B. D. nr. 6598

(18. 07. 1956)

 

Beatitudine, oppure essere re-incorporati nelle creazioni terrene

L’ultima Grazia prima del Giudizio

 

Qualunque cosa desideri sempre la vostra aspirazione sulla Terra, …vi si adempirà, poiché vi sarà donato tutto secondo il vostro desiderio, quando la vostra vita terrena sarà terminata. Riguardo alla vostra bramosia per i beni spirituali, allora il regno spirituale ve ne offrirà tali, in abbondanza; invece, se il vostro desiderio era per i beni terreni, …allora la Terra vi accoglierà di nuovo! La materia verso cui tendete sarà di nuovo il vostro involucro, …come lo è stata da tempi immemorabili. Tuttavia, siete sempre voi stessi, …che avrete creato il  destino che vi attende dopo il decesso! Se invece vi sarà data la Grazia di essere richiamati ancor prima della fine di questa Terra, allora vi sarà ancora concesso un breve tempo in cui potrete ancora disfarvi dei desideri terreni, in cui vi saranno ancora una volta offerti beni spirituali che dovrete solo  afferrare, per poterne prendere  possesso per la vostra salvezza.

Di nuovo, però, dipende dalla vostra libera volontà, se voi approfitterete di queste ultime Grazie, oppure se le lascerete passare su di voi, per poi essere incorporati irrevocabilmente di nuovo nelle creazioni terrene: non lo avrete voluto voi diversamente! – “Voi invece potete essere felici, …solo nel possesso di beni spirituali!”, è questo il Mio costante grido di esortazione e avvertimento  per tutti gli uomini, …fintanto che essi si trovano ancora sulla Terra! E voi tutti dovrete portare le conseguenze della vostra vita terrena, perché è questa la Legge dell’eterno Ordine che neanche il Mio Amore può rovesciare! Io, per Grazia’,  non posso preparare delle beatitudini per coloro che vivono sulla Terra, contro la Mia Volontà, …contro il Mio eterno Ordine, poiché  sono solo i servitori del mondo  che, per leggerezza, …perdono il diritto ad un beato Regno dello spirito!

Finché esiste ancora questa Terra, anche la Mia Fonte di Grazia è aperta su di essa, come nel regno dell’aldilà, e a tutte le anime che pensano e vivono erroneamente è offerta la Grazia, …ma a tutti sarà anche lasciata la libera volontà! Esiste però ancora la possibilità del cambiamento della volontà, se ancora agli erranti, sia sulla Terra come anche nell’aldilà, sorgono le amorevoli indicazioni date affinché essi si ricordino del loro vero compito. Il mondo spirituale si adopera ardentemente per procurarsi l’accesso ai pensieri degli uomini sulla Terra, così come anche nell’aldilà degli esseri di luce si avvicinano alle anime, e tutti hanno solo l’aspirazione di guidare giustamente i loro pensieri, di rivolgere a Me i loro sguardi, e risvegliare in loro un desiderio di Luce, per non oltrepassare la Fonte di Grazia che si apre loro, e dalla quale possono dunque attingere per il bene delle loro anime.

Ma anche questo tempo di Grazia passerà, e arriverà irrevocabile il giorno in cui, …sarà dato ad ogni anima ciò che desidera; e chi non ha mai avuto cura dei beni spirituali, finirà pure vuoto, …e dovrà prendere su di sé un destino terribile! Poi sarà terminato un periodo di redenzione, quindi irromperà una notte senza fine per imprigionare quegli esseri, …la cui volontà era rivolta al male; nondimeno, per quelli che Mi hanno cercato e hanno disprezzato i beni terreni, …è preparata un’insospettata beatitudine!

Il regno dell’aldilà sarà sì ugualmente solo un altro Regno, della beatitudine, ma tutto l’infelice dovrà di nuovo percorrere la via dello sviluppo nell’indicibile tormento, per arrivare ancora una volta alla libertà, di cui aveva abusato in questa vita terrena. Ancora una volta per tutti gli esseri verrà la libera decisione, e spetterà a loro stessi se prolungare il tempo dei tormenti, oppure, …giungere già in breve tempo nella beatitudine; tuttavia, tutti saranno aiutati a raggiungere la meta, poiché Io riverso la Mia Grazia illimitatamente, e chi sfrutta la Grazia, …è liberato da ogni pena e tormento!     Amen!

 

*  *  *  *  *

Pagina precedente