B. D. nr. 6529

(22. 04. 1956)

 

In arrivo una svolta spirituale e terrena

È indispensabile re-incorporare tutto lo spirituale in un’adeguata forma esteriore

 

Davanti a voi sta una svolta spirituale, ma questa svolta richiede anche un cambiamento terreno totale che non è ricercato né portato ad avviarsi dagli uomini, bensì Io stesso devo trasformare la Terra, dissolvendo prima tutte le creazioni terrestri, altrimenti sarebbe impossibile, spiritualmente, creare sulla Terra, di nuovo, uno stato che sia totalmente opposto a quello vigente. Diversamente non ci si può aspettare che gli uomini si conquistino sulla Terra uno stato di maturità più elevato, che essi del tutto de-spiritualizzati cambino, e che si possa parlare ancora di una svolta spirituale su questa Terra!

Gli uomini del tempo attuale vanno incontro sempre di più verso l’abisso, e sono soltanto pochi quelli che tendono verso l’alto, che spiritualmente si trovano su un altro livello, che hanno riconosciuto il vero scopo della vita terrena e cercano di raggiungerlo. La maggioranza di loro è ancora molto lontana da tutto lo spirituale e non gli si avvicinerà per niente su questa Terra, ma in questo basso stato spirituale non può continuare, perché questo significa una tenebra che avrà per conseguenza il peggiore dei disastri, cioè, …sia in modo spirituale che terreno! Perciò Io ho posto un limite e ho deciso un totale cambiamento, dall’eternità, perché prevedevo questo basso stato spirituale, …già dall’eternità!

La vita che gli uomini conducono ora sulla Terra è senza senso né scopo, perché da essa non ne è tratta nessuna benedizione per l’anima; la vera vita nel regno spirituale, per la quale fu data la vita sulla Terra a voi uomini, non è tenuta in nessuna considerazione. Dunque, un totale cambiamento della superficie terrestre e una trasformazione di tutte le creazioni terrestri in una nuova incorporazione di tutto lo spirituale, conformate alla forma esteriore, sono diventati di impellente necessità; in questo modo, anche lo stato spirituale degli uomini sulla nuova Terra sarà innestato, perché la nuova razza umana sarà costituita da uomini spiritualmente maturi che avranno superato la grande distanza da Me, giungendoMi così vicini, che Io stesso potrò stare tra loro su questa Terra.

Allora, in Verità, una svolta spirituale avrà avuto luogo; allora la Terra avrà un aspetto diverso, e tutte le creature – gli uomini e gli animali – …vivranno insieme in pace e armonia! In verità, sulla Terra sarà un paradiso, e comincerà una nuova Era nella felicità e nella beatitudine, ma sarà anche riservata una nuova relegazione a quello spirituale che come uomo sulla Terra è ri-sprofondato nell’abisso, …fallendo nell’ultima prova della sua vita terrena.

Voi tutti vi trovate davanti a questa svolta spirituale, e ognuno di voi può ancora cambiare, …nel breve tempo rimasto, fino a questa svolta. Ognuno di voi può elevare il proprio basso stato spirituale e sviluppare se stesso a un grado di maturità tale, …da diventare un coabitante della nuova Terra! A ogni uomo sono ancora aperte tutte le possibilità, perché Io, pieno d’Amore e di Grazia, …trarrò sempre dall’abisso chiunque di voi protenda le mani verso di Me.

Tuttavia, fra poco questa possibilità sarà finita! Il Portone per il regno dello spirito sarà chiuso, quando giungerà la fine, quando si svolgerà la trasformazione della superficie della Terra, quando avrà luogo la svolta spirituale, proprio quando si svolgerà il cambiamento terreno attraverso la dissoluzione della creazione ‘la Terra’ e attraverso il divenire libero di tutto lo spirituale legato. Allora si compirà la separazione degli spiriti, e tutto lo spirituale sarà ‘giudicato’, cioè incorporato nella forma che corrisponde al suo stato di maturità.

La svolta spirituale è vicina, e quindi è anche inevitabile un cambiamento terreno; poi, però, sarà riservato un tempo beato a quelli che sono Miei e lo vogliono rimanere, quelli che sostennero la lotta su questa Terra, e che, nonostante sofferenze e afflizioni, …Mi rimasero fedeli fino alla fine!    Amen!

 

*  *  *  *  *

Pagina precedente