B. D. nr. 7503

(19. 01. 1960)

 

Il ritorno di Lucifero richiederà delle eternità

 

Voi otterrete anche di ricevere sempre la verità, …come Io vi ho promesso! Io non vi lascerò nei pensieri errati, non appena è la vostra volontà di stare nella verità. E’ un’opinione errata di parlare del ritorno del Mio avversario, di Lucifero, che richiederà ancora delle eternità, prima che egli stesso inizi questo ritorno a Me. Ve lo dico continuamente: che con lui le cose stanno diversamente che con gli esseri un tempo caduti da Me, che certamente sciolsero anche il loro amore per Me e si allontanarono volontariamente da Me, …e perciò precipitarono nell’oscurità più fitta! Tuttavia, benché dotati di libera volontà, furono degli esseri influenzati da lui, ai quali egli stesso si presentava come dio; così essi mossero a seguirlo, e si lasciarono abbagliare dalla sua luce e dalla sua bellezza, nella quale egli splendeva, …ancor prima che avvenisse la sua definitiva separazione da Me.

Questi esseri, però, non Mi vedevano, e pertanto, …lo seguirono. Ma Lucifero stesso Mi riconobbe! Lui lo sapeva che era proceduto da Me, anche se non riusciva a contemplarMi. Peccò del tutto coscientemente contro di Me, si elevò al di sopra di Me e per questo caricò una colpa su di sé per la cui espiazione egli necessita delle eternità. Perché non fa neanche la via che Io stesso, …ho preteso per l’essenziale, la via attraverso le creazioni della Terra, …attraverso la materia, perché lui opera ancora, sempre, come spirito libero in senso negativo, giacché, come Mio polo opposto, influenza tutto lo spirituale che vive sulla Terra incarnato come uomo. La sua libertà non gli è stata tolta, ma la usa nel senso errato.

Allo stesso modo in cui si è allontanato da Me, deve anche nuovamente ripercorrere (la via) per giungere a Me. E non ha cambiato per nulla nel suo sentimento! Egli Mi porta contro, sempre più odio e animosità, perché si sente equivalente a Me e Mi invidia la Forza che anch’egli ha acquistato da Me, finché era unito a Me nell’Amore. Nel suo pensare abbagliato egli vede nel suo seguito, …l’intera pienezza della sua forza. E tale seguito è molto grande e non farà sorgere in lui ancora per molto tempo il sentimento della debolezza, finché, però, non è nemmeno da pensare a un ritorno di colui che ancora crede sempre di poterMi rovesciare ed elevare se stesso sul Mio Trono. Ma una cosa è certa: che tutto lo spirituale si troverebbe già sulla via del ritorno, se egli stesso avesse già iniziato questa via, perché quello che fa, lo fa anche irrevocabilmente il suo seguito, per cui è anche sbagliato questo punto di vista che sarebbe solo il suo seguito che, …opera nell’ultimo tempo!

Lui, Lucifero, è e rimane il principe delle tenebre, e non abbandonerà ancora per lungo tempo il suo regno, per andare incontro alla Luce. Egli dovrà essere legato ancora sovente da Me, quando il suo agire si manifesterà in un modo tale che esisterà il pericolo che agli uomini, …sia tolta ogni possibilità di trovare Me, cosa che avviene sempre alla fine di un periodo di redenzione, in cui gli sarà concessa grande libertà, che lui sfrutterà abbondantemente. Sarà necessario molto tempo finché il seguito si sciolga da lui, ma non un secondo prima che il Mio avversario abbandoni la resistenza contro di Me, cosa che Io previdi fin dall’eternità ed ho potuto renderMi la sua volontà utile, …per il Mio piano di salvezza, che tuttavia, giammai avrei fatto, se solo fosse esistita la minima possibilità di un cambiamento di volontà tale, …da riportarMi il figlio perduto.

Egli non retrocederà sulla via del ritorno, prima di giacere indebolito al suolo, e ora dovrà chiedere solo la Mia Forza per sé, per potersi sollevare e ritornare da Me. Ma allora sarà anche accolto a Braccia aperte, poiché il Mio Amore accetta all’infinito, e anche il caduto più in basso sarà irradiato dal Mio Amore, finché troverà il ritorno nuovamente da Me, da dove un giorno, …ha preso la sua uscita, finché nuovamente giungerà nella Casa del Padre, e ora, …sarà indicibilmente beato in eterno.    Amen.!

                                                   

*  *  *  *  *

Pagina precedente