B. D. nr. 5828

(16. 12. 1953)

 

Ciascuno abbia fede nella promessa della Parola interiore

Esercitate l’amore, e poi ponetevi in ascolto

 

Ascoltare la Mia voce attentamente, nell’intima unione con Me, essa vi garantirà inoltre che Io Mi renda udibile dal figliolo terreno, tuttavia egli deve origliare nell’interiore, deve attendere finché Io Mi manifesto; deve semplicemente, …ascoltare! Perfino neanche pensare ciò che egli, …desidererebbe sentire. Io mi chino davvero su ogni figliolo terreno – desideroso – e lo allieto con la Mia espressione, se solo egli si predispone a riceverMi, lasciando passare su di sé il Mio efflusso d’Amore, e accettando solo ciò che gli giunge.

Nella manifestazione promessa del Mio Spirito, la fede si mostra però assai debole negli esseri umani, e per questo la conoscenza ricevuta attraverso la Parola interiore, il Mio puro Vangelo, viene molto più rifiutato che accettato, e la fede in questa non è rappresentata; infatti, gli uomini non sono abbastanza orientati sull’operare del Mio Spirito, poiché l’amore ne è il primo presupposto, e quest’amore viene esercitato troppo poco. Invece una giusta spiegazione sull’agire del Mio Spirito indurrebbe qualche persona a provare, e poi, felice, …essa riconoscerebbe la verità della Mia promessa.

La fede che Io stesso Mi riveli a coloro che si uniscono a Me in tutta l’interiorità e affrontino la Mia parola, è molto rara da trovare, ma da Me è ricompensata ancor più, perché Io voglio che i Miei figli desiderino e ascoltino la Mia espressione, e perciò Io non lascerò andare via nessuno da Me senza avergli manifestato il Mio Amore, se egli seriamente chiede e ascolta ciò che Io ho da dirgli. Ciò nonostante non anticipate nulla, attendete nella pazienza la Mia allocuzione; restate silenziosi e in ascolto, poiché è un dono oltremodo delizioso che Io voglio trasmettervi, e lo si può sentire solamente, quando si adempie questa condizione: aprire a Me l’orecchio, nella fede e nell’amore, …l’orecchio del cuore, essere volenterosi di ricevere da Me questo dono delizioso, …che dimostra il Mio Amore per voi, che solo Io stesso posso elargire, perché solo Io sono la Fonte di ogni Vita e di ogni Sapienza!

Venite con i gusci aperti alla Fonte della vita, la Bevanda che, ricevuta, …rende beati, l’Acqua viva indispensabile per voi che volete giungere alla vita eterna! Venite con il cuore desideroso e attingete alla Fonte che non si esaurirà mai, finché desidererete essere ristorati e fortificati. Offritevi, …e afferrate con cuore grato il delizioso Dono, ma non mescolatevi nessuna aggiunta che lo renderebbe solo scadente, giacché vi saranno sempre, uomini che cercano il loro cibo altrove, e poi lo vorrebbero offrire anche a voi, cercando di indurvi a prendere parte a ciò che non serve come alimento alla vostra anima.

Venite alla Fonte, dove v’è indicata la limpida Acqua della Vita, e credete che Io stesso, apro quella Fonte a ogni uomo che la chiede solo nell’amore per Me! Credetelo: …Io parlo a chiunque desideri sentirMi!

[continua al n. 5829]

 

*  *  *  *  *

Pagina precedente