B. D. nr. 7581

(19. 04. 1960)

 

Il basso stato spirituale richiede una riformazione della Terra

 

Voi non vivrete più una risalita spirituale su questa Terra! E’ subentrato uno stato così basso, che quasi non può più essere superato, poiché gli uomini vivono con i sensi rivolti solo al mondano; essi non pensano a una vita spirituale, non riflettono nemmeno se adempiono il loro vero compito sulla Terra, perché non riconoscono alcun altro compito terreno che quello di occuparsi del loro benessere corporeo, …e godersi la vita pienamente.

E’ raro che degli uomini inizino la loro giornata con pensieri orientati spiritualmente, …e solo pochi vivono coscientemente la loro vita terrena. Costoro percepiscono che l’uomo non è nel mondo solamente per la vita terrena, e poi, riflettendo – giacché sono di buona volontà – giungono anche pian piano alla conoscenza dello scopo della loro vita terrena. Tuttavia di questi ce ne sono solo alcuni, ed è raro che un uomo riesca a guidare il prossimo sulla stessa via e rendergli credibile la sua effettiva destinazione. E pertanto, si potrà anche parlare di un basso stato spirituale, il quale presuppone un cambiamento che si trascinerà poi, in uno scioglimento delle creazioni, che avrà per conseguenza un’inevitabile svolta terrena e spirituale.

Ci sono già stati sovente dei tempi in cui certamente gli uomini vivevano senza Dio, in cui accadde tanta ingiustizia e fu chiaramente riconoscibile l’attività satanica, ma questo stato è sfuggito eccessivamente dalle mani, e adesso quasi tutti gli uomini conducono una vita superficiale, senza preoccuparsi più, senza che abbiano alcun senso di responsabilità, crescendo senza fede oppure muovendosi solo in una fede formale, che però è ancora del tutto senza valore per lo sviluppo dell’anima; e inoltre si muovono anche nell’errore, nel falso modo di pensare, essendo lontani dalla verità e non potendola nemmeno trovare, …perché sono senza amore!

Ed è questo, ciò di cui l’umanità è ammalata: …l’amore si è raffreddato, e gli uomini, per questo, non sono più capaci di credere in un Dio e Creatore, il Quale in Sé è Amore, Saggezza e Potenza, e davanti al Quale, …un giorno dovranno rispondere per il loro modo di vivere. A loro manca l’amore, e con ciò anche la conoscenza, essendo ciechi spiritualmente. E così vanno verso l’abisso, poiché la fine arriverà irrevocabilmente, e un giorno dovrà di nuovo essere portato a termine l’Ordine, se lo sviluppo verso l’alto deve continuare, essendo lo scopo dell’uomo sulla Terra.

Ciò che prima della fine sarà ancora salvabile, sarà salvato, perché l’amore di Dio aiuta ovunque esista solo la minima volontà per il bene. Tuttavia sarebbe sbagliato contare sul fatto che gli uomini cambino nell’atteggiamento d’animo verso Dio e verso la fede, sarebbe sbagliato contare su una svolta spirituale che debba svolgersi sulla Terra, poiché gli uomini concedono all’avversario di Dio troppo potere, e costui lo sfrutta davvero bene.

Ebbene, un giorno il suo agire dovrà finire, Dio metterà da parte il suo potere e porrà una fine al suo tempo, e questo significherà anche, mettere in catene lui stesso e tutto ciò che gli è succube, così che all’agire del male sia messa una fine per molto tempo. Questo richiederà anche una dissoluzione e una riformazione delle creazioni sulla Terra, …recuperando lo spirituale, il che comporterà a sua volta una nuova Creazione, ossia, che sorga una nuova Terra, affinché l’evoluzione spirituale possa continuare il suo sviluppo.

E Dio lo sa, quando sarà giunto il tempo, Egli sa quando l’umanità avrà raggiunto il suo basso stato, quando sarà necessaria la riformazione della Terra e di tutte le sue creazioni, ed Egli manterrà anche questo tempo, …secondo il Piano dall’eternità.  – Amen!

 

*  *  *  *  *

Pagina precedente