B. D. nr. 8750

(11. 02. 1964)

 

L’anima di Gesù non si incarnò mai prima della Sua umanizzazione

Gesù quale primo Raggio di Luce e d’Amore creato

 

 

Voglio continuamente rivelarvi il Mio Amore, presentandovi una conoscenza che vi agevoli nel rivelarvi come una chiara Luce, …delle cose che prima erano nell’oscurità e affinché il vostro grado di conoscenza sia di nuovo accresciuto, e ciò significa anche la maturazione dell’anima. Infatti, alla base dell’apporto della Mia parola, ci sarà e dev’esserci sempre l’amore, perché Io non potrei rivolgerMi a voi se non fosse presente un determinato grado d’amore, tale da far quindi risplendere sempre più chiara la Luce della conoscenza in voi.

Continuamente vi smuovono delle domande alle quali solo Io posso rispondervi, perché solo Io conosco questi campi in cui desiderate dare uno sguardo: tutti gli alti spiriti non caduti s’incarnano sulla Terra per percorrere pure il cammino attraverso l’abisso, allo scopo di raggiungere la meta più sublime, …la figliolanza di Dio! E a questo scopo devono camminare nella carne sulla Terra, incarnandosi come essere umani e percorrendo la vita terrena proprio come ogni spirito primordiale caduto. Inoltre, anch’essi devono condurre delle lotte e resistere a tutte le tentazioni, …che sono loro poste da parte del Mio avversario! Quindi, devono passare ‘attraverso l’abisso’, per poi – quando vengono richiamati – ritornare a Me come figli di Dio, loro Padre dall’eternità. E ci sono in ogni tempo degli esseri di luce discesi per assistere gli uomini, i quali, come esseri un tempo caduti, …devono raggiungere il loro ritorno a Me!

L’amore di questi esseri di luce è molto forte e profondo, essendo sempre e solo servizievoli e scrupolosi nel riportarMi i Miei figli perduti, né Io glielo proibisco, quando vogliono scendere in basso sulla Terra per portare l’aiuto che è sempre necessario. Essi sono sempre stati degli esseri proceduti da Me, delle creature nella più sublime perfezione, irradiate dalla Mia Luce d’Amore, che agiscono con la stessa volontà, con Me, sia nel regno spirituale che sulla Terra, quando discendono al fine di una missione. Non c’è nessun essere di luce che rinunci a una tale missione: …portare luce agli abitanti della Terra! E tale fu anche l’Anima che – nell’Uomo-Gesù – compì l’Opera di redenzione sulla Terra!

Un tale Spirito-Ur1 di luce, fuoriuscito da Me come Raggio di luce d’Amore, Cui Io ho dato una vita indipendente! … Questo Spirito2 prese su di Sé una missione del tutto particolare, perché Egli vide fin dal principio che gli esseri caduti avevano bisogno di Lui, vide fin dal principio che il primo uomo avrebbe fallito, …perciò volle portare l’Aiuto all’umanità come “Uomo-Gesù”! Egli fu anche perfettamente attivo fin dal principio nella Creazione del mondo materiale, infatti, la Mia volontà e la Mia Forza fluivano in tutti quegli esseri che Mi erano rimasti fedeli, i quali agirono come esseri autonomi nell’infinito. Inoltre, quest’Anima discese sulla Terra (la Sua anima Mi aveva già servito anche prima, come Spirito di luce), e stabilì il congiungimento degli uomini con Dio, cioè, venne come Spirito di luce agli uomini, …ed Io stesso ho potuto esprimerMi a Parole agli uomini mediante quest’Anima.

Quello Spirito di luce fu quindi per Me un involucro, tuttavia non corporalmente, bensì certamente (quand’anche) contemplabile temporaneamente dagli uomini, ma non stabilmente, cosicché Egli non camminò sulla Terra come “Uomo”, bensì agì solo fra gli uomini apparentemente nella stessa sostanza corporea, e nondimeno, era e restò un Essere spirituale, che spariva di nuovo agli occhi di coloro cui portava l’aiuto mediante insegnamenti e risposte.

Certamente sono state anche intraprese sulla Terra delle incarnazioni terrene da parte di questi alti esseri di luce che, come inviati da Me stesso, annunciarono sempre agli uomini pure la Mia volontà3, poiché era necessario che a questi venisse dato il chiarimento del perché camminavano sulla Terra nella loro miseria animica e quale scopo avesse il loro cammino terreno. Nondimeno, deve essere fatta una differenza, appunto, tra un cammino terreno di un essere di luce come essere umano, e la comparsa di uno spirito di luce mediante il quale Io stesso Mi sono annunciato. Allora questo Spirito di luce non era il Mio involucro esterno visibile – come lo era stato l’Uomo-Gesù – bensì Mi serviva solo affinché la Mia parola potesse penetrare nel popolo in modo naturale, poiché Io avrei anche potuto parlare direttamente dall’alto agli uomini, …ma allora sarebbe stata la fine del loro libero arbitrio! Così, Mi servii sempre di una forma esteriore che poteva essere sia un uomo corporeo, sia un uomo spirituale. Il Primo, però, condusse la sua esistenza come uomo sulla Terra, mentre il Secondo fu visibile solo temporaneamente agli uomini, perché costoro avevano urgentemente bisogno della Mia espressione.

Perciò, quando si parlerà di una ripetuta incarnazione dell’Anima-Gesù prima della Mia umanizzazione in Lui, allora potete accettare sempre e solo un’apparizione spirituale, dove Io stesso – l’Amore – Mi volli annunciare a voi uomini, e così scelsi (per Me) un involucro spirituale per apparirvi vicino. – Al contrario, un’incarnazione fisica dell’anima-Gesù prima della Mia umanizzazione, non ha avuto luogo, sebbene Io stesso potessi esprimerMi mediante la Mia parola anche attraverso un uomo, se costui era quindi disceso sulla Terra dal Regno della luce. L’anima-Gesù fu eletta per rendere possibile la Mia incarnazione sulla Terra, e quest’Anima fu veramente lo Spirito di luce più sublime che, come Figlio primogenito da Me – cioè proceduto dalla Mia forza e volontà e primo Essere creato – fu di Colui, …che era stato esternato dal Mio ultra grande Amore.

Io stesso, come eterno Spirito-Dio, Mi sono manifestato solo in Gesù, …in quest’Anima dalla luce più sublime, ma Essa Mi aveva già servito ancor prima, come Spirito di luce, per renderMi possibile l’orazione agli uomini, i quali comunque stavano anche nell’alto grado di maturità che mi permetteva di re-inviare loro tali esseri di luce, attraverso i quali Io stesso potevo parlare direttamente. Ma che infiniti esseri di luce s’incarnarono ancor prima come esseri umani, che mantennero pure il collegamento tra gli uomini e Me, che portarono loro la Mia parola, che dimorarono sulla Terra pure come ripetitori per Me, è da considerare vero, ma non deve condurre a delle presunzioni errate, perché l’anima-Gesù fu eletta per la Mia umanizzazione, essendoSi offerta fin dal principio per quest’Opera di Misericordia, …nella conoscenza del fallimento del primo uomo.

E’ sbagliato dire che Io Mi sia incarnato come ‘Dio’, …già più volte, poiché la Mia umanizzazione in Gesù è e rimane un atto unico, che né l’umanità né il mondo della luce può ugualmente afferrare, il cui genere, né prima né dopo, …sarà mai da ripresentare! Poiché Gesù non fu Uno dei tanti, ma fu Colui che doveva divenire per tutti voi uomini e per tutti gli esseri del Regno di Luce, il Dio visibile, Colui che Io stesso ho scelto per Me come involucro, …e che doveva rimanere visibile in eterno! E quest’Essere aveva un Rango d’eccezione, perché il Suo Amore era – come primo Spirito irradiato mediante l’Amore Mio e di Lucifero – così incommensurabilmente profondo, che Lui solo fu destinato per la Mia umanizzazione, e dunque un percorso precedente come Uomo su questa Terra Gli fu escluso, ma ciò, non esclude che anch’Egli partecipò alla Creazione del mondo materiale, perché conosceva il Mio piano di rimpatrio e adempì sempre pienamente e del tutto la Mia volontà e poté anche eseguirla come un Essere colmo di luce e forza.

Quest’Essere Mi fu così vicino, che poté aver luogo la totale fusione con Me, cosicché Lui ed Io si ‘doveva’ essere Uno, perché Io fui completamente risorto in Lui e Lui in Me, e così, questo rivelerà il Mistero della Mia umanizzazione in Gesù, …non appena l’essere avrà di nuovo raggiunto il grado di luce in cui avrà la più chiara conoscenza.    Amen!

_________________

1 – ‘Ur’: primordiale, originario

2  – ‘questo Spirito’ : su questo importante argomento, sia utile riflettere attraverso una ulteriore rivelazione del 2005 data tramite Helga Maria.

3 – Attraverso altre rivelazioni possiamo conoscere la vita di alcuni alti personaggi nella storia sulla Terra, quali esseri dall’alto incarnati o comparsi per una missione e per la loro umanizzazione. Ad esempio Mosè, Isaia, Abramo, Giobbe, Simeone, Giosuè, Zaccaria, ed altri. (vedi le opere ricevute ad A. Wolf: www.anitawolf.it )

 

*  *  *  *  *

Pagina precedente