B. D. nr. 7562

(29. 03. 1960)

 

Affinché lo sviluppo dello spirituale possa continuare, è richiesta una totale svolta spirituale e terrena

 

Una svolta spirituale verso il bene non avrà più luogo su questa Terra, e gli uomini che si danno a questa speranza pensano erroneamente, e quindi saranno sorpresi quando lo svolgimento degli avvenimenti mondiali li convincerà che non è riconoscibile nessun cambiamento spirituale, e che sprofondano sempre più in basso, nell’oscurità, tanto più il tempo avanza. Gli stessi uomini non cambiano più nella massa, …affinché Io possa desistere da una dissoluzione delle creazioni. Essi, sempre di più, diventano schiavi del Mio avversario, soddisfano la sua volontà, e quindi sono sempre più maturi per il naufragio, che per l’umanità significherà la fine di questa Terra.

Sono sempre solo pochi a riconoscere la serietà del tempo, i quali si sforzano di condurre uno stile di vita secondo la Mia volontà, credendo in Me, …e perciò troveranno Grazia davanti ai Miei occhi; costoro credono anche in una fine, perché riescono a seguire il basso stato spirituale degli uomini e riconoscere che la Terra è matura per il naufragio. Tuttavia, questi pochi non potranno indurMi dal desistere dall’ultima Opera di distruzione, poiché Io devo pensare anche allo spirituale ancora legato, …il quale deve proseguire il suo percorso di sviluppo in nuove creazioni. Io devo pensare anche agli uomini che falliscono, così che possano di nuovo essere inseriti nel processo dello sviluppo verso l’alto, e siano svincolati dal potere del Mio avversario.

Questi uomini sprofonderebbero irrevocabilmente sempre più ulteriormente nell’abisso, se Io lasciassi sussistere la Terra e se non mettessi fine all’agire del Mio avversario. Questo periodo terreno dovrà andare alla fine e dovrà ricominciarne uno nuovo, altrimenti non sarà mai ristabilito l’Ordine divino, come lo è appunto, questo Mio piano di salvezza dall’eternità. Un giorno ogni periodo di redenzione giungerà al termine, e adesso, questo ha raggiunto anche il tempo in cui deve di nuovo essere ristabilito l’Ordine, affinché l’evoluzione dello spirituale prosegua il suo sviluppo. Questo è incomprensibile per chiunque non tenda allo spirituale; ma dovrà comprenderlo ciascuno, il cui spirito è risvegliato e guarda intorno a sé con occhi aperti.

La miscredenza e il disamore prendono il sopravvento, gli uomini non contano più su una continuazione della vita dopo la morte, non credono in Gesù Cristo né alla Sua Opera di redenzione, vivono solamente una vita mondana, …e non pensano allo scopo e alla meta della loro esistenza, …e solo raramente un uomo è ancora da conquistare per Me e per il Mio Regno.

E così, dunque, è subentrato un tale basso stato spirituale che non potrà più essere eliminato, se non attraverso un completo nuovo riordino, …una ‘riorganizzazione’ e un ri-trasferimento dello spirituale nella forma corrispondente al suo stato di maturità. E questo deve riuscire a compierlo l’Opera di ristrutturazione sulla vecchia Terra, così che tutte le forme siano dissolte e lo spirituale legato in esse sia incorporato in altre forme, e il loro sviluppo verso l’alto possa continuare; questo, …richiede una totale svolta spirituale e terrena, …presuppone la fine della vecchia Terra e il sorgere di una nuova Terra, presuppone un ristabilimento dell’Ordine dall’eternità, che sarà eseguito continuamente da parte Mia quando il tempo sarà scaduto, quando un periodo di redenzione sarà giunto al termine, …conformemente alla destinazione dall’eternità.    Amen!

 

*  *  *  *  *

Pagina precedente