B. D. nr. 6592 a/b

(10. 07. 1956) e (11. 07. 1956)

 

Spiegazioni per lo straordinario Dono di Grazia immeritata, data al mediatore

Il Discorso diretto può fluire da un intermediario, solo se questo ha un sufficiente grado d’amore

 

[nel tempo della fine …]

 

E’ una Grazia immeritata, che Io parli direttamente agli uomini, poiché solo raramente un uomo si conquista ancora sulla Terra quel grado di maturità che lo porta già così vicino a Me, tanto che una diretta irradiazione d’Amore da parte Mia ne sia la conseguenza. Tuttavia, nell’ultimo tempo prima della fine, Io parlerò a tutti gli uomini in modo tale che essi siano in grado di sentire Me stesso, anche se ciò non avverrà direttamente, …ma tramite una forma che permetta in sé il diretto operare,  …se ciascuno avrà la volontà di abbandonarsi a Me! Ed Io utilizzerò eccezionalmente questa buona volontà, perché sarà impellente che agli uomini sia manifestata una prestazione d’aiuto.

Io certamente posso anche rendere una tale forma come Mio strumento, se essa ha già raggiunto una certa maturità dell’anima, ma questa maturità non basterebbe per una tale Irradiazione che appartiene a un vero figlio di Dio, cioè a un uomo che abbandoni la vita terrena del tutto spiritualizzato, per essere accolto da Me come figlio Mio; solo così egli è confermato in tutti i diritti di un figlio, e quindi, può anche aver relazione diretta con Me, così come un figlio ha relazione con suo padre.

Comprendetelo: … è solo un tale grado di maturità, il presupposto affinché la Mia irradiazione di Forza d’Amore sommerga direttamente un essere, per essere poi trasmessa su innumerevoli ricevitori di luce, là dove la luce è desiderata! Perciò Io la chiamo una Grazia immeritata’, l’utilizzare una forma umana con un grado di maturità non così alto, da far affluire questa irradiazione di forza d’amore direttamente agli uomini; infatti, in considerazione della vicina fine, l’afflusso di Grazia dovrà essere aumentato per giungere in aiuto agli uomini, …affinché uno straordinario afflusso di forza possa ancora ottenere, …ciò che altrimenti sarebbe impossibile!

Quindi, Io Mi accontento già con la seria volontà di un uomo di servire Me, …per quanto costui abbia adempiuto la condizione che permetta in lui un operare del Mio Spirito. La Mia promessa, infatti, suona: «Voglio mandarvi il Consolatore, …lo Spirito della Verità, il Quale v’introdurrà nella verità e, …vi ricorderà tutto ciò che vi ho detto» [Giov. 14,26]. – Quindi il Mio Spirito opera in ogni uomo che abbia formato se stesso – attraverso l’amore – …in un vaso d’accoglienza del Mio Spirito! Egli lo guida alla giusta conoscenza, illuminando il suo pensiero, e dandogli il chiarimento dall’interiore, e quindi, quell’uomo starà ora nella verità; in lui vi sarà luce ed egli, …potrà anche trasmettere la sua conoscenza al prossimo. Egli sarà colmato dal Mio Spirito e potrà parlare con diritto della Mia presenza in lui! E per questo operare del Mio Spirito in lui, è presupposto un determinato grado d’amore che voi tutti potete raggiungere sulla Terra, con una buona volontà!

Nondimeno, questo grado d’amore può farsi più intenso costantemente, e portare a un collegamento così intimo con Me, tale che Io possa afferrare Mio figlio con tutto il Mio ardore d’Amore, affinché lui percepisca la Mia voce in un’inconcepibile beatitudine, così da essere colmato da una forza d’amore tale da spingerlo a trasmettere quell’ardore! Un tale grado d’amore, tuttavia, solo raramente è raggiunto sulla Terra, nonostante il Mio discorso diretto sia d’immenso effetto, …un effetto che qui nessun uomo potrebbe sopportare; ed è per questo motivo, che Io posso prenderMi cura degli uomini anche soltanto con una forza veramente minima, se voglio aiutarli. E per questi uomini, tale forza è ugualmente di un effetto così straordinario, …pur se essi restano in un basso grado di maturità! Io quindi rivolgo loro la Parola direttamente, servendoMi di un uomo, …pur se la forza che indurrà alla fede è indebolita, …giacché la Mia continua espressione agirà sempre come linguaggio dell’uomo attraverso il quale Io Mi manifesto!

Dunque, sia che Io parli direttamente agli uomini tramite lui, oppure che essi sentano delle parole che costui ha ricevuto da Me, …gli uomini saranno sempre toccati come da un bene spirituale ‘trasmesso’ loro. Dapprima sentiranno, sempre, parlare l’uomo che è attivo come mediatore e – secondo il loro grado d’amore – …percepiranno Me stesso e il Mio Amore! Cosicché sarà fatto affluire loro qualcosa che ha un’inaudita importanza, che potrà essere un vero aiuto; ciò nonostante, mai li toccherà nel suo intero effetto di forza, …perché essi non lo sopporterebbero!

E altrettanto, …il mediatore’ è anche la forma attraverso cui Io posso manifestare Me stesso, …tramite questo ‘toccato’, nel modo corrispondente al suo grado d’amore; poiché, anche lui Mi sentirà dapprima echeggiante, dimostrando poi un aumentato grado di maturità così da percepire una manifestazione chiarissima della Mia presenza, ma per lo più egli percepirà solo mentalmente la Mia espressione, così come il Mio Spirito in lui è efficace. Allora egli Mi servirà certamente come mediatore, e Io stesso potrò manifestarMi agli uomini attraverso di lui; ma egli starà assai poco sotto l’immenso effetto del Mio flusso di forza d’amore, come anche gli uomini ai quali Io parlerò attraverso di lui, perché anch’egli deve percorrere la sua via terrena nella pienissima libera volontà, …il che, diversamente, impedirebbe ogni eccezionale espressione da parte Mia.

Nondimeno, tra quegli uomini che vogliono servirMi come strumento, Io posso scegliere solo quelli che presentano particolari presupposti, …perché sarà un vero imponente dono di Grazia, quello che Io offrirò loro ancor prima della fine, e per questo sono necessarie una potente fede e una potente volontà di mettersi a disposizione come mediatore per tale dono di Grazia, che solo una vita d’amore ha potuto far arrivare a quella forza.

 

(11. 07. 1956)

L’amore e la fede sono indispensabili per una missione che rappresenta un servizio per Me, come per il prossimo: essere mediatore tra Me e gli uomini! L’uomo deve credere con convinzione che Io stesso posso manifestarMi, e lo voglio anche, per aiutare gli uomini, …e questa fede convinta deve essere conquistata attraverso una vita d’amore! Solo allora Io posso preparare per Me quest’uomo come strumento, lasciando affluire verso tutti gli uomini il Mio efflusso di Grazia, …che certamente trasferirà l’anima di costui in uno stato di beatitudine, che però non sarà percepito in modo inusuale dall’uomo, mentre se fossero toccati anche i suoi sensi dalla Mia forza d’amore, allora quell’uomo non starebbe più in quella quiete, tale da poter sentire o mettere giù per iscritto la manifestazione esteriore del Mio Spirito; lui sarebbe solo colpito dalla Mia irradiazione d’Amore, però, …una trasmissione al prossimo sarebbe impossibile.

Invece tramite lui Io voglio parlare a tutti gli uomini, e ciò richiede uno strumento che si pieghi completamente alla Mia volontà, …che voglia essere per Me solo uno strumento per lo scopo di una missione! E perciò lui potrà ottenere la ricompensa solo nel regno spirituale, ma non potrà notare durante la vita terrena particolari privilegi, se non quelli che ho promesso a tutti gli operai della Mia vigna: che Io provveda loro spiritualmente e corporalmente, che essi stiano sotto la Mia protezione e siano costantemente diretti e guidati dalla Mia provvidenza!

Non dovranno essere indotti a un’insolita sensazione di beatitudine, per la dedizione a Me, il che sarebbe uguale a una costrizione della volontà, bensì dovranno essere pronti al servizio per Me e per il prossimo nella libera volontà, …e credere incondizionatamente di poter prestare a Me un servizio mediante questa dedizione! Ed Io benedirò una tale fede e volontà, e la Mia benedizione aiuterà la loro anima a raggiungere la maturità! E così, una Grazia immeritata, un efflusso di Grazia d’inimmaginabile effetto, potrà essere riversato sugli uomini nel tempo della fine, che, con il giusto utilizzo, li aiuterà a salire nelle Altezze, senza però esercitare su di essi una costrizione spirituale.

La Mia diretta espressione sarà udita in un modo da essere sopportabile per gli uomini, giacché l’irradiazione della Mia luce d’amore ha luogo in un involucro che rende possibile, appunto, quella forma umana, …per il qual motivo fluirà agli uomini una quantità di forza confacente alla maturazione della loro anima, e che potrà essere aumentata in ogni momento, secondo l’utilizzo del Mio dono di Grazia, …attraverso il quale Io voglio ancora portare la salvezza agli uomini nell’ultimo tempo prima della fine.    Amen!

 

*  *  *  *  *

Pagina precedente