B. D. nr. 8245

(19. 08. 1962)

 

L’incarnazione di molti esseri di luce nel tempo della fine, quali intermediari per limitare la relegazione

 

Nel tempo della fine diventerà necessario che moltissimi esseri di luce s’incarnino sulla Terra, perché gli uomini, svilupperanno pochissimo amore, e pertanto, …aumenterà pure l’oscurità spirituale, e ora agli uomini sarà portata della Luce. Essi da se stessi non accendono la fiamma in sé, che darebbe loro la Luce necessaria; così dovrà essere apportata una Luce dall’esterno, cioè dovranno essere istruiti mediante il prossimo, ma sapendo che sono essi stessi, cioè, a possedere una Luce.

Gli esseri di luce incarnati diventeranno sapienti attraverso un cammino di vita nell’amore come essere umano, poiché all’inizio della loro incarnazione anche ad essi è estranea la conoscenza, giacché proprio come ogni essere umano devono sviluppare se stessi in portatori di Luce, che a loro riesce però facilmente, poiché sono amorevoli, e l’amore è la Luce che li illumina dall’interiore.

Io, quindi, attraverso questi, guido la Mia parola alla Terra! Dono Io agli uomini una Luce, cosicché siano introdotti in una conoscenza del loro stato-Ur1, sulla loro caduta e, …sul loro compito nella loro esistenza come esseri umani; quindi essi non sono senza alcuna conoscenza, sebbene vadano avanti senza amore, però sono illuminati e devono solo essere di buona volontà, per accettare ora anche le spiegazioni e condurre adeguatamente il loro cammino di vita.

E proprio questi portatori di Luce – quegli esseri di Luce incarnati – saranno ascoltati raramente, giacché da loro sarà predicato e preteso una vita d’amore, ma il prossimo non vuole adempiere queste richieste. E così, da parte del mondo pieno di luce, si lotterà ancora molto per le anime degli uomini, che chiudono occhi e orecchi, e piuttosto ascoltano la voce del mondo. Quindi saranno riconoscibili chiaramente due direzioni: uomini che camminano da sé nella profonda oscurità dello spirito, che respingono da sé ogni Luce, e ancora, uomini che irradieranno Luce sul loro prossimo e condurranno un cammino di vita corrispondente ai Miei comandamenti! E là, …aumenterà anche la Luce, le persone disporranno di una conoscenza che li renderà felici, perché ora, …riconosceranno lo scopo della loro vita terrena.

Gli uomini hanno bisogno di sostegno, poiché essi stessi non fanno più nulla per slegarsi fuori dall’oscurità dello spirito. La loro volontà è debole, perché essa è legata dall’avversario di Dio; finché l’uomo vive completamente senza amore, infatti, egli è ancora a lungo, parte di colui che lo ha attirato nell’oscurità, e perciò all’uomo deve continuamente essere predicato che deve esercitarsi nell’amore, e a lui da parte del mondo di luce gli sarà sempre prestata assistenza, affinché in lui stesso si faccia luce ed egli, ora, riconosca per quale scopo cammina sulla Terra.

Ed è per questo che Dio parla agli uomini attraverso intermediari, attraverso degli esseri di luce che si sono incarnati sulla Terra e, da se stessi, …sviluppano la volontà di mettersi in stretto collegamento con il loro Dio e Creatore dall’eternità, volendo portare al loro prossimo la salvezza e riportare indietro al loro Padre celeste i Suoi figli, se essi non si oppongono ai loro sforzi, se accettano la Luce, se si lasciano irradiare dall’eterna Luce, cosa che succede sempre, quando gli uomini sono disposti ad ascoltare la Parola di Dio e, …a viverla!

Allora l’oscurità sarà spezzata, e gli uomini sapranno e giungeranno alla conoscenza che hanno un Padre, il Quale vuole aiutarli a ritornare da Lui; e perciò Egli invia loro i Suoi messaggeri a irradiare Luce, …che Dio stesso dà loro! E si combatterà ancora per tutte le anime che camminano nelle tenebre spirituali; infatti, gli uomini devono essere salvati ancor prima della fine, affinché sfuggano al doloroso destino di essere nuovamente relegati2, …nelle creazioni della nuova Terra!    Amen!

 

______________

1Ur’ equivale a ‘primordiale, originario’.

2 ‘relegati’ : reincarcerati nuovamente nella materia della nuova Terra dopo la fine di questo periodo di redenzione. [vedi il fascicolo n. 44 ‘La nuova relegazione’]

 

*  *  *  *  *

Pagina precedente