mentale, altrimenti rimane solo una pura conoscenza mondana, benché abbia un contenuto spirituale.

Quindi ogni annunciatore della Mia parola deve anche essere eletto da Me per il suo compito, e questo, …egli deve dimostrarlo! Egli deve essere in grado di presentare un Dono dello spirito, deve essere evidente l’operare del Mio Spirito in lui. Questo significa tanto, come se disponesse di facoltà che non ha acquisito, bensì che gli sono state date da Me come dimostrazione dell’operare del Mio Spirito in lui. Una tale facoltà è anche, …l’interpretazione della Mia parola che testimonia di Me, l’interpretazione della S. Scrittura che vige come Mia parola.

Uno studio per quanto lungo, non rende l’uomo capace di accertare e spiegare il senso spirituale della Mia parola, poiché la conoscenza intellettuale non può sostituire ciò che dichiara il Mio Spirito agli uomini. Tuttavia, d’altra parte il Mio Spirito non può agire laddove non ci siano i presupposti.

Dove invece opera il Mio Spirito, là non è necessaria una conoscenza intellettuale, là Io stesso istruisco l’uomo e pongo nel cuore la Verità spirituale in modo altamente comprensibile, …così che sia pieno di conoscenza e nozioni.

 

(17. 02. 1953)

E perciò è anche vano sforzo voler attingere sapienza dalla Scrittura, finché il Mio Spirito non può agire.

E così, è anche visibile il perché l’interpretazione della Mia parola è così spesso errata, il perché è interpretato solo il senso letterale, ma non il senso spirituale che Io ho posto in tutte le Mie parole espresse sulla Terra, poiché è l’intelletto dell’uomo che ne interpreta il senso letterale. – Il senso spirituale dello Spirito, da Me, come esso può agire nell’uomo e, …quale lavoro intellettuale sia necessario per questo – la Mia parola – è invece spiegata dal Mio Spirito in modo chiaro e comprensibile, senza che l’intelletto debba entrare in azione, e nondimeno, l’uomo dà a questa la spiegazione del tutto naturale, così come se fosse il risultato del suo intelletto.

Invece la profonda saggezza di ciò che esprime, tutte le interpretazioni comprensibili che testimoniano dell’operare dello Spirito, per questo, sono date nuovamente solo a coloro che sono di buona volontà, …e che vogliono essere istruiti nel modo giusto, mentre un’interpretazione intellettuale del prossimo, non sono delle spiegazioni soddisfacenti e non possono convincere. Solamente lo spirito dà chiarezza, solo lo spirito trasmette la Verità, e solo lo Spirito parla al cuore, mentre l’intelletto parla nuovamente solo all’intelletto, e non si rispecchia nel cuore.

Il Mio Spirito potrà tuttavia essere sempre efficace, …laddove c’è l’amore, un amore, che sia sempre pronto a dare, ad aiutare e redimere; un amore che non conosce nessun altro desiderio che lenire l’afflizione, sia questa spirituale o terrena. Dove è visibile l’amore donante, del tutto altruistico, là si trova sempre anche la Verità, perché Io sono là, dov’è l’amore, perché ogni opera d’amore attira Me stesso, …e l’uomo che vive nell’amore è intimamente collegato con Me! E dove sono Io, agisce il Mio Spirito. Dove sono Io, vi è la Verità! Dove sono Io, Mi manifesto tramite lo Spirito, e questo significa anche, …Luce e conoscenza, significa possedere una conoscenza, … corrispondente alla Verità.    Amen!

 

*  *  *  *  *

Pagina precedente