B. D. nr. 6386

(26. 10. 1955)

 

Per la liberazione dello spirituale dalla dura materia occorrono tempi eterni

 

Lo spirituale che si trova all’inizio dello sviluppo, langue da un tempo immemorabile nell’involucro più duro, perché, finché non diminuisce la sua opposizione che dura da lunghissimo tempo, …non può ricoprire prima una forma esterna alleggerita. Tuttavia, anche per questo spirituale, …un giorno dovrà arrivare un cambiamento della sua forma esterna, e se ora voi pensate che esistono degli elementi della Creazione che sembrano invariati già attraverso delle eternità, che a voi sembrano indistruttibili da tempi immemorabili e anche oltre l’eternità, allora vi dovete domandare ‘quando’ potrà esserci un giorno un cambiamento per lo spirituale legato in essa, fino a quando dovrà percorrere una via dello sviluppo simile alla vostra, …che conduca all’incarnazione come essere umano.

Anche per questo spirituale arriverà la liberazione dalla dura forma, …secondo la Volontà di Dio, perché Dio stesso ha determinato la durata di tali creazioni nella conoscenza del cedimento della resistenza, e quindi, anche la fine – la dissoluzione di tale elemento creato – è previsto dall’eternità. E pertanto, a distanze determinate si svolgono delle intere distruzioni di creazioni da Dio, …che diversamente non si potrebbero dissolvere che attraverso violente eruzioni, il cui motivo, però, possono essere gli stessi uomini, quando intraprendono nella libera volontà delle azioni illegittime, che hanno per conseguenza potenti eruzioni.

Anche questa libera volontà è inclusa nel Piano di salvezza di Dio, e Dio stesso lascia permettere che tale procedere illegittimo, nel suo effetto, …serva allo spirituale legato nella forma, se non è Egli stesso a procurare una dissoluzione naturale di tali creazioni. Ciò nonostante, tali procedimenti servono sempre alla liberazione di ciò che langue nella dura forma, per dargli una forma esterna più leggera, nella quale debba procedere sulla via dello sviluppo verso l’alto. Nessun uomo s’immagina gli incommensurabili tormenti dello spirituale che questa lunga prigionia ha significato, e nessuno crederà che nella nuova Creazione sarà legato nuovamente per un tempo infinitamente lungo quello spirituale che ha fallito nello stato libero, il quale invece di giungere in alto, …sarà risprofondato nell’oscurità più fitta.

Voi uomini considerate tutte le creazioni, senza dei pensieri più profondi di ciò che sono in realtà: …dello spirituale recuperato, spiriti primordiali una volta caduti, …pieni di libertà e luce! Mentre ora, questi sono legati nelle più profonde tenebre, e tuttavia, …un giorno devono di nuovo giungere alla libertà e alla luce, ma questo percorso di sviluppo richiede irrevocabilmente anche una necessaria temporanea distruzione di creazioni, che però, tali indicazioni in una fine di questa Terra, …voi uomini li rifiutate come inattendibili. Solo chi conosce il senso e lo scopo della Creazione si pone tali pensieri, e la fine ipotizzata gli è probabile, ma tale opinione non compenetra i suoi simili che non hanno questa conoscenza.

Nondimeno, ogni uomo dovrebbe riflettere e chiedere, affinché gli sia possa dare mentalmente la risposta. E chi rifiuta una futura dissoluzione o distruzione di questa Terra – senza dimostrare un Dio dell’Amore – sfrutta l’Amore di Dio solo per se stesso, perché non sa che nella Creazione tutto lo spirituale è proceduto da Lui, …come lo stesso essere umano, …solo che non ha ancora raggiunto il grado del suo sviluppo per potersi incorporare come uomo, il cui grado deve raggiungerlo cambiando costantemente la sua forma esterna e, …servendo in ogni forma, e Dio, …darà sempre questa possibilità allo spirituale. E se anche passeranno delle eternità, un giorno per questo spirituale arriverà il momento in cui potrà sfuggire dalla solida forma, e potrà entrare di nuovo in qualcosa di più leggero.

E’ dall’eternità che nel Piano di salvezza di Dio è sempre stato previsto il giorno che lo spirituale nella dura materia trovi liberazione, il giorno in cui un periodo di redenzione trova la sua fine, …e ne cominci uno nuovo, poiché lo sviluppo dello spirituale procede incessantemente, perché l’Amore di Dio si prende incessantemente cura, …di tutto ciò che una volta è proceduto da Lui, finché ritornerà di nuovo a Lui, per poter essere beato in tutta la libertà e, …rimanerlo in eterno.    Amen!

 

*  *  *  *  *

Pagina precedente