B. D. nr. 6117

(23. 11. 1954)

 

Senza nessun progresso spirituale la vita terrena è inutile

L’anima deve vincere i desideri corporei

 

La via della vostra vita terrena è vana, …se alla vostra anima non è portato nessun progresso spirituale, se non riuscite in questo tempo a fluttuare in sfere spirituali, …a sciogliere lo stretto legame con la Terra, con il possesso materiale, e non realizzate la rinascita spirituale sulla stessa. La vostra anima deve fuoriuscire da una detenzione oscura, verso una vita piena di luce; deve diventare libera da ogni vincolo materiale, poiché essa è uno spirito, e si sente bene solo nel regno spirituale, quando è libera da ogni vincolo.

Il corpo terreno è una catena per l’anima, …e i suoi desideri sono sempre di specie materiale. Se si lascia influenzare da questo, allora l’anima rimane in schiavitù, rimane con una mentalità terrena, e in essa è soffocato ogni desiderio spirituale. L’anima deve liberarsi dai desideri corporei, senza concedere al corpo ciò che desidera, perché essa è la portatrice della volontà, …e decide di se stessa. Se le riesce a vincere il corpo, oppure renderlo perfino incline ai suoi desideri, oppure ‘migliore’ rispetto a ciò che ha compreso, allora troverà davvero un enorme sostegno da parte dello spirito che si cela in essa, il quale la spingerà sempre più verso il regno spirituale, offrendole i tesori di questo regno e presentandoglieli unicamente come desiderabili.

Non appena l’anima si dimostra disponibile agli insegnamenti spirituali, la sua sorte nell’eternità è già decisa, la risalita assicurata, …e la via della vita terrena registrerà il successo per l’eternità! Tuttavia, inizialmente, la lotta dell’anima è difficile se il corpo influisce continuamente su di essa in ogni modo, se l’anima è troppo debole perché resista, quando il corpo mantiene il predominio e l’annebbia, …affinché essa si arrenda senza volontà.

Non appena il mondo vi affascina, non appena cercate di accaparrarvi tutto dal mondo; non appena scacciate tutti i pensieri spirituali quando sorgono in voi, siete in grande pericolo, poiché non riconoscete lo scopo della vostra vita terrena, aspirate a delle mete completamente diverse, …rispetto allo scopo per conseguire il quale, dimorate sulla Terra. La vostra vita terrena sarà presto terminata, e tutto ciò che avrete conseguito in beni materiali terreni, …lo dovrete lasciare nell’ora della morte. E sarete infelici, …se giungerete nel regno dell’aldilà senza il possesso di beni spirituali.

Fate in modo che il vostro cammino terreno non sia stato a vuoto, cercate di liberarvi da tutto ciò che serve soltanto al corpo, ma all’anima non porta nessun vantaggio, e aspirate al Regno che è la vostra vera Patria, e in cui entrerete ancora irrevocabilmente di nuovo, …quando sarà giunta la vostra fine corporale, la quale potrà essere là, solo molto differente, …secondo com’è la vostra anima. Perciò cambiate, e lavorate e agite per il regno spirituale, …finché vi è lasciata ancora la vita terrena, poiché il vostro pentimento sarà grande, …quando sarà troppo tardi!    Amen!

*  *  *  *  *

Pagina precedente