B. D. nr. 8000

(23. 09. 1961)

 

La re-incarnazione di esseri di luce per motivi particolari

Possessione non autorizzata di spiriti immondi

 

Ogni spirito primordiale, una volta caduto, deve portare se stesso alla perfezione nella libera volontà, e questo processo di sviluppo – dall’abisso più profondo verso l’alto – è un procedimento che richiede un tempo infinitamente lungo ed il Mio costante aiuto, perché inizialmente l’essere è così debole che non dispone di nessuna forza, e così deve collaborare la Mia forza, per rendere possibile questo sviluppo verso l’alto. Ho dovuto Io guidare sempre così tanta forza alle entità cadute, …cosicché potessero raggiungere la destinazione a loro assegnata! A loro doveva essere resa possibile un’attività di servizio, e lo spirituale intraprendesse definitivamente il suo sviluppo in avanti. Più e più volte vi ho spiegato il perché quest’attività di servizio dovette essere svolta, e che inoltre, …erano necessari dei tempi inimmaginabili, finché l’essere primordiale caduto potesse avere il permesso d’incorporarsi come essere umano.

In quest’ultimo stadio – come uomo – l’essere primordiale possiede tuttavia la libera volontà, la quale può portare sia all’ultimo perfezionamento, come anche spingere nuovamente alla caduta nell’abisso. La libera volontà può quindi tendere alla definitiva liberazione dalla forma, e allora all’uomo giunge anche la forza di compiere l’opera di perfezionamento, ed egli come spirito pieno di luce entra poi nell’eternità, entra nel Mio Regno della luce e della beatitudine, e ora progredisce pure costantemente verso l’alto, perché il grado della perfezione non conosce limitazioni, e il tendere verso di Me non cessa mai, rendendo per questo, …indicibilmente beati!

Se l’uomo fallisce sulla Terra nella sua ultima prova di volontà, …allora la sua esistenza termina con la morte del corpo! Egli entra nel regno dell’aldilà ma non trova nessun accesso nelle sfere di luce. Soggiorna nell’oscurità, oppure anche nel crepuscolo, secondo il grado di maturità dell’anima, sempre corrispondente al suo cammino di vita che ha condotto sulla Terra, e quindi adesso, …l’anima deve portarne le conseguenze! Non le potrà essere concessa nessuna felicità beatifica, perché la Legge dell’eterno Ordine pretende anche Giustizia. Le anime che sono senza luce si muovono per lo più ancora in sfere terrene, sovente legate ancora alla Terra, in modo che esse si aggrappano a degli uomini, cercando ora di obbligarli ad agire del tutto secondo la loro volontà e i loro punti di vista, spesso respingendone la reale essenza – cioè l’anima –prendendone possesso della forma (possessione), e conducendo così, in un certo qual modo, una seconda vita sulla Terra, …ma senza alcuna autorizzazione, e la vera anima dell’uomo non ha nessuna forza di resistere e scacciare da sé un tale spirito immondo. L’uomo sarà tormentato da sofferenze e dolori d’ogni genere da quello spirito immondo che si porta addosso, finché a quest’anima non riesce di stabilire un forte legame con Me, permettendoMi dopo di scacciare un tale spirito, il quale ora riconoscerà anche, …che non vive più sulla Terra!

Permettere dunque a tali anime legate alla Terra, un ripetuto ritorno sulla stessa, avrebbe solo per conseguenza il sicuro rinnovato fallimento, poiché queste giungerebbero di nuovo sulla Terra senza alcuna reminiscenza, …e tuttavia in possesso della libera volontà! Quindi a voi uomini, …una tale re-incarnazione non è mai concessa! Non dovete nemmeno credere in un ri-trasferimento dell’anima sulla Terra allo scopo del suo completamento, se essa sulla Terra ha fallito oppure non ha raggiunto il grado di perfezione, credendo di poterlo raggiungere ora.

Ricordate, voi uomini, che la Mia Misura di Grazia che Io metto a vostra disposizione, …è illimitata! Considerate anche, che Io ho compiuto l’Opera di redenzione per voi, che ad ogni anima è possibile separarsi redenta da questa Terra, e che poi una tale anima può davvero salire in alto ancora nell’aldilà, …e diventare incommensurabilmente beata. Certamente, anche adesso nel regno spirituale sarà rispettata la libera volontà di ogni anima, e se essa desidera ritornare alla Terra, …allora le sarà esaudito il desiderio; però prenderà su di sé anche il grande rischio di ri-sprofondare nell’abisso, perché nella vita terrena è nuovamente determinante la libera volontà. Nondimeno, un’anima che è in grado di mostrare un solo piccolissimo barlume di Luce e riconosce la possibilità di maturare nell’aldilà, …si oppone al portare ancora una volta un corpo di carne! Ad un’anima completamente priva di Luce non è mai concesso un ritorno alla Terra, perché deve dapprima dimostrare un cambiamento di mentalità, e anche allora essa stessa non è più disposta a percorrere il rinnovato cammino sulla Terra.

Ciò nonostante, nel tempo della fine1 saranno concessi dei casi di re-incarnazione che avranno una loro particolare motivazione, talvolta allo scopo di una missione in cui degli esseri di luce si recheranno sulla Terra per via della grande miseria spirituale2, e la cui incarnazione, però, …non deve far sorgere negli uomini la credenza che ogni anima ritorni sulla Terra allo scopo di una maturità superiore! Tuttavia esistono anche delle anime che – non appena splende loro un piccolo barlume di conoscenza – riconoscono la grande colpa che hanno caricato su di sé nella vita terrena. Sono solo dei singoli casi che rivendicano una grande espiazione, la quale potrebbe anche essere sostenuta nell’aldilà, ma induce quelle anime alla grande richiesta: …poter scontare questa colpa sulla Terra, essendo anche pronte, ugualmente, …a soddisfare una missione servente! Ma tali casi non devono mai essere generalizzati, perché questo è un grande errore che avrà per effetto solo una grande disgrazia per gli uomini, e queste anime dovranno prendere su di sé anche degli insoliti destini di vita, che spesso faranno dubitare al prossimo del Mio Amore che, appunto, è da spiegare nella grande colpa di quelle anime, che è la vera motivazione della loro vita terrena.

La profonda, viva fede in Gesù Cristo e nella Sua Opera di redenzione, …è la garanzia che ogni colpa è estinta tramite il Suo sangue, ma tali anime non avendo trovato la redenzione tramite Gesù Cristo nella loro vita terrena, portano con sé la grande colpa nel Regno spirituale. Quindi, per poter ripercorrere il rinnovato cammino terreno, dovranno essere arrivate già ad un certo grado di luce, e aver trovato la via verso Gesù Cristo nell’aldilà; devono sollecitare per il Perdono di questa colpa ed essersi decisi nella totale libera volontà per quest’opera d’espiazione, …chiedendola a Me, altrimenti un ritorno alla Terra sarà rifiutato loro.

Ve lo ripeto: una dottrina della re-incarnazione è una dottrina errata, se viene applicata a tutti gli uomini che sono trapassati imperfetti da questa Terra, ed Io ho sempre parlato di particolari motivazioni che ne giustificano una tale re-incarnazione! Il non aver accettato o valutato la Grazia del Mio Amore, è un rinnovato peccato contro di esso, e voi non potete mettere da parte arbitrariamente questo peccato, …con un ripetuto ritorno alla Terra!

Finché dimorate sulla Terra, avete la possibilità di rendervi puri da ogni colpa, …tramite il sangue di Gesù, e il Mio Amore per voi farà davvero di tutto per aiutarvi alla perfezione, ma voi non dovete rigettare quest’Amore, altrimenti nell’aldilà vi attende una sorte tormentosa, come lo richiede la Mia Giustizia, perfino quando il Mio Amore è ultra grande e può ancora aiutarvi, affinché giungiate una volta alla Luce, …poiché anche il Mio Amore può agire solo nell’ambito dell’Ordine divino.    Amen!

 

______________

1tempo della fine’ : è la fase finale del tempo che va dall’evento apocalittico alla fine vera e propria, indicato in Apocalisse 8,1 come quello seguente l’apertura del settimo sigillo, indicato anche come ‘tempo della miseria’, ma anche ‘tempo di Grazia’, che avrà breve durata, ma sarà oggetto della lotta di fede più cruenta contro i credenti, i quali dovranno testimoniare la loro fede. [vedi il fascicolo n. 38 – “La lotta di fede”]

2 – Vedi a tal proposito la missione preparata per gli ultimi tempi, da parte di tali spiriti nell’aldilà, nell’opera “La chiamata dall’universo” ricevuta nel 1970/1971 da Anita Wolf,

 

*  *  *  *  *

 

Pagina precedente