B. D. nr. 5755

(26. 08. 1953)

 

Alla fine della Terra, la Porta nel regno spirituale sarà chiusa

 

Dopo la morte del vostro corpo, voi tutti dovrete passare nell’eternità attraverso la Porta, tuttavia essa resterà aperta solamente fino alla fine di questa Terra, …per poi chiudersi per lungo tempo. Voi lo comprenderete solamente, quando saprete che l’anima può anche maturare nel regno dell’aldilà, ma è anche possibile uno sprofondare nell’abisso più profondo, che poi ha per conseguenza, di nuovo, una relegazione nella solida materia.

Alla fine di questa Terra avrà dunque luogo questa relegazione dello spirituale che si trova nell’abisso, il quale, sia nel regno dell’aldilà come anche sulla Terra, si trova nella morte spirituale, cosicché non può più risvegliarsi alla Vita attraverso il cambiamento della volontà. La volontà di queste anime è talmente indurita, che può essere spezzata solo con la costrizione, ma ciò non è previsto nel Piano di salvezza di Dio, bensì, solo una rinnovata relegazione della volontà, potrà procurare un cambiamento della volontà, …dopo un tempo infinitamente lungo.

Questo momento arriverà adesso con la fine della vecchia Terra, in cui avrà luogo la separazione degli spiriti, in cui gli uomini del tutto ribelli a Dio saranno diventati veri demoni, e anche i peggiori esseri dell’oscurità saranno relegati di nuovo nella materia, mentre gli uomini tendenti verso Dio dovranno alla fine passare ancora attraverso il fuoco della purificazione delle loro anime, per poi poter ri-vivificare la nuova Terra come uomini spiritualmente maturi, quindi essi non entreranno nel regno dell’aldilà come esseri spirituali. Infatti, la nuova Terra dovrà essere popolata da uomini spiritualmente maturi che stiano in strettissimo collegamento con Dio e perciò siano trasferiti già nel paradiso, sulla Terra, come pareggio per il tempo della fine oltremodo difficile, laddove hanno dimostrato la loro fedeltà a Dio.

Nondimeno, sulla Terra vivono ancora innumerevoli uomini che non meritano né l’elevatezza né l’abisso, i quali non sono ancora sprofondati nel regno delle tenebre, e comunque non sosterrebbero l’ultima prova di fede, avendo pur sempre, …la possibilità di giungere alla Luce nel regno dell’aldilà, i quali, l’Amore e la Misericordia di Dio – nel riconoscimento del loro stato spirituale, della loro debolezza e della volontà – richiamerà già prima della fine della Terra. Costoro, quindi, troveranno ancora l’accesso nel regno dell’aldilà, e potranno elogiarsi felici per l’ultimo servizio d’amore recato su questa Terra, che Dio dimostrerà loro tramite il terminare la loro vita corporea, affinché non siano irrimediabilmente perduti, e nell’aldilà non sarà loro nemmeno da temere uno sprofondare nelle tenebre, perché molti esseri satanici saranno di nuovo relegati, e perciò la lotta di queste anime nel regno spirituale non sarà più così difficile come prima.

Per questo, con la fine della vecchia Terra verrà un tempo di calma, …e la lotta fra la Luce e la tenebra finirà per lungo tempo. Satana sarà messo in catene, senza poter più opprimere gli uomini sulla Terra, i quali, nella più pacifica armonia fra loro e nel più beato collegamento con Dio, irradieranno una tale Luce, che anche gli esseri nel regno spirituale gioiranno di questa Luce, …e saliranno in alto in modo inconcepibilmente veloce, così che anche le anime nell’aldilà possano curare il collegamento insieme agli uomini sulla Terra, essendo la loro palese volontà, …quella di giungere a Dio.

*

Sarà un’epoca di pace sulla Terra come nel Regno spirituale, che certamente, avvicenderà dapprima nuovamente di un tempo di silenziose lotte e battaglie degli esseri di luce per le anime che si lasceranno catturare nuovamente dalla materia, finché Satana stesso sarà liberato da quegli uomini, …che tenderanno solamente a ciò che appartiene a lui, i quali di nuovo, desidereranno il mondo con tutti i sensi, …e per questo dimenticheranno Dio. Ciò nonostante, lui avrà perduto innumerevoli anime nel tempo della pace, …e innumerevoli anime saranno ritornate per sempre al loro Padre, e il suo potere diminuirà da un periodo di redenzione all’altro, finché anche lui stesso un giorno si lascerà redimere, …per ritornare nella Casa del Padre come figlio perduto.    Amen!

 

*  *  *  *  *

Pagina precedente